Dettagli Recensione

 
Vita di Galileo
 
Vita di Galileo 2016-01-22 18:31:21 lapis
Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
lapis Opinione inserita da lapis    22 Gennaio, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

E’ un Galileo che trabocca vitalità ed entusiasmo il personaggio che apre questa opera teatrale: gioioso, appassionato, inebriato dall’intuizione di una nuova verità e impaziente di condividere le sue scoperte con chiunque abbia curiosità e mente, dal figlio della domestica al lattaio. La scienza è energia positiva, dinamica di possibilità, libertà: di osservare con i propri occhi, capire e far vagare il pensiero oltre le barriere imposte dal senso comune o dall’autorità, sulla volta del cielo così come sui meccanismi che regolano la terra. La sua missione è il bene dell’umanità, non solo nella concretezza delle scoperte ma soprattutto nell’attitudine al dubbio.

Ma poi la scienza si scontra con la realtà del mondo e i tavoli del potere. E le cose cambiano. Lo sa bene Brecht che scrive quest’opera fra il 1938 e il 1955, in un momento storico in cui la scienza è piegata, snaturata dal nazismo a mezzo di dimostrazione delle proprie tesi razziali e dalla guerra a mezzo di distruzione massiva.

Infatti, pagina dopo pagina, l’entusiasmo di Galileo scema, deluso da chi non vuole vedere per non discutere i dogmi su cui ha basato le proprie certezze, sconfitto dal potere che fomenta l’ignoranza e la superstizione perché su di esse fonda la garanzia dei propri privilegi, piegato dalla paura. La sua. Paura del dolore fisico, della tortura, della morte. Perché Galileo è solo un uomo con le sue debolezze, ama il cibo gustoso e il buon vino, ama i libri e le sperimentazioni, ama vivere. Non ha il coraggio degli eroi. E abiura.

Ma sventurata è la terra che ha bisogno di eroi per convincersi di essere in grado di pensare, di conoscere, di aspirare a cose grandi. Sventurati siamo noi tutti quando ci facciamo massificare dalla forma di potere attuale, più mediatico che religioso, che ci vuole altrettanto ignoranti e appiattiti.

Il teatro di Brecht mostra il suo stretto collegamento con la realtà sociale e innesca interrogativi forse diversi da quelli del 1950, ma significativi tanto ieri quanto oggi. E lo fa con un testo che si legge tutto d’un fiato, piacevole e a tratti anche divertente, vivacissimo grazie alla forma del dialogo e capace di delineare un Galileo ricco e profondo, che si fa simbolo di un’umanità intera.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
ciao Manuela, la tua recensione è davvero utilissima per me, in quanto è da tempo che questo testo mi attrae, ma mi spaventa un pochino.
mi piace, chi scrivendo in maniera sintetica ,riesce a trasmettere al massimo i contenuti.
In risposta ad un precedente commento
lapis
24 Gennaio, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie di cuore per l'apprezzamento, Silvia. Mi fanno davvero piacere le tue parole e soprattutto esserti stata utile! :)
Questo testo mi è finito tra le mani quasi per caso e ha sorpreso anche me trovare una lettura adatta a tutti, piacevole oltre che densa di riflessioni. Merita davvero la lettura.
Splendida recensione,
complimenti davvero Manuela!
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ladra di frutta
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La danza del Gorilla
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
4.1 (3)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri