Narrativa straniera Romanzi erotici Contratto di passione
 

Contratto di passione Contratto di passione

Contratto di passione

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La conclusione di una trilogia ad alta tensione erotica. Carolina Conte è innamorata fin da quando era piccola del migliore amico del fratello Michael, Max Gray. Ma benché adesso sia cresciuta, si sia laureata e lavori nell’azienda di Michael di cui Max è CEO, la sua famiglia continua a trattarla come il brutto anatroccolo di casa e Max sembra notarla appena. Finché, complice una conferenza con cena a seguire, Carolina e Max trascorrono insieme una notte di passione cui segue, per imposizione della famiglia, un matrimonio riparatore. Max si sente in trappola, Carolina è furiosa, il matrimonio inizia con una guerra… combattuta in camera da letto senza esclusione di colpi.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.5  (2)
Contenuto 
 
2.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Contratto di passione 2014-01-16 13:11:33 Amarilli73
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    16 Gennaio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le italiane viste all'estero

Terzo ma non ultimo volume della serie “Marriage to a Billionaire”, incentrata sui matrimoni combinati che si trasformano poi in vere nozze d’amore. Se nei primi due casi le unioni venivano decise per affari (ottenere una consistente eredità, da un lato, e sfuggire ad una madre italiana ed apprensiva, dall’altro), qui viene chiamato in causa il vero e proprio matrimonio riparatore.

A mio modesto parere l’escamotage – visto che siamo nel mondo occidentale e nel ventunesimo secolo – fa acqua da tutte le parti, per cui ai lettori viene davvero richiesto un atto di fede per accettare le premesse della storia di Carolina Conte (sorella del “conte” Michael) e di Max, migliore amico del di lei fratello. Ma chi riesce a credere che in Italia (Bergamo, poi) ci si spaventi ancora per le ragazze “compromesse”?

Altro aspetto poco convincente è il carattere della protagonista. Nulla a che vedere con Alexa, la proprietaria di libreria che tanto mi era piaciuta, e la fotografa di moda Maggie.
Qui la piccola di casa Conte, con tanto di strombazzata laurea alla Bocconi, non riesce ad inventarsi niente di più originale per conquistare l’uomo dei sogni che esibire centimetri di pelle nuda, tanga minuscoli e seni “pesanti ma portati con leggerezza” senza reggiseno (ma come si farà? Altra licenza poetica su cui il lettore deve sorvolare?).

Insomma, un tripudio di stereotipi e macchiette finto italiane, con in più la promozione dell’idea che in questo nostro vituperato paese le eroine siano procaci idiote romantiche, pure costrette a matrimoni riparatori da famiglie medievali.
Un romance nella media, per carità, ma senza le scintille che avevo provato per gli altri episodi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I precedenti volumi della serie
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Contratto di passione 2013-10-22 17:17:43 piccicuia
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
piccicuia Opinione inserita da piccicuia    22 Ottobre, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

MAGIC MIKE RESTA MAGIC

Adoro Contratto Indecente perchè la storia mi era nuova e bella, ma devo dire che ripetuta più volte può risultare un po' stancante. E la cosa si è potuta vedere benissimo con Contratto fatale. E con Contratto di passione?
A parte che la trama lascia un po' a desiderare, perciò se non l'avete letta, non leggetela!
Come molti altri libri, la trama infatti comincia dalla fine. Male. Malissimo.

Questa volta siamo di nuovo nella rumorosa quanto grande Mela a dispetto della nazionalità dei protagonisti (italiani). Carolina è la sorella di Micheal Conte (secondo libro della serie) mentre Max è il migliore amico di suo fratello. Per cui i due sono cresciuti a stretto contatto, quasi fossero fratelli. E proprio così che vede la dolce e ancora innocente Carolina, la quale invece è sempre stata stracotta di lui.
Max parte per costruire se stesso e per aiutare il suo amico a fondare l'impero della famiglia Conte in America, lei va all'università, demolisce quei chili di troppo e quei vestiti over size che indossava per non far trapelare niente e diventa così, una donna tutto mondo.
Si trasferisce in America per aiutare nella Dolce Maggie e si scontra con il suo vecchio quanto non corrisposto, amore.
Max che si considera un fratello a tutti gli effetti, cerca di intimorire gli eventuali corteggiatori di lei e al tempo stesso, tenta di inculcargli in quella dura testolina che la verginità è un fatto importante da considerare. E perderla con un uomo qualunque è assolutamente erroneo!
A questo punto, perchè non offrirsi come volontario?
E no, Max non può anche se lo vuole con tutto se stesso.
Primo: perchè c'è di mezzo Micheal, il suo migliore e fidato amico a cui mai rinuncerebbe.
Secondo: perchè tiene troppo rispetto per la famiglia di lei e per sua madre.
Terzo: non vuole assolutamente diventare come il padre.
Quattro: è di otto anni più grande.
Ma ci riuscirà?
Mmmh.

Quanto all'aspetto sessuale ho trovato alcuni punti che mi sembrano un po' esagerati:
-Ma lei non è vergine? Come si fa a non sentire un po' di dolore durante il rapporto, dopo o almeno il giorno seguente? E dopo tutto quel rapporto? Mah!
-Si può vedere Magic Mike accanto a una donna italiana di sessant'anni e per di più dalla mente molto chiusa e conservatrice? E considerarlo un porno femminile?
-E qui mi arrabbio: si può affermare spensieratamente che gli addominali di Channing Tatum non possono neppure essere presi in considerazione?
No.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri