Nel bosco Nel bosco

Nel bosco

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Fin dove possiamo vedere la nostra felicità? Fino a che punto possiamo conoscerla? Nel bosco (The Woodlanders, 1887), è forse il più struggente tra i romanzi di Hardy per intensità espressiva e sentimentale. Hardy contrappone con maestria due modelli di vita: l'esistenza semplice e dignitosa dei boscaioli e dei contadini e quella raffinata e artificiosa dei personaggi di alto lignaggio. Il contrasto è inevitabile ma profondo: e la giovane Grace, la protagonista, è il punto di luce e di improvviso ardore tra gli uni e gli altri, tra la felicità e la disperazione. L'opera non si risolve comunque in una parabola morale intorno ai limiti delle nostre scelte. Possiede il fascino della maggiore letteratura dell'Ottocento: la grazia di uno stile acuto e piacevole, la forza di un'eccezionale tensione narrativa.


Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Nel bosco 2020-05-20 16:00:15 archeomari
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
archeomari Opinione inserita da archeomari    20 Mag, 2020
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Matrimoni male assortiti

“The Woodlanders” è stato pubblicato in tre volumi nel marzo 1887 ed ha come tematica i conflitti all’interno di un matrimonio, come lo stesso autore ricorda nella prefazione. È ambientato in un piccolo villaggio immaginario, chiamato Little Hintock, simile a tanti villaggi che era possibile trovare nell’Inghilterra occidentale, circondati da fitti boschi e abitati da gente dedita ad un mestiere divenuto raro già a fine Ottocento e cioè la concia del legname.
Gli abitanti di Little Hintock sono infatti tutti braccianti, produttori di sidro, taglialegna, artigiani del legno e commercianti.
Come per gli altri romanzi di Hardy finora letti, ne confermo lo stile impeccabile: una prosa chiara, sontuosa, lineare senza salti temporali che strizza l’occhio a colte citazioni bibliche e letterarie, ma anche alle ballate popolari, più consone agli ambienti umili che fanno da sfondo alla storia.
Immancabili le descrizioni, essenziali e mai lunghe, degli edifici, dei particolari architettonici (Hardy era un architetto) e, meravigliose, quelle naturalistiche:

“Le foglie erano deformi, mostruosa la curva del tronco, e la crescita atrofizzata; il lichene divorava il fusto un tempo vigoroso, e l’edera strangolava a morte ogni tenero virgulto. Si addentrarono tra i faggi, sotto ai quali nulla era cresciuto: i ramoscelli più giovani ancora trattenevano le foglie tisiche che stormivano metalliche con l’aria, come quelle di lamiera nel bosco incantato di Jarnvid”

Il personaggio femminile principale è, come al solito, una dolce, delicata fanciulla: nella fattispecie Grace Melbury, unica figlia ed orgoglio del commerciante di legname di Hintock, che ha frequentato le prestigiose scuole cittadine. Grace è promessa sin da bambina, per tacito accordo -consuetudine presso le famiglie di questi piccoli villaggi- al giovane bracciante squattrinato Giles Winterborne, di cui è timidamente innamorata da anni, poiché sono cresciuti insieme prima che gli studi di lei li separassero.
Succede però che un giovane dottore, di belle speranze e appassionato di filosofia, Mr Fitzpiers, viene ad abitare in quel borgo e, colpito dalla bellezza e dalla grazia dell’unica ragazza elegante del posto, la chiede frettolosamente in sposa. Con una riluttanza mista ad una strana attrazione che questi esercita su di lei in maniera paurosa, la giovane ed inesperta fanciulla, per compiacere anche il padre che la vorrebbe adesso sistemata come si converrebbe alla sua istruzione, spezza la promessa e sposa il dottore.
Ma la vita a Little Hintock non è mai noiosa. Di lì a pochi mesi si sistemerà nell’antica Villa del borgo una misteriosa, fascinosa maliarda, dall’oscuro passato, tale Lady Charmond, che sconvolgerà quel matrimonio contratto tanto frettolosamente.
Vi ho raccontato solo la metà, proseguite voi nella lettura. Non potrei mai togliervi il gusto di scoprire una serie di imprevisti che porteranno verso un finale piuttosto insolito, che mai mi sarei aspettata da Hardy.
La piacevolezza, secondo la mia modesta opinione, risente di una dilatazione eccessiva della vicenda, che in un paio di capitoli prima del finale mi ha sfiancata e angosciata. Non posso rivelare nient’altro: quei passaggi hanno una certa necessità all’interno dell’economia della storia, ma quest’ultima avrebbe potuto essere accorciata ed alleggerita. Ho trovato inoltre inverosimile la purezza dell’amore tra Giles e di Grace: tale stridore con la realtà in cui viviamo si annulla, è vero, quando il lettore accorto contestualizza i personaggi, ma rimangono comunque poco affascinanti se paragonati a Mr Fitzpiers, vera rivelazione della storia.
Ho detto troppo.
Il finale imprevisto ed imprevedibile ha reso la storia degna di considerazione, per cui vi consiglio il libro.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ama Thomas Hardy
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il senso della mia vita
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La locanda del Gatto nero
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La pista. La prima indagine di Selma Falck
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo scarafaggio
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Se scorre il sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il copista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dove crollano i sogni
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cerchi nell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La natura è innocente
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Olive, ancora lei
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Lo splendore del niente e altre storie
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri