Dettagli Recensione

 
Ora e per sempre
 
Ora e per sempre 2014-09-30 19:00:52 Vale8
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Vale8 Opinione inserita da Vale8    30 Settembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un'altra delusione

Seconda recensione della trilogia "Chiedimi quello che vuoi" di Megan Maxwell, libri molto erotici e "bollenti" che hanno conquistato milioni di lettrici spagnole. I romanzi avranno conquistato i cuori delle ragazze iberiche, ma sicuramente non il mio. Dopo la prima recensione negativa di "Chiedimi quello che vuoi", speravo che la trama migliorasse di contenuto e la storia acquistasse corposità; purtroppo è accaduto solo in parte.
Judith ed Eric continuano ad amarsi follemente aggiungendo alla loro relazione libidine, lussuria, trasgressione e giochi erotici. Il primo romanzo era ambientato a Madrid, città in cui Judith viveva e lavorava, il secondo è prevalentemente ambientato a Monaco di Baviera dove Eric risiede e conduce la sua azienda farmaceutica. Judith una volta trasferitasi in Germania a casa di Eric dovrà convivere anche con il nipote a carico dell’amato, Flyn, il quale, con un doloroso passato alle spalle ed un carattere dispettoso e riservato, cercherà in diverse occasioni di ostacolare la relazione tra suo zio e la fidanzata spagnola. Non mancheranno liti, a mio avviso esagerate e futili, e riappacificazioni, usati spesso dalla scrittrice come pretesto per descrivere i loro rapporti sessuali molto spinti.
Come dicevo prima, la storia è lievemente migliorata in quanto aumentano i sentimenti e quotidianità di sfondo, vengo però sopraffatta dalla noia quando mi ritrovo a dover leggere undici pagine dettagliate di puro erotismo, orge e giochi lussuriosi. Rimangono, come nella prima recensione, molte parti erotiche, forse troppe, ripetitive, lunghe e scontate. Personalmente mi hanno annoiata a tal punto che alcune pagine le ho saltate e sono andata avanti con la lettura.
Lo stile, non raffinato, è scorrevole e rispetto al primo libro ho riscontrato meno refusi ortografici e ripetizioni.
Detto ciò devo ancora una volta sconsigliare la lettura della trilogia della Maxwell. Una lettura, secondo me, deve suscitare emozioni, "rapirmi" e coinvolgermi, con questa autrice non è successo nulla di tutto ciò.
Per me la trilogia si conclude con la lettura di questo volume, non ho intenzione di leggere oltre in quanto dopo due libri banali e noiosi non riuscirei a sopportarne un terzo. Inoltre il romanzo ha una conclusione bene definita e non un finale aperto ed incompleto che invoglia ad acquistare il successivo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli eletti
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Anche le pulci prendono la tosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il decoro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita alla finestra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)