Narrativa italiana Avventura Il re bianco del Madagascar
 

Il re bianco del Madagascar Il re bianco del Madagascar

Il re bianco del Madagascar

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Un antico manoscritto viene ritrovato nel caveau della Banca d’Inghilterra. Si tratta delle memorie di Francesco Claudio Maria Bonetti, avventuriero siciliano tra realtà e leggenda vissuto a cavallo tra Settecento e Ottocento. Personaggio dalle mille identità, scaltro e dotato di una parlantina che stordisce, dopo aver navigato come pirata su due oceani conquista il trono del Madagascar, al termine di una incredibile, eppure storica, catena d’eventi. Dalla Sicilia a Gibilterra, dal Capo di Buona Speranza alla corte di Tananarive, le sue gesta rocambolesche lo portano ad accumulare una fortuna che, si dice, ammonterebbe a 75 milioni di sterline. Una favolosa eredità che i discendenti del “re bianco”, oggi sparsi in tutto il mondo, aspettano ancora di riscuotere.

Recensione della Redazione QLibri

 
Il re bianco del Madagascar 2014-01-08 15:27:58 Melandri
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Melandri Opinione inserita da Melandri    08 Gennaio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'INCONTRO TRA UNA LEGGENDA E UN BRAVO SCRITTORE

Narra la leggenda che a cavallo del 1800, un uomo bianco, proveniente dall’Europa, divenne re sull’isola di Madagascar. Alla sua morte, lasciò un deposito di 75 milioni di sterline presso la Banca d’Inghilterra, a beneficio dei suoi discendenti.

L’ultima traccia di questa leggenda è del 2001 e appare sul quotidiano “La Gazzetta di Mantova” . Numerose infatti furono le famiglie, soprattutto italiane, che reclamarono la parentela con il re ma, almeno fino ad oggi, nessun cospicuo lascito è stato riscosso e a nessuna di queste famiglie è stato riconosciuto neppure l’onore del legame di sangue.

A Francesco Grasso, autore del libro, questa leggenda ha fatto compagnia durante tutta la gioventù, raccontata da genitori e nonni, più o meno convinti della futura eredità che un giorno potranno dilapidare.

E’ in una piovosa Calcutta, nel 1828, che Francesco Claudio Maria Bonetti, giunto prossimo alla sua fine, decide di lasciare testimonianza dell’incredibile storia della sua vita. Nato in una famiglia di contadini, ma senza attitudine al lavoro fisico, compensa le sue mancate prestazioni con una dialettica straordinaria. Intelligente, furbo e affabulatore, senza un’ idea precisa del proprio destino, si farà semplicemente catturare dalle mille occasioni che gli si presenteranno, trasformando gli amici in compagni di ventura e i nemici in complici.

Grasso con questo romanzo crea una spiegazione plausibile alla leggenda del re bianco, sviluppando una storia a mio giudizio non solo credibile ma anche estremamente avvincente.

Ci racconta la figura di un uomo coraggioso e spavaldo che non avendo radici né pace, rischia inconsapevolmente di modificare per sempre le terre fertili di tradizioni e miti che lo hanno accolto.

P.S. Guardatevi il book-trailer su Youtube, un’idea geniale!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
270
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il re bianco del Madagascar 2013-12-21 11:15:10 Tino
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Tino    21 Dicembre, 2013

"Ogni 5 minuti nasce un gonzo..."

La frase (di P.T. Barnum) riportata nel titolo potrebbe essere il motto araldico del protagonista. Il lettore che segua le movimentate avventure di Francesco Bonetti nella seconda meta' del XVIII secolo, assistera' alle gesta di un truffatore, un corsaro (anzi "privateer", visto che lavora per la Royal Navy), un politico, uno statista e piu' in generale un avventuriero sui mari di mezzo mondo, dal Mediterraneo all'Oceano Indiano. Ma soprattutto avra' a che fare con un "affabulatore", un artista della parola in grado di manipolare (non necessariamente per danneggiarle) le persone intorno a lui come vittime piu' o meno indifese, piu' o meno consapevoli. Anche se le azioni del protagonista possono talvolta sembrare riprovevoli, e' quasi inevitabile appassionarsi alla bellezza dei piani che di volta in volta escogita per tirarsi fuori dai guai. Comunque uno dei punti di forza del libro e' che non sempre gli espedienti filano lisci senza problemi. L'imprevisto, la causalita' alla fine la fanno da padroni, "azzerando" piu' di una volta l'esistenza di Bonetti che pero' da il meglio di se proprio quando deve ricominciare da capo (la lingua e' il suo muscolo piu' pericoloso). In definitiva e' un libro consigliato soprattutto alle persone affascinate dalle atmosfere tipo "Pirati dei Caraibi" e agli appassionati di storia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"Tortuga" di V. Evangelisti.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri