Dettagli Recensione

 
Mille cretini
 
Mille cretini 2013-02-18 12:14:37 LuigiDeRosa
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
LuigiDeRosa Opinione inserita da LuigiDeRosa    18 Febbraio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il mondo dei cretini

Leggo nel dizionario etimologico che la parola "cretino" deriva dal provenzale "crètin" che nel dialetto della Gironda diventa "crestin"ovvero : "cristiano!", e tale parola la si adoperava per commiserare i nani o le persone con ritardi mentali o coloro che come i "cristiani" avevano la testa fra le nuvole,poco senso pratico: "poveri cristiani" secondo la cinica considerazione del volgo.
In realtà, come dimostra Monzò in questa raccolta di 19 racconti, i cretini sono stati e spesso sono coloro che questi epiteti dispregiativi li adoperano per farsi beffe del prossimo, che si credono acuti,intelligenti,sagaci fino a quando poi la vita non li pone di fronte alla loro miseria cosicchè anche loro si porranno davanti ad uno specchio e come "François Pignon", celebre personaggio di Francis Veber nella "Cena dei cretini", grideranno a se stessi:"Cretino, cretino, cretino, oh che cretino!"
Quim Monzò,scrittore
Aprire il libro di Monzò e immergersi nella lettura di queste storie è un po come passeggiare sulla Rambla della sua Barcellona, ogni tanto ti fermi a guardare l'artista di strada per capire come diavolo s'è conciato,ti chiedi:
" che personaggio sta interpretando?"
C'è l'uomo uscito di senno che si veste da donna, ci sono degli anziani abbandonati in un ospizio che discutono col figlio di eutanasia e il figlio sembra compiacersene, c'è l'ex viveur che ricorda "lo scannatoio" che divideva con l'amico che il cancro si è portato via,c'è l'uomo che guarda dalla finestra la vita degli altri perdendo completamente di vista la propria,c'è la donna abbandonata che per cancellare ogni traccia dell'ex marito arriva a distruggere l'appartamento che ha diviso con lui e anche se stessa ,c'è lo scrittore perseguitato dall'esordiente che alla fine ne diviene lo zimbello e non manca neanche qualche cinica chicca letteraria, quasi blasfema, che leggiamo nel racconto "Il sangue del mese venturo" dove una Maria pratica e sorprendente risponde picche all'Arcangelo Gabriele: "non se ne parla nemmeno.Questo figlio non lo avrò". C'è tutto lo spirito impudente e sprezzante di Monzò in questi scritti,quello che abbiamo apprezzato nei lavori con Bigas Luna e nel famoso discorso di apertura della Fiera del Libro di Francoforte del 2007, quello che si burla dei veri cretini.

Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

gracy
18 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Interessante Marcos Y Marcos....sai cosa mi è venuto subito in mente, un detto siciliano "Megghiu commattiri ccu 100 malandrini ca ccu 1cretinu"... :DD
In risposta ad un precedente commento
LuigiDeRosa
18 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie per aver letto la mia recensione.Mi è piaciuto il tuo intervento, ancora più interessante il tuo proverbio perchè il dialetto è il sale della nostra lingua e io adoro i dialetti del nostro Sud.
Un caro saluto
In risposta ad un precedente commento
gracy
19 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te Luigi...Quando devo pensare alle cose importanti penso sempre in dialetto e le similitudini più sagge sono quelle dialettali, si concordo, il dialetto è il sale della nostra lingua e anch'io amo il dialetto!
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)
Chi dice e chi tace
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Ambos mundos
La vita altrove
Le botteghe color cannella
Lieto fine
Che cosa fa la gente tutto il giorno
Le cose che abbiamo perso nel fuoco
Winesburg, Ohio
Un giorno come un altro
Bestiario sentimentale
Melancolia
Il generale e il giudice
L'universo in un granello di sabbia
I colori dell'addio
Ricordare Parigi
Il soldato Schwendar
Una notte a Kalinteri

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232