Dettagli Recensione

 
Memorie di Adriano
 
Memorie di Adriano 2010-02-13 23:18:07 michele
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da michele    14 Febbraio, 2010

Unico

È possibile scrivere un libro immedesimandosi totalmente nel personaggio, al punto tale da operare una specie di transfert arrivando a pensare, a parlare, fors' anche ad effettuare movimenti e provare le stesse sensazioni di colui del quale si sta scrivendo? Leggendo Memorie di ...Adriano della Yourcenar non si può che dire di sì. La sensazione più incredibile, con lo scorrere della pagine, è proprio quella di dimenticare che, chi sta metaforicamente parlando nel libro, è un vero personaggio storico vissuto quasi duemila anni fa, in una alterazione temporale che ci porta a vivere nella sua epoca riuscendo allo stesso tempo spontaneamente ad attualizzare il personaggio. Tutto ciò è dovuto all' immensa abilità dell' autrice che ad una conoscenza oserei dire maniacale del periodo storico in questione unisce una capacità di analisi talmente minuziosa da presentarci quest'uomo nella completezza di tutte le sfaccettature che lo caratterizzano. L' imperatore Adriano scrive una lettere al suo nipote adottitivo e futuro successore Marco Aurelio, un escamotage per rivivere la sua vita da semplice suddito nato nella periferia dell' impero fino alla scalata alla massima onoreficenza. Adriano è un sovrano illuminato, in un' epoca dove violenza e sopraffazione sono la regola (ma quale epoca è immune da ciò ? ), egli ha un solo immenso e difficilissimo obiettivo. assicurare la pace e la prosperità nel suo regno creando le condizioni ideali per dar vita ad una rinascita anche culturale ed artistica. Un compito immane che spesso si scontra con quella che oggi chiameremmo real-politik, ma che l' imperatore riesce comunque a non derogare mai durante il periodo del suo regno. In tutto questo si intrecciano le sue vicende personali, il suo umanissimo bisogno d'amore, i suoi altrettanto terreni dubbi, il suo rapporto via via sempre più stretto col concetto di morte, e questo convivendo con una carica considerata divina che sente tale non in termini di comando, ma soltanto quando intellettivamente riesce a raggiungere la completa armonia del suo pensiero con la bellezza del mondo che lo circonda. Giustamente è stato rilevato che la figura di Adriano si staglia in un periodo di passaggio tra la fine del paganesimo e lo sviluppo del cristianesimo, in un momento senza condizionamenti dove uno spirito libero ed acuto come il suo può liberarsi completamente, e nella lettura si coglie esattamente questo aspetto come se la Yourcenar nel suo trasfert, fosse riuscita anch' essa a liberarsi di tutte quelle sovrapposizioni accumulatesi nei secoli che volenti o nolenti condizionano la nostra esistenza. Un libro non facile, elitario e bellissimo al tempo stesso, un' autrice incredibile che ci fa porre per l' ennesima volta l' ormai stucchevole domanda : Possibile che in questi anni nella lunga teoria dei Nobel non ci fosse posto per lei?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
L' uomo senza qualità di Robert Musil e Storia di Roma di Sergey Kovaliov
Trovi utile questa opinione? 
122
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Il male che gli uomini fanno
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Una buona madre
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
La maschera di marmo
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Oblio e perdono
Belle Greene
La maschera di marmo
Io, Monna Lisa
Il gran mondo
L'italiano
La regina d'oro
Il botanico inglese
Gli Effinger
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati
Barbablù