Dettagli Recensione

 
Cinquanta sfumature di rosso
 
Cinquanta sfumature di rosso 2021-01-12 18:54:15 Lady Aileen
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Lady Aileen Opinione inserita da Lady Aileen    12 Gennaio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il più noioso e inutile dei tre

A distanza di quasi dieci anni ho terminato la trilogia erotica che vede protagonisti la SenzaSpinaDorsale Anastasia Steele e il miliardario psicopatico tormentato Christian Gray.
Più che leggerlo, mi sono buttata sull'audiobook visto che il precedente mi aveva aiutato parecchie volte ad addormentarmi.
La trilogia va letta nel suo ordine di pubblicazione perché i volumi sono strettamente collegati quindi da questo punto in poi parto con gli spoiler.
Il volume precedente si conclude con Anastasia che convola a nozze con Christian mentre Jack Hyde trama nell'ombra in cerca di vendetta. Se volessi riassumere questo libro si potrebbe dire: viaggio di nozze della coppia, incidente al padre di Ana, vacanza ad Aspen, tentativi di vendetta di Jack (legami con Gray), il suo arresto (aiutato da due "insospettabili") e l'arrivo della prole della coppia.
Stavolta a caratterizzare la storia, oltre alle immancabili, noiose e numerose scene di sesso e i continui litigi della coppia, c'è anche una piega pseudo-thriller.
Anche in questo caso il volume è parecchio lungo ma la trama è ridottissima. Senza contare che ha sempre la stessa struttura: evento, scena di sesso, evento, scena di sesso, evento scena di sesso e così via. Eventi che il più delle volte sono serviti solo ad allungare il brodo.
Questo è sicuramente il peggiore dei tre perché è di una ripetitività disarmante, è il più sdolcinato e il più inutile.
La caratterizzazione dei personaggi: lui psicopatico maniaco del controllo (mi meraviglio che non abbia deciso di microcippare Ana) ma più mansueto e Anastasia la solita idiota, accomodante quando non doveva e con spina dorsale nei momenti inopportuni.
Stendiamo un velo pietoso anche sulla tematica BDSM.
Uno stile di scrittura scialbo e povero. Fatico ancora a capire il successo di una storia così superficiale. Ringraziamo il cielo che all'autrice non è venuta voglia di scrivere un libro su Katherine Kavanagh e Mia Grey.
Secondo me, con una buona scrittura, una buona sfoltita e una seria ricerca sul BDSM poteva essere un romanzo più interessante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Ma questo libro è ancora in circolazione?!
Seguo volentieri il tuo consiglio (no lettura).
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)