Narrativa straniera Fantasy L'oceano in fondo al sentiero
 

L'oceano in fondo al sentiero L'oceano in fondo al sentiero

L'oceano in fondo al sentiero

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Un uomo di mezza età ritorna ai luoghi della sua infanzia per un funerale. Sebbene la casa in cui abitava non ci sia più, l'uomo è attratto dalla fattoria in fondo al sentiero, dove a sette anni aveva conosciuto Lettie Hempstock, sua madre e sua nonna.
 Non appena si siede vicino allo stagno accanto alla vecchia fattoria in rovina, il passato ritorna con i suoi ricordi, troppo strani, spaventosi e pericolosi per essere ricordi di episodi davvero successi a qualcuno, tanto più a un ragazzino. Quarant'anni prima un uomo si era suicidato proprio in fondo al sentiero. Quella tragica morte aveva evocato antiche forze che andavano lasciate in pace e il narratore, ai tempi solo un ragazzino, era dovuto ricorrere a tutte le sue risorse per sopravvivere. La sua unica difesa erano le tre donne della fattoria. La più giovane di loro affermava che lo stagno è un oceano. La più anziana si ricordava del Big Bang.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'oceano in fondo al sentiero 2015-07-06 10:29:35 Elisabetta.N
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Elisabetta.N Opinione inserita da Elisabetta.N    06 Luglio, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sogno o son desto?


Questa lettura mi ha colpito (e molto).
Innanzitutto il protagonista di questa storia è particolare e mi ha incuriosito: un bambino perspicace, uno che sa cavarsela da solo e per il quale chiamare un adulto è l’ultima risorsa per risolvere i problemi. Un bambino solitario che ama leggere e non ama la compagnia perché ”i libri erano sempre meno pericolosi delle persone”.
Anche la storia mi ha affascinato. Per tutta la durata della lettura non mi è mai passata la sensazione che potesse essere tutto frutto dell’immaginazione troppo fervida di un bambino solitario..

Le atmosfere cupe che è riuscito a ricreare Neil Gaiman sono davvero impressionanti; la paura e il terrore che paralizzano il protagonista e tutti gli altri sentimenti sono così intensi da rapirmi e conquistarmi.
Molti definiscono questo un libro per ragazzi… io non credo. Le atmosfere sono molto cupe e questa mescolanza tra l’ordinario e lo straordinario non è così semplice da comprendere.
Inoltre tutte le vicende vengono narrate dal punto di vista di un adulto che, in qualche modo, eleva il range di età a cui si riferisce (il protagonista ha 7 anni al momento dello svolgimento delle vicende).

Infine ho amato come viene più volte sottolineata la convinzione del protagonista e, in fondo, di tutti i bambini, ovvero quella che gli adulti non hanno mai paura, sono forti e nulla li fa piangere.
Anch’io da piccola ci credevo, ma poi sono cresciuta e ho scoperto come stanno veramente le cose… in fondo è vero quello che dice Gaiman:

Nemmeno gli adulti, dentro, hanno l’aspetto da adulti. Fuori sono grandi e grossi, sventati e sicuri di se. Dentro, invece, hanno l’aspetto di sempre, quello che avevano alla tua età. La verità è che gli adulti non esistono. Non ce n’è nemmeno uno in tutto il mondo.”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutto il sole che c'è
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Un tè a Chaverton House
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flora
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Spin
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Later
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Sangue inquieto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri