Saggistica Arte e Spettacolo La bambinaia fotografa
 

La bambinaia fotografa La bambinaia fotografa

La bambinaia fotografa

Saggistica

Editore

Casa editrice


Chi era Vivian Maier? Qual è il suo posto nella storia della fotografia del Novecento? Fotografi, artisti, critici, psicanalisti ci accompagnano nella scoperta di un’artista indiscutibile e ormai riconosciuta a livello internazionale, ci aiutano a svelare il mistero della vita di una bambinaia di professione che fece della Street Photography la sua passione segreta.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
4.0  (1)
Approfondimento 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La bambinaia fotografa 2015-01-21 07:01:11 aeglos
Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
aeglos Opinione inserita da aeglos    21 Gennaio, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ALLA SCOPERTA DI VIVIAN MAIER

In quanto amante della fotografia, vedendo un documentario in tv di questa fotografa bambinaia, mi sono appassionata molto sia alla sua vita, sia al suo modo di fare fotpografia. Dal libro, ma sopratutto dal dvd che è in allegato (attenzione, c'è da leggere i sottotitoli se non si sà l'inglese) ho imparato molto su di lei, anche se nessuno potrà mai sapere la verità. Persona alquanto ambigua, complicata, chissà nella vita cosa ha passato veramente, amava fare foto per strada ed evidenziare così i disagi e le paure della gente. Amava farsi anche selfy con una macchina fotografica che mi sarebbe tanto piaciuto avere; con questa in mano, dovendo inquadrare l'obiettivo tenendola sulla pancia e solo guardandoci dentro dall'alto, era molto più semplice fare foto alle persone senza che questi se ne accorgessero...anche se in realtà sembrano proprio guardare nell'obiettivo come per dire "cosa vuole da me questa signora?". Anche se non era certo una persona facile, probabilmente con qualche disturbo mentale che a mano a mano s'intensificava sempre più, c'è molto da imparare sulle sue fotografie e vorrei prenderne spunto. Certo è che la domanda che sorge spontanea è: "Ma lei avrebbe voluto che le foto facessero il giro del mondo?". Questo non lo sapremo mai, certo è che è stata una fortuna aver trovato i suoi negativi, parlo chiaramente come amante della fotografia. Un bene così era un peccato non farlo conoscere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri