Saggistica Scienze umane Piccola bussola etica per il mondo che viene
 

Piccola bussola etica per il mondo che viene Piccola bussola etica per il mondo che viene

Piccola bussola etica per il mondo che viene

Saggistica

Editore

Casa editrice

Internet e i social network, il reale e il virtuale, i diritti e gli abusi di potere, le contraddizioni del capitalismo e l’attivismo politico, la forza e la debolezza della democrazia. E ancora, le questioni senza tempo come la bellezza, la morte, la solidarietà, la giustizia. Fernando Savater parla ai ragazzi di temi concreti, d’attualità e di urgenza pratica. E di come ragionare, di cosa fare, di come affrontare le scelte che il presente comporta.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
2.7
Stile 
 
2.5  (2)
Contenuti 
 
2.5  (2)
Approfondimento 
 
2.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Piccola bussola etica per il mondo che viene 2015-02-27 15:57:38 pirata miope
Voto medio 
 
3.2
Stile 
 
2.0
Contenuti 
 
3.0
Approfondimento 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
pirata miope Opinione inserita da pirata miope    27 Febbraio, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

STATE ALLEGRI!

“Piccola bussola etica per il mondo che viene” di Fernando Savater è un aggiornamento di “Etica per un figlio” scritta venti anni fa per fare da supporto agli insegnanti di etica, materia introdotta in Spagna come alternativa all’ora di religione. Oggi come allora il filosofo si rivolge soprattutto ai giovani, che devono affrontare l’ingresso nella vita adulta. alle domande dei quali egli risponde, rinnovando la tradizione della diatriba cinica, nella quale per dare efficacia all’argomentazione si immaginava la presenza di un interlocutore con cui dialogare. Savater continua a ritenere l’etica, intesa come scelta razionale del tipo di vita che ciascuno vuole vivere, uomo fra gli uomini, un punto di riferimento saldo di fronte alle perenni problematiche dell’esistere e a quelle interenti alle rivoluziona tecnologica del terzo millennio: se si affrontano questioni come l’amore, l’amicizia, la morte e la solitudine ci si rende conto che l’umanità che naviga in internet e dimora sui social network non è diversa da quella di duemilacinquecento anni fa, ne è esempio il fascino universale delle poesie di Saffo. Il filosofo evita il tono saccente del maestro, tanto più che le sue certezze non sono molte: egli ad esempio non ha fede in Dio, ma neppure ne esclude l’esistenza, cosi come è convinto che la felicità non sia alla nostra portata e che sia piuttosto saggio accontentarci dell’allegria. Agnosticismo, abdicazione dai dogmi, trovare appagamento nel probabile, vivere seguendo la ragione, paiono quasi una rivisitazione in chiave contemporanea dei precetti della varie filosofie classiche. Tanto più che egli trae da loro la concezione dell’uomo come animale sociale: da qui la sensibilità nei confronti dei diritti dei più deboli, soprattutto in tempi di crisi economica, l’attenzione alla politica, e l’invito a partecipare alla cosa pubblica.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
Piccola bussola etica per il mondo che viene 2014-04-21 04:28:00 Carlo Monti
Voto medio 
 
2.2
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
2.0
Approfondimento 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Carlo Monti Opinione inserita da Carlo Monti    21 Aprile, 2014
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'etica applicata di Savater

Etica per un figlio, il libro che ha reso celebre in tutto il mondo il filosofo spagnolo Fernando Savater, è stato ed è tutt'ora un formidabile strumento per l'educazione (laica) dei ragazzi all'importanza della riflessione morale. Piccola bussola etica continua il percorso tracciato dal precedente lavoro, che oramai risale a più di vent'anni fa, mettendo alla prova i principi astratti allora espressi con le domande concrete cui il presente ci impone di dare risposta. Là dove il primo, infatti, rimaneva ad un livello generale insistendo sulla necessità, l'importanza e l'attualità dell'impegno etico, questo scende nei particolari delle specifiche scelte individuali nei confronti dei problemi contemporanei. La struttura un po' frammentaria del libro è la conseguenza diretta di questo approccio: piccoli capitoli su temi specifici all'interno dei quali Savater fornisce la sua opinione rispondendo direttamente alle domande poste da alunni delle scuole superiori.
Il libro è composto dalla trascrizione di diversi interventi dell'autore e questo permette alla discussione di non divagare in considerazioni eccessivamente astratte tenendo ben fermo il punto focale della discussione. Purtroppo, non sempre questa possibilità è sfruttata a pieno e spesso le risposte dell'autore a domande perentorie (quali internet, la bellezza, la scienza, gli animali, etc.) appaiono un po' evasive e tutt'altro che illuminanti, mere espressioni del più generico senso comune. In alcuni casi, inoltre, le posizioni dell'autore sono espresse in modo decisamente categorico, senza quella capace problematizzazione e valorizzazione delle ragioni in gioco di cui l'autore si è in passato dimostrato capace.
Più interessante, tuttavia, è l'ultima parte del volume dove il discorso, unendo l'etico al politico, si focalizza sull'analisi delle dinamiche della "cosa pubblica". Qui l'approccio pedagogico dell'autore sembra più calzante e le riflessioni recuperano mordente ed efficacia, per lo meno nei confronti di un certo antagonismo giovanile cui sembra appartenere l'interlocutore di Savater. L'autore, infatti, ricorda che la politica è in primo luogo responsabilità individuale e, per questo, ogni critica è legittima ed efficace solo quando è accompagnata da un effettivo mettersi in gioco, in modo tale da non appiattire l'ideale della democrazia in un puro esercizio di delega o, peggio, di continuo dissenso. Per quanto si voglia criticare la società democratica occidentale per le sue iniquità, essa è e rimane, pur nella sua ovvia problematicità, l'unica espressione possibile dei valori etici di libertà e partecipazione. In fondo, è proprio nella capacità di rendere vivida l'importanza dell'etica (e della politica) spronando i giovani all'impegno sia teorico che pratico che sta il talento di Savater, anche se questo suo ultimo lavoro di certo non spicca per originalità. Se il target di riferimento rimane quello dei giovani e lo scopo del libro è sempre quello di servire da spunto di discussione per un dibattito etico intergenerazionale, allora Piccola bussola etica non sembra aggiungere nulla di nuovo alla bibliografia dell'autore.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri