Dettagli Recensione

 
1984 di George Orwell
 
1984 di George Orwell 2014-09-19 17:10:30 F.Angeli
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
F.Angeli Opinione inserita da F.Angeli    19 Settembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL GRANDE FRATELLO VI GUARDA

Notare che 1984 è un capolavoro non solo per la sua qualità effettiva, ma anche per la sua natura anticipatrice, è qualcosa ci fa sgranare gli occhi davanti a questa opera, E forse ci fa anche gettare un velo di pessimismo attorno a noi. Tanti classici vengono giustamente studiati e riproposti dalle case editrici, ma 1984 si trova su un gradino superiore rispetto alla maggior altri, grazie alla forte influenza che ha avuto e che continua ad avere tutt'oggi.

La società futuristica descritta da Orwell, la quale darà definitivamente consistenza e vita al termine "distopia", è una drammatica estremizzazione dei comportamenti più cinici e folli della natura umana, e del pericolo che la tecnologia può portare alla nostra riservatezza. Una radicalizzazione assolutamente non infondata, non si tratta di un così improbabile degrado del mondo in cui viviamo.
La società di Orwell è fondata su tre punti principali:

-La guerra è pace
-La libertà è schiavitù
-L'ignoranza è forza

Tre semplici frasi che racchiudono un oscuro e inquietante significato, verranno spiegate gradualmente nel corso della storia tramite il punto di vista di Winston Smith, uomo che assieme a Julia sembra essere uno dei pochi a non accettare i principi dell'odio e del controllo completo di ogni cosa su cui si basa il regno del Grande Fratello. Winston Smith ci fa assistere un preoccupante spettacolo che mette in dubbio l'integrità della volontà e della coscienza umana. L'uomo può essere controllato, manipolato e cambiato nella sua interezza, e nessuna persona può sfuggire al lavaggio del cervello, perché il Grande Fratello osserva tutti senza tregua. Ogni valore su cui si fonda la vita di ogni persona, viene ribaltato, distorto e, ahimè, infine distrutto, ovvero gettato nel completo oblio. Il tutto per garantire infinita durata al partito.

Un storia che contiene così tanti contenuti sul potere, sulla violenza, l'odio e la follia dell'uomo da essere considerato uno dei libri da leggere almeno una volta nella vita. Assolutamente straordinario!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Fabrizio, il tuo commento è bellissimo.
Hai ben colto l'attualità del libro. Che è parecchio inquietante.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La lista degli stronzi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Clean. Tabula rasa
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli eletti
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Anche le pulci prendono la tosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il decoro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri