Saggistica Scienze umane Le parole sono importanti. Dove nascono e cosa raccontano
 

Le parole sono importanti. Dove nascono e cosa raccontano Le parole sono importanti. Dove nascono e cosa raccontano

Le parole sono importanti. Dove nascono e cosa raccontano

Saggistica

Editore

Casa editrice


Quando ci raccontano l'etimologia di una parola proviamo spesso una sensazione di meraviglia, perché riconosciamo qualcosa che non sapevamo di sapere, un universo di elementi che era sotto i nostri occhi ma che non avevamo mai notato. Allora come è possibile che l'etimologia, così carica di fascino, non riceva la considerazione che merita? Eppure padroneggiare le parole nella loro storicità e non possederne solamente la scorza ha dei vantaggi. Per esempio, chi acquisisce una forma mentis etimologica sa che attribuire a qualsiasi vocabolo un solo significato è limitativo. Da questo punto di vista l'etimologia è come la poesia, perché sa offrire sempre un'immagine o un gesto che danno tridimensionalità alla parola. Inoltre, quando ne conosciamo l'archeologia, possiamo chiederci se l'uso odierno dei vocaboli conservi ancora qualcosa del significato originale e, nel caso non sia così, indagarne le ragioni. Attraverso dieci appassionanti scavi etimologici, Balzano ci dice non solo che ogni parola ha un corpo da rispettare, ma anche che non è un contenitore da riempire a piacimento. Perché ogni parola ha una sua indipendenza e una sua vita.

Recensione della Redazione QLibri

 
Le parole sono importanti. Dove nascono e cosa raccontano 2019-03-05 07:55:03 annamariabalzano43
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
annamariabalzano43 Opinione inserita da annamariabalzano43    05 Marzo, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

“Ogni parola ha una sua indipendenza e una sua vit

Soffermarsi sul significato di una parola, studiarne le sue origini, approfondirne l’uso che se ne è fatto nel tempo significa effettuare una ricerca storica che ne evidenzi la capacità di cambiare in un vitale processo dinamico.
È attraverso l’esame dell’etimo di dieci parole, tra le più significative nell’uso quotidiano, che, con il suo saggio “Le parole sono importanti”, Marco Balzano riesce a dimostrare come ognuna di esse abbia una storia che muta con il passare del tempo, come si adegui alle esigenze della vita contemporanea, pur mantenendo spesso intatta l’origine e il significato primario. Come ogni individuo conserva in sé l’imprinting della sua origine, pur mutando nel corso della vita con l’accumularsi delle esperienze, divenendo talvolta una persona assai diversa da quella che era in principio, così la parola si evolve e assume vari significati secondo l’uso che se ne fa, o secondo l’ambiente a cui si riferisce. La parola non è solo dunque una convenzione, è un contenitore che accoglie sfumature diverse: la parola dell’agorà non può essere la stessa della piattaforma del web. Essa dunque ci dice molto sui tempi vissuti come su quelli presenti, ha una voce e racconta storie che fanno la Storia.
“Le parole sono importanti” è un bellissimo studio che si addentra nel campo letterario, filosofico e sociologico con grande competenza e che si sofferma su considerazioni di tipo politico, come quando affronta il tema della democrazia e del dialogo o il significato del termine resistenza.
Un’opera breve consigliatissima non solo agli studiosi di filologia, ma anche al lettore che ami conoscere meglio il mondo che lo circonda e trovare risposte a molteplici interrogativi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Le parole sono importanti. Dove nascono e cosa raccontano 2019-05-31 13:28:40 archeomari
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
archeomari Opinione inserita da archeomari    31 Mag, 2019
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il significato primigenio delle parole

Marco Balzano è famoso come romanziere, vincitore del Premio Campiello 2015 e di altri riconoscimenti letterari. In questo piccolo ed illuminante saggio, da bravo insegnante di letteratura, Balzano pone l’accento sull’importanza dell’etimologia, sul “peso” autentico e primitivo del significato delle parole che col tempo è andato scemando fino ad una vera e propria snaturalizzazione delle stesse. Nell’ultimo quarto di secolo, la scuola ha sempre più sottratto importanza agli studi umanistici e gli studenti di oggi non sono educati alla “memoria”, divenuta un mero e freddo accumulo artificiale di dati, senza il senso della costruzione, del progetto e del vivere nella quotidianità il nostro patrimonio storico, artistico e letterario. L’etimologia dovrebbe essere una materia insegnata nelle scuole, perché l’origine delle parole ne contiene la chiave. Balzano analizza dieci parole, tra cui “felicità “, “memoria”, “amicizia”, “social” e scoprirne il significato originario sarà sconvolgente. Conoscere il significato di ciò che diciamo è importante perché nella società in cui viviamo abbiamo veramente perso il senso e la capacità di essere dei veri parlanti, dei parlanti consapevoli.
Lo stile e la scrittura assolutamente godibili e lineari. Il ricchissimo corredo bibliografico è un ottimo spunto per approfondimenti, in quanto l’autore cita recenti studi anche nel campo linguistico e sociologico.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consiglio questo piccolo libro (meno di 100 pagine) soprattutto ai giovani, affinché scoprano l’importanza dell’etimologia, non come argomento astruso, ma come chiave per la comprensione del linguaggio parlato e scritto. Segnalo particolare attenzione all’analisi delle parole : social, amicizia.
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
La legge del sognatore
Valutazione Utenti
 
3.3 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri