Narrativa italiana Avventura Il Cavaliere d'Islanda
 

Il Cavaliere d'Islanda Il Cavaliere d'Islanda

Il Cavaliere d'Islanda

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di Il Cavaliere d'Islanda, romanzo di Claudia Salvatori edito da Mondadori. Fine del dodicesimo secolo, pieno Medioevo: nella selvaggia Islanda, dove ancora si contrappongono il cristianesimo e il retaggio pagano, Kveld Úlfr è figlio di un prete ma discende, per parte di madre, da Egill Skallagrímsson, figura leggendaria cantata nelle saghe, eroe sanguinario, stregone e poeta. Kveld sente su di sé un'eredità pesante, fonte di lacerazioni interiori, aggravata dal forte conflitto con il padre, lascivo e ipocrita. Quando improvvisamente l'eruzione di un vulcano cancella il suo villaggio e tutti coloro che ama, il ragazzo lascia la sua isola di ghiaccio e di fuoco per raggiungere l'Inghilterra, dove fa amicizia con una bizzarra figura di crociato, cavaliere e trovatore, Godfrey di Dol. E poco dopo, in Francia, durante un torneo il giovane Kveld si distingue per la sua straordinaria abilità con l'ascia - la leggendaria arma di Egill - e viene notato da re Riccardo Cuor di Leone che lo prende sotto la sua protezione, lo addestra e lo nomina cavaliere. Kveld parte per la Quarta crociata con l'idea di compiere una gloriosa missione e al contempo per ritrovare se stesso, ma le atrocità cui è costretto a partecipare tormentano ulteriormente la sua anima, sconvolta dopo il saccheggio di Costantinopoli, dove cristiani muoiono a migliaia per mano di altri cristiani. Re Riccardo muore: ormai senza protettori e ramingo, dopo aver incontrato il frate Domenico di Guzmán, Kveld si unisce alla setta del Regno del Serpente, dominata da una affascinante ed enigmatica aristocratica, Dama Loba, che celebra i suoi riti sensuali in un misterioso castello nei Pirenei. Il destino tuttavia stana Kveld ancora una volta, conducendolo nella città di Albi, dove la spiritualità e la semplicità della fede catara lo illuminano. Quando papa Innocenzo III chiama alle armi contro l'eresia, Kveld viene incaricato di una missione importantissima: raggiungere e condurre al sicuro il mitico papa cataro, la figura misteriosa e potente di cui si parla ma che nessuno ha mai conosciuto. Nell'Occitania sconvolta dalla crociata contro gli albigesi, tra stragi e violenze, basse cupidigie contrapposte ad alti esempi di spiritualità, Kveld riesce a rintracciare il papa cataro, e con lui un segreto sconvolgente e rivoluzionario... Solo la forza sotterranea dell'amore, che mai lo ha abbandonato, potrà ricondurre l'eroe di questo romanzo verso un luogo di pace, nelle mitiche terre scoperte dai Vichinghi all'estremo Nord Ovest. Claudia Salvatori dà vita in queste pagine a un grande romanzo di formazione e d'avventura, a un protagonista indimenticabile, modernissimo ed epico, forte e appassionato come chi ha il coraggio di vivere ogni scelta fino alle sue estreme conseguenze. Una fiammeggiante, originalissima storia di fede, di sangue e d'amore.

Claudia Salvatori è scrittrice, sceneggiatrice di fumetti e di cinema, consulente editoriale. Suoi racconti sono usciti su numerose antologie e riviste. Ha pubblicato nei Gialli Mondadori Più tardi da Amelia (premio Tedeschi 1985), Columbus Day, Mistero a Castel Rundegg; presso Marco Tropea Editore Schiavo e padrona (da cui è stato tratto il film con Rocco Siffredi Amorestremo), Superman non muore mai, La canzone di Iolanda e Sublime anima di donna (premio Scerbanenco 2001); presso Alacràn Il sorriso di Anthony Perkins e La donna senza testa. Con Mondadori scrive, per "Segretissimo", la serie Walkiria nera; sempre presso lo stesso editore sono usciti Ildegarda, badessa visionaria esorcista e, nella saga Il romanzo di Roma Il mago e l'imperatrice e Il sole invincibile. Nel 2010 ha lavorato per la Dino de Laurentiis Company.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il Cavaliere d'Islanda 2012-07-25 11:44:29 Gondes
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Gondes Opinione inserita da Gondes    25 Luglio, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL CAVALIERE D'ISLANDA

"Il cavaliere d’Islanda” è la storia di Kveld, un giovane ragazzo islandese che intraprende un lungo viaggio alla ricerca del significato di bellezza.
Dopo aver lasciato la sua Islanda, avrà la fortuna di incontrare alcuni noti personaggi del suo tempo, fra i quali Riccardo cuor di Leone, che ne faranno di lui un vero cavaliere, pronto a combattere per la chiesa di Roma.
La sua fede però inizierà a incrinarsi quando la spedizione che dovrebbe portare i crociati in Terra Santa, farà tappa a Costantinopoli. Qui vedrà con i propri occhi, cristiani massacrare altri cristiani, solo ed esclusivamente per poter sottrarre alla popolazione locale, le immense ricchezze che questa città possedeva. La sua vita cambierà; inizierà ad abbracciare la fede “catara”, dove lui troverà quei valori in cui si riconoscerà. Questo cambiamento di credo lo porterà però dalla parte opposta della barricata; sarà quindi considerato anche lui un eretico e quindi un nemico da sconfiggere.
Diventato ormai un’icona fra i fedeli catari, sarà rispettato e considerato pari ad un immortale, grazie anche al suo aspetto fisico, alquanto prestante e bello. La sua missione ora sarà quella di portare in salvo il “papa cataro”, in quanto i cristiani stanno stringendo il cerchio, attaccando tutte le città non fedeli alla chiesa.
Pur essendo un amante di questo genere, “Il cavaliere d’Islanda” non mi ha convinto più di tanto. Non sono riuscito ad entusiasmarmi con le vicende di questo cavaliere, anche se la ricostruzione storia mi è sembrata ben documentata ed interessante, con possibilità di approfondimento. Quello che forse non ho trovato in questo libro è il giusto ritmo nella narrazione, in particolar modo nelle descrizione degli scontri e nelle scene d’azione, in quanto poco incisive.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri