Narrativa straniera Fantasy Il signore della vendetta
 

Il signore della vendetta Il signore della vendetta

Il signore della vendetta

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di Il signore della vendetta, romanzo di Lara Adrian pubblicato da Leggereditore. Può il desiderio di vendetta essere così intenso e trasformarsi in amore?Divorato dalla rabbia, Gunnar Rutledge ha trascorso gli ultimi tredici anni della sua vita a escogitare il modo di vendicare l’assassinio della madre. Quando finalmente l’occasione tanto attesa si presenta, Gunnar rapisce Raina, la figlia dell’odiato barone d’Bussy, per costringerlo alla resa dei conti. L’incontro con la figlia del suo acerrimo nemico, una ragazza ribelle e dallo spirito libero, cambierà per sempre la vita di entrambi. Tra colpi di scena e battaglie, Gunnar capirà che la vendetta può non essere l’unico scopo nella vita di un uomo. Torna in libreria l’autrice della fortunata serie La Stirpe di Mezzanotte; una lettura suggestiva, seducente ed eccitante che conquisterà il cuore delle lettrici.

Lara Adrian vanta una genealogia che risale alla Mayflower e alla corte di Enrico VIII. Attualmente vive con il marito sulla costa del New England. Dopo Il bacio di mezzanotte, Il bacio cremisi, Il bacio perduto, Il bacio del risveglio, Il bacio svelato, Il bacio eterno, Il bacio oscuro e Il bacio di fuoco, arriva in libreria il nono titolo della serie accolta con grande calore dal pubblico italiano e ormai diventata un successo mondiale, La Stirpe di Mezzanotte. La serie, pubblicata in oltre 14 Paesi, è giunta negli USA all'undicesimo titolo.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il signore della vendetta 2012-11-15 13:20:10 Foschia75
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Foschia75 Opinione inserita da Foschia75    15 Novembre, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Amorevole vendetta

La risposta arrivò in fretta. All' inizio era solo un oscuro sussurro che ancorava la sua anima al terreno con cupe catene. Lo chiamava, invitandolo a resistere, supplicandolo di combattere. E quando il guaritore lo portò nella sua capanna e iniziò a curargli le ferite, quel sussurro si fece più forte fino a riempirgli il cuore, la mente, l'anima. Era solo una parola. Un mantra. Un giuramento.

VENDETTA.


Questo è il biglietto da visita di Gunnar Rutledge.
Questo è il suo "tatuaggio" interiore, il suo vessillo esistenziale.
Vendetta, amorevole vendetta.
Ma se la vendetta incrocia la lama con il destino?
Quale sarà il risultato della "battaglia"?
1-0 per il destino.....?
Mai dare per scontato di essere riusciti a chiudere il cuore all'amore con il lucchetto della vendetta, perché il destino ci mette sempre lo zampino..... se poi si manifesta sotto forma di un corpo aggraziato, una cascata di capelli castani e un carattere caparbio e vivace, allora non c'è scampo.
Il romance storico ha i suoi schemi.
C'è l'eroe che "non deve chiedere mai", può essere un cavaliere, un barone (duca, conte, e via con i blasoni...), un brigante o un pirata. Chiaramente geneticamente perfetto, fondoschiena da urlo, gambe lunghe e muscolose avvolte in pantaloni dell'epoca, spalle "a due ante", muscoli addominali scolpiti e cicatrici varie. Lei, l'eroina, di solito prigioniera con sindrome di Stoccolma, potrebbe graffiare e soffiare come una gatta che avverte il pericolo, oppure può sfoderare il suo orgoglio femminile e diventare a volte patetica, dalla lacrima facile. Il più delle volte elucubra dispettucci esilaranti (come nel caso di Raina) ai danni del testosteronico protagonista, col solo risultato di finire tra le braccia di quest'ultimo con attrazione inevitabile verso letti o giacigli di paglia, o addirittura quando gli ormoni impazziti non danno tregua, sul prato o nel laghetto. Insomma il filo conduttore è il più delle volte sempre lo stesso, con la comparsa e, ricomparsa del cattivo "duro a morire" che irrompe nella idilliaca storia d'amore tra i due neo-innamorati. Tra colpi di spade, pugnali, frecce sibilanti, il protagonista maschile ne uscirà vincitore ma un pò ammaccato......ma vuoi togliergli il gusto di venir medicato dalla sua schiava o prigioniera preferita? Se poi nelle ultime pagine, gli innumerevoli esercizi supini danno vita all'erede.....bè allora si sono guadagnati il tanto sudato....e vissero felici e contenti. Ma cosa rende irresistibile il romanzo storico? Le stesse caratteristiche che rendono irresistibile il Paranormal romance..... un eroe romantico con una "battaglia interiore" da combattere, con i fantasmi del passato da sconfiggere, e una donna dalla quale tenersi alla larga, perché causa di debolezza e vulnerabilità davanti al nemico. In poche parole, orgoglio, amore e passione.
Anche Gunnar ha i suoi fantasmi da combattere... ma la figlia del nemico gli dimostrerà che la miglior vendetta è il perdono. La dimostrazione che con l'amore si può essere migliori.
I romance seguono schemi prestabiliti, viene da pensare che spesso le trame siano molto simili tra loro....ma quello che ci piace di questo genere in tutte le sue declinazioni, è la capacità che hanno queste righe di farci sognare, sospirare nella trepidante attesa del dolce epilogo. Il romance è piacevole evasione dalla quotidianità, ispirazione per serate romantiche (e perché no, passionali....) insomma un terapeutico ricostituente per l'animo femminile! Lara Adrian ha scritto un gradevole romance storico d'esordio, magari traendo non poca ispirazione da titoli quali: "Il lupo e la colomba" e "Magnifica preda" pilastri intramontabili del romance storico. Una lettura appassionata che consiglio vivamente a chi ancora non ha assaggiato il genere precursore del tanto amato Paranormal-romance!!! Io devo ringraziare Monica Cruciani per avermi "iniziato" al romance di cui non riesco più a fare a meno!!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi piace il romance storico (meglio di qualsiasi romance più o meno erotico!!!), o comunque le storie d'amore in costume!!!
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ladra di frutta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La danza del Gorilla
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
4.1 (3)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri