Profiler Profiler

Profiler

Saggistica

Editore

Casa editrice

Vi capita di chiedervi se potete fidarvi di una certa persona? Quando siete da soli a casa o per strada vi sentite al sicuro? Avete il dubbio che vostro figlio possa essere vittima di bullismo? Massimo Picozzi, criminologo ed esperto di profiling, ci insegna a «leggere» con chiarezza e rapidità persone e situazioni, a individuare i rischi potenziali della vita di tutti i giorni, a capire quando seguire l'istinto se qualcosa ci allarma e a prendere le decisioni giuste per tenere noi e i nostri cari lontani dal pericolo. Attraverso le tecniche e i segreti dei profiler, svilupperete la capacità di riconoscere in un istante i segnali di rischio e sarete in grado di scegliere il comportamento più adatto a prevenire e disinnescare qualunque tentativo di inganno, truffa, furto, aggressione e – visti i tempi – terrorismo. Non ci saranno più malintenzionati pronti ad approfittare della vostra ingenuità o disattenzione, perché saprete identificare le loro strategie di manipolazione e persuasione, ancora prima che decidano di usarle contro di voi. Saprete come vivere sicuri a casa, sul posto di lavoro, in viaggio, ma anche come difendere voi stessi e la vostra famiglia dai predatori digitali, dai molestatori, dalle violenze psicologiche. Per vivere sereni senza farsi condizionare dalla paura.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Profiler 2017-06-15 08:15:16 AndCor
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
AndCor Opinione inserita da AndCor    15 Giugno, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Come vivere "liberi" nel presente secolo

La cronaca nera è ormai parte integrante della nostra "catena alimentare" quotidiana, nella quale ogni sorta di varietà, dibattito e talk show è infarcito delle famigerate 'tre S' (sesso, sangue e soldi), con quel mezzo in punto in più o in meno di audience mediatica che può e vuole fare la differenza fra la gloria e l'infamia (di cosa?, è lecito domandarsi).
Tuttavia, il paradosso è che 'più si parla di delitti e di vittime, di raptus o premeditazione, minori sono le accortezze messe in campo per vivere sicuri': risulta quindi indispensabile proteggersi da questo bombardamento a tappeto di negatività, e alzarsi da quella comoda poltrona di apatia (non solo in senso metaforico) e divenire diretti responsabili della propria sicurezza è il primo comandamento a cui obbedire. Un discreto aiuto ce lo fornisce la figura del profiler, ovvero l'anello di congiunzione fra gli inquirenti e i detective meno esperti e un "predatore" il cui misfatto sembra un rebus impossibile da decifrare.

'Negli ultimi anni [...] non c’è contenitore di attualità, in qualunque fascia oraria, che non riservi una sostanziosa parte al "fatto criminale"', tuttavia 'La cosa più importante è rifiutarsi di essere una vittima.'(*) ed è sbagliato eccedere nel catastrofismo.

Resta il fatto oggettivo che ciascuno di noi è potenziale vittima di un malintenzionato, e il vademecum di consigli del noto criminologo ha il preciso obiettivo di addestrare la nostra consapevolezza situazionale per ridurre al minimo frodi, violenze e tutte le situazioni di pericolo che si possano perpetrare ai danni nostri e dei cari che ci circondano. Senza dimenticare terrorismo, cyberbullismo, pedofilia e 'un viaggio affascinante nella mente dei predatori'.(**)

Forse ai più, questo concetto di 'salvaguardia' potrà sembrare talmente estremo ed eccessivo da sconfinare nel paranoico o nel complottistico, ma oggi anche un semplice prelievo al bancomat sotto casa può regalarci imprevisti o sorprese sgradite: per questo, è altrettanto fondamentale il ruolo dell'istinto, che si attiva con tempismo e cerca di ricondurre ogni situazione nuova e atipica a stereotipi e modelli empirici di riferimento.

'... perché i comportamenti umani, anche i più tristi e infelici, tendono sempre a ripetersi.'


(*): Citazione di Margaret Atwood
(**): Citazione di Carlo Lucarelli

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri