Saggistica Storia e biografie Un'idea di vita
 

Un'idea di vita Un'idea di vita

Un'idea di vita

Saggistica

Editore

Casa editrice

La presentazione e le recensioni di "Un'idea di vita", saggio di Antonio Gallo. "Patiscono gli uomini tutti uno innato desiderio di tramandare ai Posteri tutto ciò che da essi loro operato ne viene di rimarchevole e glorioso per mantenerne perpetua la memoria. Quindi suole allo spesso accadere che per potere maggiormente e comodamente un tale loro desiderio per altro fortissimo ponere in esecuzione, vogliono tutte le loro gesta trascrivere nelle grande visioni che vanno poi a fedelmente conservare ai loro posteri e discendenti". Così inizia, in un italiano di quasi tre secoli fa, ciò che resta di un manoscritto del 1755, mal ridotto dal tempo e mal trattato dagli uomini, presente nella biblioteca della Parrocchia di San Bartolomeo Apostolo, nella Frazione di Novella, del Comune di Tramonti, in provincia di Salerno, sulla costa di Amalfi. E' lo stesso tipo di "patimento" che ha preso il suo Parroco don Emilio D'Antuono e l'autore di questo libro "work-in-progress". Tramandare tutto ciò che il passato ha di "rimarchevole e glorioso", degno di essere trasmesso ai posteri (se mai ve ne saranno) di questo minuscolo villaggio e della sua piccola Chiesa, entrambi fiduciosi di essere salvati dal passare del tempo e dall'incuria degli uomini. Molti sono stati i progetti di restauro e recupero della Chiesa, come diversi i tentativi delle autorità locali di dare animo e vita nuova ad un villaggio che, alla pari di altri simili villaggi, si sta spopolando e rischia una silenziosa fine. Non passerà molto tempo, infatti, che le case di questi borghi, di una bellezza unica ed incomparabile, saranno popolate solo da fantasmi del passato o da residenti superstiti senza memoria e senza un futuro. Prima che tutto questo avvenga, prima che la memoria orale scompaia del tutto e che il Parroco don Emilio D'Antuono, dopo 40 anni, lasci il suo servizio pastorale, con la pubblicazione di questo libro desideriamo perpetuare la memoria storica di questi posti ricordando quanto Sant'Agostino ebbe a dire in proposito: "Non esiste il passato, il presente e il futuro. Esiste la presenza del passato, la presenza del presente, la presenza del futuro". Ognuno di noi ha un'idea della vita, di come vorrebbe viverla in tutte le sue pieghe possibili, nascoste ed introvabili, ideali e reali, concrete ed astratte. La vita propria e quella degli altri si confrontano e si incontrano, si incrociano, spesso si scontrano oppure sono destinate a non incontrarsi mai. La famiglia, l'ambiente, le relazioni umane, quelle sociali, sono variabili universali che si materializzano in fatti concreti come le scuole, le biblioteche, gli uffici, i servizi, le fabbriche, gli ospedali. Durante il viaggio terreno di ognuno di noi, che ha inizio nel grembo materno per concludersi su quel piccolo pezzo di terra che la natura ci riserva, tutti aspirano ad una vita migliore in termini di qualità, che non é però un prodotto di mercato. Sono ben altri i "prodotti" di cui l'uomo ha bisogno per vivere meglio. Spesso è merce non comune, non in vendita, anche se non costa nulla, e la si può trovare senza grandi sforzi. Basta volerlo. Preziosa, astratta e leggera, fatta di amore e di sentimenti, di pensieri ed illusioni. Difficilmente gli esseri umani riescono a goderne, ma sono "prodotti" ai quali tutti anelano, si affaticano a cercare, lottano per difenderli se riescono ad averli. Molti li ignorano, perché hanno fatto altre scelte e così non sapranno mai cosa si sono persi. Eppure, esiste la possibilità di costruire "un'idea di vita" che possa conciliare il reale e l'ideale, la tradizione e la modernità, il nuovo e l'antico. Siamo convinti che l'uomo, per realizzare il suo sogno di un'idea di vita possibile, debba partire dalla conoscenza della tradizione, dalla difesa della memoria, dalla conservazione dei sentimenti che lo legano al suo passato. Questo è il senso di questo viaggio che diventa libro, alla scoperta di un minuscolo Villaggio e di un'antica Chiesa, degni di essere salvati in nome di un' "idea di vita".



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.7
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuti 
 
5.0  (2)
Approfondimento 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Un'idea di vita 2009-04-01 18:03:13 Roberta D'Ottavio
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da Roberta D'Ottavio    01 Aprile, 2009

Angoli di Paradiso

Ho avuto il piacere di leggere questo libro...L'ho trovato davvero bello, prof, e non lo dico per buttare parole al vento. Mi permetto di commentare la sua recensione: non credo che la gente dimentichi i borghi antichi come questo narrato...forse gli fa comodo dimenticarli, così da non permettere ad altri di venirne a conoscenza. E non credo che sia tanto male come cosa... Se tutti venissero a conoscenza di questi pochi luoghi rimasti, ancora benedetti dal Signore ed immacolati, questi stessi sarebbero deturpati dalla gente stessa, e perderebbero quel mistero di "antico" che ancora conservano. In questo modo, seppure solo pochi "eletti" avranno modo di visitarli, almeno avremo una minima speranza che arriveranno anche ai posteri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Un'idea di vita 2008-05-20 23:07:08 galloway
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
galloway Opinione inserita da galloway    21 Mag, 2008
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Può un bibliomane recensire se stesso?

La domanda non è peregrina, nè tanto meno provocatoria, è solo una domanda possibile e plausibile: può uno che scrive in rete e altrove, in cartaceo o in digitale, può questa persona scrivere del suo ultimo libro scritto per il recupero di una antica piccola Chiesa in Costa d'Amalfi, disponibile anche in rete gratis? Io credo di sì, se si pensa che ognuno deve credere in quello che fa.



Se non ci crede prima lui stesso, chi ci deve, dopo tutto, credere? Forse chi scrive per criticare, senza sapere cosa ha letto e se ha letto? Chi si crede un critico, addetto, quindi, a stroncare o a leccare chi ha scritto qualcosa? Chi scrive per invidia contro, ritenendosi il depositario di tutte le qualità artistiche possibili, oppure uno che lo fa solo perchè è pagato per farlo, e adula senza sapere ciò che scrive?



Ecco, allora, perchè ho deciso di recensire io stesso il libro che è in rete ed è dipsonibile a stampa. Dopo tutto, il volume ha un fine non speculativo e i proventi dovranno servire a salvare un'antica Chiesa di un minuscolo Villaggio in Costiera Amalfitana che rischiano di scomparire.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha a cuore le sorti dei beni culturali di questo Paese
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri