Dettagli Recensione

 
Patagonia express
 
Patagonia express 2014-08-18 13:13:20 C.U.B.
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    18 Agosto, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Te quiero Luis

"Al andar se hace el camino el camino se hace al andar", camminando si fa il cammino il cammino si fa camminando e' il titolo originale di questo breve libro di Sepulveda. Significativo, sebbene forse meno d'impatto di quel Patagonia Express-appunti dal sud del mondo- che poi tanto male non e', esaustive entrambe le versioni perche' molto del libro c'e' in ognuna di esse.
Tutto nasce nel caffè Zurich di Barcellona, quando un tizio di nome Luis ( Sepùlveda) ed un tale di nome Bruce (Chatwin) si incontrano . Diavolo ci pensate ? Un inglese gitano ed un cileno esiliato, ubriachi nel vento del febbraio spagnolo, che organizzano un viaggio ai confini del mondo.
Poi le cose vanno come vanno, ci sono avventure da cui non si fa ritorno, e tempo che al cileno viene  permesso il rimpatrio, l'inglese e 'ormai lontano. Stretta tra le mani una moleskine a quadretti dono di Bruce, Luis decide che i viaggi promessi vanno mantenuti . 
"Andiamo, dico al mio zaino".

E poi e' Patagonia, e' Amazzonia, e' terra di luoghi ma soprattutto di personaggi ed aneddoti. Gli appunti diventano racconti, i racconti diventano l'essenza di questi pazzi sudamericani che son tanto veri da sembrare inventati. E gli uomini sposano i luoghi ed i luoghi sposano gli uomini ed il paesaggio diviene un inevitabile tuttuno di geografia umana : nel diciottesimo campionato di bugie della Patagonia, dove si mente per essere felici e mai si confonde la bugia con l'inganno. A Manantiales, Tierra del Fuego,  dove ho guardato il mare d'inverno, dove giocavano i delfini, dove un bambino e' morto di tristezza.

Mi stappo in uno spritz, mi srotolo in uno swing, il cileno mi vivacizza mi intrappola mi emoziona e riesce a raggiungere luoghi lontani, sepolti, fin giu' nella Patagonia di me stessa.
Strizza l'occhio blu e mi seduce di nuovo, come sempre : -Andiamo, mi dice il mio zaino.-

Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Bella recensione! Direi... "sincopata" quanto si deve, e perciò gradevole.
..luoghi affascinanti che spero di vedere con i miei occhi, un giorno :-)
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'America in automobile
Java Road
Viaggio in Russia
Verso le isole luminose. Tahiti, Tuamotu, Marchesi
Cerchi infiniti. Viaggi in Giappone
Le voci di Marrakech
Fuori dal nido dell'aquila
Diario d'Irlanda
In viaggio con Erodoto
La bellezza del Giappone segreto
Una città o l'altra. Viaggi in Europa
Viaggi
Il Mediterraneo in barca
Pic
E quel che resta è per te
Viaggi con Charley