Dettagli Recensione

 
L'oltraggio
 
L'oltraggio 2015-02-20 21:26:40 Vincenzo1972
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Vincenzo1972 Opinione inserita da Vincenzo1972    20 Febbraio, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Di Erotico c'è solo la copertina...

Ci sono fenomeni inspiegabili, talmente incomprensibili per la ragione umana che probabilmente sono destinati a rimanere tali in eterno: non so, immaginate per esempio il mistero che avvolge la nascita dell'universo, il bing bang, le enormi forze di gravitazione generate dai buchi neri, la particella di Dio e chi più ne ha più ne metta...
Ma quello su cui sicuramente nessuno scienziato al mondo, vivente o di prossima generazione, troverà mai una spiegazione logica è: perchè migliaia e migliaia di donne hanno comprato e apprezzato '50 sfumature di grigio' ? E, non soddisfatte, hanno persino riempito le sale cinematografiche di mezzo mondo per rivivere in 2D l'avventura erotica che vede coinvolti Anastasia Steele ed il famigerato Mr.Grigio, al fine di cogliere meglio tutte le sue sfumature, forse non troppo evidenti sulla carta..
E se vi chiedete cosa c'entri in questo commento il romanzo di E.L. James, per gli amici Erika, ahimè, purtroppo un collegamento c'è.. perchè quel romanzo ha contagiato come un'epidemia la quasi totalità del genere femminile occidentale e, come la più temibile delle pestilenze, non solo infetta la mente delle povere malcapitate ma genera anche untori.
Come la nostra Sara Bilotti, untrice.. ehm scusate, scrittrice al suo esordio (se si esclude una serie di racconti) col romanzo L'oltraggio, che sappiamo già essere il primo di una trilogia.. eh già, perchè analogamente al ceppo virale delle sfumature, anche questa variante nostrana si diffonderà in tre ondate successive.
Ma non vorrei soffermarmi sull'autrice, la cui scaltrezza nell'approfittare dell'onda mediatica scatenata dal successo della collega Erika è quasi ammirevole, a mio parere.
Vorrei invece soffermarmi sulle lettrici, per capire, se possibile, come si possa rimanere affascinati e farsi coinvolgere da tali romanzi.
Ho sempre ritenuto estremamente difficile scrivere un romanzo erotico, non è affatto semplice sollecitare quelle corde della psiche (e non solo) facendo uso esclusivo delle parole e senza scadere nella volgarità. Richiede una scelta accurata dei termini, richiede una profonda conoscenza dell'animo umano e delle sue reazioni, al maschile e al femminile, saper raccontare una storia che sia in grado di generare una 'tensione' erotica. A pensarci bene è sicuramente più semplice suscitare sensazioni di paura, terrore, forse perchè più 'comuni' e meno legate alla sensibilità individuale.
Ho sempre immaginato però che la chiave del successo per romanzi di questo genere sia nella costruzione di una trama in cui la lettrice (escludo volutamente i lettori, perchè statisticamente poco interessati a questa categoria letteraria) possa calarsi come in un sogno e viverlo come tale, dando libero sfogo alla sua fantasia; non è quindi fondamentale l'ambientazione, potrebbe anche essere fantastica, surreale, è importante a mio parere la caratterizzazione dei personaggi che dev'essere quanto più possibile vicino alla realtà.. ed in questo forse gli autori giapponesi rappresentano l'eccellenza.
Per questo mi chiedo come possa aver ricevuto tanto successo un romanzo come "50 sfumature di grigio", in cui la protagonista Anastasia si presenta come una studentessa americana di 21 anni, bellissima e vergine... vergine?!? a 21 anni, in America, Washington, vergine?!?! E già per questo sarebbe da inserire nel guinness dei record..
Ma come se non bastasse, Anastasia sembra quasi del tutto analfabeta in materia sessuale.. insomma una vera 'rincoglionita' .. perdonatemi il termine .. al cui confronto persino la compianta Lucia Mondella degli sposi promessi sembrerebbe Moana Pozzi.
E per finire, cosa fa Anastasia? S'invaghisce del belloccio, ricco ed impenetrabiile Mr. Grey che le sottopone alla firma un contratto di schiavitù sessuale...
Allora io mi chiedo: come può una donna immedesimarsi in Anastasia? Come può trarre piacere o un qualsiasi altro tipo di sensazione, che non sia ribrezzo, da una storia simile?
Il romanzo di Sara Bilotti segue la stessa scia: la protagonista femminile, Eleonora, è una donna 'ovviamente' attraente, che dopo l'ennesima delusione amorosa si rifugia presso villa Bruges, nell'agro fiorentino, dove dimora l'amica di infanzia Corinne col suo compagno Alessandro, il signor Grey di turno, che di sfumature ne ha davvero tante essendo reduce da un trauma infantile molto grave.
A ciò si aggiunge anche Emanuele, fratello di Alessandro, ancor più sfumato di lui e quindi altrettanto seducente. Potete quindi immaginare le difficoltà di Eleonora nel districarsi tra tante sfumature mascoline, tanto più che la nostra Eleonora, onore all'Italia, a differenza di Anastasia Steele, non è certo una verginella.. anzi sembra continuamente sollecitata da desideri sfrontati che farebbero impallidire la ninfomane più accanita.
Ad onor del vero, devo quindi ammettere che nell'Oltraggio di Sara Bilotti non stona tanto l'assurdità dei personaggi (nonostante io faccia immensa fatica ad immaginare, per esempio, una donna con la personalità di Corinne, o meglio dovrei dire assenza di personalità) ma si avverte una carenza di stile, il racconto molto spesso è piatto e ripetitivo e non coinvolge neanche nei momenti più 'caldi'.
Dubito che i due sequel mostreranno maggiore spessore letterario, quindi rinuncio nel prosieguo della storia consapevole che rimarrà così insoddisfatta la curiosità di scoprire come evolveranno gli intrecci amorosi in villa Bruges (anche se, tenendo conto che si tratta di una trilogia e che la protagonista Eleonora già mostra una particolare predisposizione per i triangoli erotici, un pronostico sarebbe facilmente ipotizzabile).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

8 risultati - visualizzati 1 - 8
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

gracy
21 Febbraio, 2015
Ultimo aggiornamento:
21 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Quoto, anzi straquoto tutte le tue considerazioni, lo sto terminando di leggere, mi manca il 20% dell'ebook di questo oltraggio al lettore. Sono davvero delusa. Sara che con la sua prima raccolta di racconti aveva dimostrato talento nel genere adesso si rivela un marchio totalmente diverso e poi Einaudi è la vera rivelazione in questo contesto, tra l'altro anche fuorviante, spacciare un noir erotico, ma dove?? Ma cosa? Dillo che hai bisogno di fare cassa e in prossimità dell'uscita delle 50/50 sfumature cinematografiche questa trilogia della fiera delle banalità cade a pennello (per restare in tema). Ma davvero i lettori sono così distratti? No grazie, buona lettura a tutte le lettrici di prima mano.... A sbavare per due individui da neurolettici, ma di quelli forti. Davvero, lo dico a malincuore, Sara poteva fare molto di più, ma è evidentemente questo è quel di più che a noi mon piace. Pazienza.
gracy
21 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Stavo modificando e invece si è cancellato il mio commento. Noooo
In risposta ad un precedente commento
Cristina72
21 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
@Gracy: spacciare (e recensire) banalità col tono enfatico di chi sta parlando di alta letteratura è di gran moda.
molto esaustivo Vincenzo!
non ho parole..
Fonta
22 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Avevo letto ed apprezzato "Nella Carne" di Sara...tanto noir! Peccato si sia giunti a questo noir-erotico!
pirata miope
22 Febbraio, 2015
Ultimo aggiornamento:
22 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
io ho una teoria molto prosaica magari tutta da smontare con analisi dotte di varia natura: le gente compra questa paccottiglia letteraria, pubblicata da editori di serie A, perché si vergogna di guardare You porn o di comprare pornografia, che nella sua nudità è meno torbida e sporca.
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
22 Febbraio, 2015
Ultimo aggiornamento:
22 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Io sono sempre piu' allucinata dalla robaccia che pubblicano signore case editrici. E badate che leggo di tutto, anche la narrativa piu' semplice. Mi sembra che stia diventando tutto SOLO commerciale, a discapito del resto.
Insomma gente che scriveva schifezze c'e' sempre stata e sempre ci sara', il punto e' che ora le c.e. pubblicano senza ritegno. E la gente se li compra. Siamo in piena decadenza, non ci si scappa.
In risposta ad un precedente commento
Vincenzo1972
22 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
A scanso di equivoci, vorrei precisare che non l'ho comprato... ;-)
8 risultati - visualizzati 1 - 8

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Del nostro meglio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La vita intima
Valutazione Utenti
 
2.5 (2)
La libreria dei gatti neri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caminito. Un aprile del commissario Ricciardi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un giorno come un altro
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bell'abissina
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Schiava della libertà
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ombre
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
I ragazzi di Biloxi
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La vendetta del ragno
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole cose da nulla
Valutazione Utenti
 
3.5 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Ivan
Il gioco
Ogni tuo respiro
L'oltraggio
Ghiaccio salato
L'istinto di una donna
Solo questione di prezzo
Prova a lasciarti andare
Neve fresca
L'uomo dei sogni
Una ragione per dirti di no
Per tutto l'amore. Prima e dopo di te
Lo strappo
Il silenzio di un batter d'ali
Per tutti gli sbagli
Ti stavo aspettando