Monuments men Monuments men

Monuments men

Saggistica

Editore

Casa editrice


La presentazione e le recensioni di "Monuments men. Eroi alleati, ladri nazisti e la più grande caccia al tesoro della storia", opera di Robert Edsel edita da Sperling & Kupfer. Li chiamavano Monuments Men. Erano soldati, tanto coraggiosi quanto improbabili. Un esiguo plotone di topi di biblioteca, colti e appassionati, arruolati nell'esercito alleato durante il secondo conflitto mondiale e spediti nell'Europa in fiamme con una missione precisa: salvare i capolavori dell'arte. Mentre Hitler invadeva un Paese dopo l'altro, infatti, le sue armate si impadronivano di sculture e dipinti secondo un piano sistematico per concentrare le opere più importanti nelle mani dei tedeschi. Fu così che intellettuali, artisti, direttori e conservatori di musei - su mandato di Roosevelt - si trovarono a lottare per impedire il più grande furto artistico della storia. Il loro compito era inizialmente quello di limitare i danni dovuti ai combattimenti, ma in seguito la missione si concentrò sulla localizzazione dei beni trafugati. Pochi, isolati, e senza disponibilità di uomini e mezzi, ingaggiarono la loro speciale battaglia contro il Führer. In una gara contro il tempo, irta di ostacoli, raccontata con il ritmo di un thriller, ciascuno di loro dovette ricorrere a ogni possibile stratagemma per salvare chiese e monumenti dalla distruzione, riportare alla luce collezioni inestimabili sepolte nelle viscere della terra, seguire per tutto il continente le tracce di opere uniche al mondo. Aiutati da collaboratori altrettanto oscuri e determinati - come Rose Valland, impiegata francese che corse enormi pericoli; parroci, archivisti e semplici cultori - questi strani eroi lasciarono promettenti carriere e solide posizioni per raggiungere l?epicentro della guerra, rischiando, e a volte perdendo, la vita. È grazie a loro se oggi possiamo ancora ammirare le meraviglie di Michelangelo, Leonardo, Donatello, Vermeer, Rembrandt, van Eyck e molti altri. Ed è grazie a questo libro che la loro storia viene finalmente allo scoperto. Da questo volume è tratto il nuovo, attesissimo film omonimo di George Clooney, dal cast stellare: oltre allo stesso Clooney, Matt Damon, Daniel Craig, Bill Murray, Cate Blanchett, Jean Dujardin, John Goodman e Hugh Bonneville.

Robert Edsel ha scoperto l'esistenza dei Monuments Men durante un soggiorno a Firenze, alla fine degli anni Novanta. Da allora si è dedicato interamente ad approfondire la conoscenza della loro vicenda, ottenendo testimonianze straordinarie. Ha creato la Monuments Men Foundation for the Preservation of the Art, che è stata insignita nel 2007 della National Humanities Medal, ed è stato coproduttore di The Rape of Europa, premiato documentario sui saccheggi di opere d'arte dei nazisti. È inoltre autore di Rescuing Da Vinci, un libro fotografico sull'attività dei Monuments Men. Vive a Dallas, nel Texas.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
4.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Monuments men 2013-04-21 16:50:10 misu
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
misu Opinione inserita da misu    21 Aprile, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La guerra e le opere d’arte

Ogni guerra porta con sé non solo la perdita di vite umane ma anche la distruzione di intere città e dei villaggi nonché delle opere d’arte custodite nei musei e dei monumenti presenti nei paesi coinvolti nel conflitto bellico.

“ Una volta lo si chiamava saccheggio.Ma oggi le cose devono avere un aspetto più umano. A onta di ciò, io intendo saccheggiare, e intendo farlo in maniera totale.” affermò Hermann Göring il 6 agosto 1942.

“ Qualunque cosa questi dipinti abbiano significato per gli uomini che li ammiravano una generazione fa, oggi non sono semplici opere d’arte. Oggi sono i simboli dello spirito umano e del mondo creato dalla libertà dello spirito umano [...] accettare questo lavoro oggi sigifica affermare il fine del popolo americano secondo il quale la libertà dello spirito umano e della mente umana, che ha prodotto la grande arte del mondo e tutta la sua scienza, non sarà mai distrutta.” dichiarò il presidente americano F D Roosevelt il 17 marzo 1941.

Leggendo queste due dichiarazioni si percepisce chiaramente il diverso atteggiamento verso l’arte e i monumenti da parte dei contendenti durante la seconda guerra mondilale. I nazisti intendevano fare una cosa sola : saccheggiare e accaparrarsi ogni oggetto di valore artistico presente in Europa, mentre gli angolamericani avevano l’obiettivo di salvare dalla distruzione le opere d’arte giudicate potrimonio dell’umanità.

Questo interssante libro racconta un capitolo sconosciuto e oscuro della seconda guerra mondiale: la storia di un gruppo di esperti d’arte provenienti dalle prestigiose università americane mobilitati nelle forze armate statunitensi dal presidente americano F D Roosevelt con uno scopo specifico : individuare e salvare le opere d’arte in Europa dalla distruzione.

La caccia all’opera d’arte e al singolo munumento finì per avere anche un valore simbolico, una lotta senza quartiere tra chi voleva distruggere e chi voleva salvare lo spirito libero dell’umanità. Ogni opera d’arte trafugata o salvata veniva percepita come un atto di vittoria sul nemico.

Il libro racconta dunque l’avvincente lotta tra due visioni del mondo che non si combattevano solo sui campi di battaglia ma anche nelle gallerie dei musei e nelle piazze delle città e dei villaggi distrutti.

Il libro si divide in distinte parti che tracciano un preciso percorso di lettura: dopo un intruduzione che ha lo scopo di dare al lettore un infarinatura essenziale del constesto storico e delle specifiche circostanze belliche che hanno dato luogo all’intera operazione, nella prima parte viniene illustrata la natura della missione di salvataggio messa in piedi dagli Alleati angloamericani, vengono inoltre spiegate le sue modalità di attuazione e di progettazione contrapposte al progetto hitleriano di saccheggio sistematico attuato in Europa, nella seconda parte invece viene spiegato il specifico lavoro sul campo del gruppo di uomini incaricati a portare avanti il piano di svataggio delle opere d’arte diventate bersaglio del conflitto bellico e dell’avidità nazista.

Il discorso portato avanti dall’autore risulta sempre lineare e chiaro. Tutte le informazioni veicolate nel testo non sono superflue, anzi al contrario, risultano utili alla compresione del contesto nel quale viene posto il discorso di un determinato argomento affrontato in quel momento dall’autore. Il lettore dunque viene accompagnato da un discorso generale sempre presente nel testo ad un argomento specifico trattato dall’autore senza alcuna esagerazione di nozionismo tipica di certi manuali storici zeppi di date e rifermenti storici che possono confondere e stancare il lettore, perciò il testo si presta ad una scorrevole lettura.

In conclusione un testo sicuramente interessante da leggere che ci offre l’opportunità di scoprire una pagina sconosciuta della sconda guerra mondiale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...

Si consiglia di leggere un manuale di storia contemporanea nonché qualcosa che tratti la storia della seconda guerra mondiale. È utile anche dare un’ occhiata al ruolo avuto degli Angloamericani nel secondo conflitto mondiale nonché si consiglia di leggere qualcosa sulla politica di saccheggio attuata dai nazisti nei paesi occupati in Europa.
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'eredità di Mrs Westaway
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri