Narrativa italiana Racconti Il ponte. Un'antologia
 

Il ponte. Un'antologia Il ponte. Un'antologia

Il ponte. Un'antologia

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Il ponte Morandi, crollato il 14 agosto 2018 provocando la morte di 43 persone, per i genovesi non era un semplice ponte autostradale. Il dolore e il disagio causati da questa tragedia vanno ben oltre la sofferenza immediata. Il crollo di un ponte che unisce due zone di una città ha profondi risvolti sulla concezione stessa di città, di comunità. Un ponte è qualcosa che unisce, appunto, e se questo viene a mancare la sensazione di spaesamento e di abbandono che ne segue, per chi sta "dall'altra parte", è incommensurabile. In situazioni come questa le reazioni principali di chi rimane coinvolto (direttamente o indirettamente) sono essenzialmente due: da un lato la rabbia, il rancore, che portano ad allontanarsi ancora di più dalle istituzioni ma anche da chi forse potrebbe dare un conforto; dall'altro il desiderio di stringersi a chi in questo momento vive la propria stessa condizione, il bisogno di ritrovare un senso di comunità, di farsi forza a vicenda. Proprio da questa idea di fondo del "darsi una mano", immagine-simbolo che abbiamo visto in tanti disegni di-ventati virali sui social, in cui rappresentanti delle forze dell'ordine, medici, vigili del fuoco, ma anche tifosi e semplici cittadini, fianco a fianco, ricomponevano quella frattura spaventosa lasciata dal crollo, è nato il volume qui proposto, che raccoglie circa 40 racconti di autori diversi per età, provenienza, stile, professione. L'acquerello in copertina, opera di Nicola Magrin, raffigura il ponte Morandi così come da quel maledetto 14 agosto lo vediamo, ma non a caso in primo piano, piccole ma protagoniste, si notano due figure che si tengono proprio per mano, che vanno avanti. I racconti sono diversi tra loro non solo per le mani che li hanno scritti ma anche per i temi trattati. L'idea di "ponte" costituisce infatti solo un fil rouge che lega più di 200 pagine, ma del Morandi qui dentro troveremo poca traccia (seppure naturalmente alcuni racconti ne parlino in maniera esplicita). Alcuni di questi scritti faranno sorridere, altri piangere e commuovere, altri ancora arrabbiare, altri infine riflettere. Amicizia, amore, coraggio, paura, speranza: le emozioni che proveremo leggendo queste pagine sono numerose, a dimostrazione che quando si mettono insieme più "talenti" i risultati raggiunti possono essere straordinari.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il ponte. Un'antologia 2019-03-23 09:51:57 ornella donna
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    23 Marzo, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una lettura. Un'ottima iniziativa di beneficienza

Il ponte, è una antologia di testi, ideato e curato da Emilia Marasco e Nicolò De Mari, per la casa editrice Il Canneto. Il ricavato della vendita di questi libri viene devoluto in beneficienza a due diversi progetti, uno per i giovani, l’altro per gli anziani della Valpolcevera. Sono quarantacinque scrittori, giornalisti, tutti genovesi o liguri. Quarantatrè vicende, alcune delle quali sono legate a quel ponte, quello crollato il 14 agosto del 2018, che ha arrecato tanti morti e tanti feriti, e tanto, tantissimo dolore. Ma non solo: ci sono anche altri ponti, di altri luoghi e altri tempi, alcuni immaginari, altri no. Ma la tematica di fondo è sempre quel ponte, che nella sua intima definizione ha mutato, cambiando radicalmente, la vita di molte persone.
Da notare l’acquerello in copertina, opera dell’illustratore Nicola Magrini che raffigura il ponte così come lo si vede da quel triste giorno di agosto, con due figure in basso che tenendosi per mano procedono, seppur lentamente. Simbolo così di una rinascita, comunque, necessaria ed auspicabile per tutti.
Un libro che racchiude in sé una varietà infinita di emozioni e di sentimenti intensi, un grido di allarme affinchè ciò non debba mai più accadere, un invito a risollevarsi e al cambiamento positivo. Una lettura che cerca di porgere una mano con rara gentilezza e forte sensibilità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri