Narrativa straniera Romanzi storici La rovina di Mrs Robinson
 

La rovina di Mrs Robinson La rovina di Mrs Robinson

La rovina di Mrs Robinson

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Londra, 1857. Davanti al neonato Tribunale per i divorzi civili compaiono i legali di Henry Robinson, facoltoso e gretto ingegnere di Edimburgo, che sostiene di essere stato tradito dalla moglie Isabella con un altro uomo, il dottor Edward Lane. La vicenda è una storia vera. L'unica prova che viene consegnata al giudice è un diario in cui compaiono gli struggimenti di Isabella per un medico molto più giovane di lei, stimato precursore dell'idroterapia, il cui stabilimento termale veniva frequentato fra gli altri da Charles Darwin. Così, anche se la lettura di alcuni brani non chiarisce cosa sia successo veramente, solo un miracolo potrebbe far desistere un tribunale presieduto da tre giudici anziani e conservatori dal condannare la donna. Una donna che per di più dimostra di avere, secondo gli studi frenologici del tempo, l'organo della Amatività eccessivamente sviluppato e quello della Venerazione di dimensioni assai ridotte. Una donna che descrive nel suo diario comportamenti considerati così licenziosi da far allontanare il pubblico femminile dall'aula del tribunale quando vengono letti stralci del suo diario. Il verdetto sembra scontato, ma ecco il colpo di scena: i legali del dottor Lane escogitano una linea difensiva. Isabella è affetta da un «disturbo uterino», un'agitazione patologica che allude alla sua accentuata sensualità (ninfomania, erotomania) e il diario in questione non è che una «prova di romanzo» in cui i fatti, per quanto realistici, non sono da considerarsi reali. Isabella, insomma, viene disegnata come una sorta di Madame Bovary (negli stessi anni che in Francia veniva pubblicato il libro di Flaubert) che confonde realtà e immaginazione e in grado di stimolarsi anche solo con le parole. Isabella si umilia e si sacrifica, e il «ritorno del rimosso » è ancora per qualche anno scongiurato.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La rovina di Mrs Robinson 2021-04-07 20:24:53 ALI77
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    07 Aprile, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ISABELLA: VITTIMA DELLA SOCIETA' VITTORIANA

Siamo a Londra nel 1857 e per la prima volta viene istituito il Tribunale per i divorzi, il 14 giugno si presenta Henry Oliver Robinson, ingegnere civile che sosteneva che la moglie Isabella avesse commesso adulterio e portò come prova il suo diario.

L'autrice ci fa conoscere la vera storia di Isabella, partendo dall'infanzia, passando dal primo matrimonio, alla nascita del primogenito, agli anni da vedova, fino all'incontro e alle seconde nozze con Henry Robinson.

Henry non è uomo integerrimo come vogliono farci credere durante il processo, è un uomo avido, egoista, pieno di sé, che ha avuto numerose amanti, dei figli illegittimi, che ha tentato di derubare Isabella della propria eredità. Non ha mai amato la donna e la trascurava.

Per la legge dell'epoca il marito doveva dimostrare solo l'infedeltà della moglie, mentre la donna doveva provare il fatto che l'avesse tradita, abbandonata, trattata con crudeltà o che si fosse macchiato di qualche crimine tipo la bigamia, l'incesto, lo stupro o la sodomia.

Naturalmente per le donne era sempre più difficile divorziare.

Nel corso del testo vediamo come i vari testimoni e le prove, andassero in un qual modo sempre a giustificare le azioni dell'uomo e a preservare la sua reputazione a discapito di Isabella. Il tradimento che aveva commesso la donna era più grave di quelli che abitualmente faceva il marito.

Isabella in questo processo è vittima delle credenze dell'epoca, nel libro ci viene spiegato bene cosa sia la "frenologia", ovvero la teoria scientifica sviluppatosi nell'Ottocento e oggi ormai abbandonata, secondo la quale dalla conformazione del cranio è possibile ricostruire le qualità psichiche dell'individuo compresa la sua personalità. In questo caso Isabella, secondo gli esperti dell'epoca, aveva una parte molto sviluppata del cervello che la portava ad avere una predisposizione per amare in maniera eccessiva.

Durante il processo furono lette alcune parti del diario che scandalizzarono molti dei presenti, all'interno del quale c'erano dei passaggi molto espliciti e delle descrizioni particolari quasi erotiche.

Uno scandalo per la buona società inglese dell'epoca vittoriana.

La stessa Isabella nel diario ad un certo punto, dà la colpa del suo comportamento solo a se stessa, anche lei succube dei pregiudizi dell'epoca in cui viveva.

Ho trovato da subito coinvolgente e interessante la scrittura dell'autrice che è riuscita con una ricostruzione storica accurata e credibile a descriverci la storia vera di Isabella Robinson, vittima più della società e dell'epoca in cui ha vissuto che di aver commesso qualcosa di sbagliato.

Nel testo ci sono moltissimi riferimenti ad autori e opere dell'Ottocento, compresa la mia amata Gaskell, quindi è sicuramente un testo da tenere d'occhio se amate l'epoca vittoriana.

La società dell'epoca era bigotta, maschilista e ipocrita, considera l'uomo come la vittima, a cui è concesso tutto e la donna finisce sempre per essere il carnefice. Isabella è una donna che doveva essere per forza malata, doveva avere qualcosa che non andava per avere un desiderio sessuale così sviluppato. L'autrice quindi con arguzia di particolari e con un'ottima ricerca, anche attraverso dei documenti originali, tende a descriverci quello che è successo, non esprimendo giudizi ma facendoci conoscere la storia di Isabella, una donna che ha solo la colpa di essere nata nell'epoca vittoriana.

Questo libro mi ha insegnato molto e sono contenta di aver scoperto questa autrice, che continuerò a leggere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
gli altri libri di Kate Summerscale
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
La rovina di Mrs Robinson 2019-06-03 08:28:34 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    03 Giugno, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Isabella, Edward e... Jacob? No, Henry!

Ammetto di aver acquistato questo libro sull'onda dell'entusiasmo per lo stile dell'autrice Kate Summerscale, che già avevo adorato in “Omicidio a Road Hill House”. La struttura di quel volume viene riproposta in “La rovina di Mrs Robinson”, riportando alla luce un reale caso giudiziario che vedeva come imputata una donna accusata di adulterio e -soprattutto- di provare dei desideri licenziosi, annotati fedelmente su un diario scabroso; una vicenda destinata ovviamente a sconvolgere la società benpensante e puritana dell'Inghilterra vittoriana.
Il volume segue gli eventi dal primo matrimonio della futura Mrs Robinson fino al destino di quasi tutti i personaggi rilevanti, soffermandosi soprattutto sul periodo in cui la protagonista intreccia una relazione clandestina con un uomo sposato e molto più giovane e sul conseguente processo quando il marito scopre la tresca proprio grazie del diario segreto della moglie.
Oltre ai personaggi principali, fanno la loro comparsa anche parecchie figure storiche di rilievo come uno dei padri della frenologia George Combe e i medici reali Bennet e Locock, ma a spiccare tra tutti è sicuramente il naturalista Charles Darwin.
L’autrice approfitta anche dei molti spunti della vicenda per esaminarne nel dettaglio alcuni elementi interessanti, come la neonata moda di redigere e, a volte, pubblicare dei diari personali, le storie familiari dietro le prime richieste di divorzio tra rappresentanti della classe borghese (come quello dei Robinson, appunto) o ancora la concezione del ruolo femminile all’epoca, specialmente in relazione alla sfera sessuale.
Confrontato alla sua opera più celebre, ho ritrovato intatto lo stile puntuale e coinvolgente della Summerscale che, senza mai sbilanciarsi con le sue opinioni personali, fornisce al lettore un quadro fedele dei fatti ottenuto grazie ad un enorme lavoro di ricerca sui documenti dell’epoca. Purtroppo, rispetto alla cronaca di un delitto, specialmente in un contesto familiare tanto particolare, l’infelice matrimonio di Mrs Robinson è decisamente meno coinvolgente, anche perché il lettore già può intuire da principio come si evolveranno le vicende.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno di vetro
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
In silenzio si uccide
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La congiura dei suicidi
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il sogno di Ryosuke
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Lepanto nel cuore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La regina d'oro
Il botanico inglese
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati
Barbablù
L'infermiera di Hitler
La saga di Vigdis
Partenza in gruppo
Il disertore
L'arte dell'henné a Jaipur
Il libro dei bambini
L'alba del mondo