Narrativa straniera Romanzi storici L'arciere di Azincourt
 

L'arciere di Azincourt L'arciere di Azincourt

L'arciere di Azincourt

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Quella di Azincourt è una delle battaglie più famose della storia, teatro di uno scontro disperato tra l'esercito inglese e quello francese. Era il 25 ottobre 1415. Per gli inglesi rappresentò una straordinaria vittoria, che assunse dimensioni epiche molto prima che Shakespeare la immortalasse nel suo Enrico V... Nicholas Hook è un arciere inglese di umili origini che, per salvarsi da una condanna a morte, parte come mercenario per difendere Soissons, la città in mano al duca di Borgogna. Le informazioni che riporta in patria sulle atrocità dell'assedio, unite alla sua abilità nel combattere, gli fanno guadagnare credito presso re Enrico V, che lo vuole con sé nella campagna diretta alla conquista della corona francese. Là, sulla piana di Azincourt, i nemici, in netta superiorità numerica, verranno sconfitti in una battaglia nella quale Hook avrà un ruolo cruciale.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'arciere di Azincourt 2013-09-26 19:57:02 Carpineti
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Carpineti Opinione inserita da Carpineti    26 Settembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cornwell sottotono

La figura dell'arciere, un ruolo chiave nelle guerre del 1400 viene approfondita e a giusto titolo valorizzata. Soprattutto si approfondiscono tutti i temi legati agli strumenti dell'arciere dalla costruzione di una freccia alla scelta del legno più adatto per la costruzione di un arco, che se ai giorni d'oggi ricorda un giocattolo da bambini o l'epoca dei Pellerossa, per diversi secoli nelle guerre ha avuto un ruolo chiave, a volte anche sottovalutato. I maestri e' risaputo in questo campo erano gli inglesi e in questo libro che è soprattutto un racconto romanzato di un fatto storico, gli arcieri dell'esercito di Enrico V svolgono un ruolo chiave per la vittoria di una grande battaglia contro i francesi.
I fili principali necessari per tessere il racconto sono tutti presenti e compongono un tessuto narrativo ben bilanciato: abbiamo un contesto storico ben delineato, abbiamo un protagonista arciere e una diatriba famigliare, c'è una guerra, chiaramente, e una storia d'amore che lega il tutto.
Il libro e' scritto bene, e' scorrevole, avvincente ma...per un verso l'ho trovato un po' "insipido". Mi spiego meglio. Il libro ruota attorno alla campagna militare voluta dal re Enrico V e tutte le pagine creano una grossissima aspettativa per lo scontro con l'esercito francese che alla fine effettivamente divampa in modo sanguinoso e brutale e viene anche ben raccontato, ma, tutto il libro e'una preparazione strategica e psicologica alle ultime settantacinque pagine. Ribadisco, un finale da urlo,con un intero libro in buona parte preparatorio all'epilogo. Questo il lato negativo di un libro che ho apprezzato; i personaggi sono intriganti, la storia e' interessante e ben delineata e lo scontro finale con questo enorme clangore, nel fango sotto una pioggia di febbre potrebbe essere preso in esame per un cast cinematografico.
Consigliarlo? Cornwell ha lavorato meglio in altri romanzi, soprattutto napoleonici...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mastro Geppetto
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La sconosciuta della Senna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri