Narrativa straniera Fantasy La rivelazione dell'antica carta
 

La rivelazione dell'antica carta La rivelazione dell'antica carta

La rivelazione dell'antica carta

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di La rivelazione dell'antica carta, romanzo di Karen Marie Moning pubblicato da Leggereditore. MacKayla Lane era solo una bambina quando lei e sua sorella Alina furono date in adozione e bandite dall'Irlanda per sempre. Vent'anni dopo, Alina è morta e Mac è tornata nel luogo da cui era stata esiliata per dare la caccia all'assassino di sua sorella. Ma dopo aver scoperto di appartenere a una stirpe magica e maledetta, Mac verrà coinvolta nel millenario conflitto tra umani e immortali, in un turbine di eventi in cui nulla sembra esserle risparmiato. Quando la magia nera getta la sua ombra oscura sui destini di chi le sta vicino e una donna misteriosa infesta i suoi sogni, Mac si accorge di non potersi fidare più di nessuno. Non è certa neppure di sé stessa, né del destino che legge nei disegni neri e cremisi di un'antica carta dei tarocchi. Mac sa solo che la paura uccide, ma non sa ancora quanto può fare l'amore, e dovrà prepararsi ad affrontare l'ultima verità sul suo esilio e sul suo passato.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
2.9
Stile 
 
3.0  (3)
Contenuto 
 
3.3  (3)
Piacevolezza 
 
2.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La rivelazione dell'antica carta 2014-01-18 11:13:12 Queen D
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Queen D Opinione inserita da Queen D    18 Gennaio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La matassa dei misteri si scioglie

Quinto e ultimo volume della serie Fever, "La rivelazione dell'antica carta" tira tutte le fila ingarbugliate dei misteri di Mac e della sua ricerca del Sinsar Dubh, malefico libro che insegue dall'inizio del primo libro. Il finale del quarto, come quello del terzo, mi aveva pietrificata per lo shock e lasciata ad arrovellarmi il cervello. Le circostanze costringeranno Mac ad affrontare i suoi demoni e i suoi sentimenti e proprio questa analisi interiore la plasmerà in una nuova creatura, totalmente diversa dalla Mac-Barbie che avevamo conosciuto in principio: la rabbia diventerà la sua fede, la sua legge, il suo essere; diventerà una macchina di morte, forgiata nel metallo indistruttibile della disperazione; spegnerà tutti i sentimenti e si sintonizzerà su una sola frequenza, la vendetta; spietata, fredda e risoluta non si fermerà fin quando non sazierà la sua sete, a costo di distruggere il mondo.
In questo turbinio di sentimenti, le domande irrisolte rimangono ancora tali: chi è Mac? e Barrons? e chi è davvero il cattivo? La prima parte non risolverà nessuno di questi enigmi, ma in compenso ci sarà un colpo di scena tale che ho dovuto rileggere gli stessi passi tre volte per essere sicura di quello che stavo leggendo. Con il fiato in gola finisce la prima parte e inizia la seconda: in questa, assisteremo a delle scene molto intense, in cui non sarà chiaro se tutto ciò che ci viene descritto è la realtà o un'illusione, in cui finalmente si faranno confessioni importanti, in cui saranno sbrogliati dei misteri, ma per ognuno di questi che si scioglie se ne annoderanno altri tre.
Proprio sulla matassa intricata di queste domande, che si rincorrono per trovare risposta, si basa la seconda parte del libro: come nella realtà in ogni oscurità c'è un pò di luce e in ogni luce c'è un pò di buio, così sarà per i nostri protagonisti; non sapremo da che parte posizionare i buoni e i cattivi, perchè le loro identità verranno strappate, incollate, mescolate, distrutte e ricomposte in un puzzle che non conferma le nostre convinzioni. E proprio questo è il fulcro di tutto: le nostre convinzioni saranno sbattute da una parte all'altra e saremo talmente confusi da non riuscire più a posizionare le pedine sulla scacchiera della dicotomia bene/male.
La parte terza ci bombarda ancora: un altro shock, un'altra tremenda verità. Ma sarà la verità? O l'ennesimo inganno che l'autrice ci piazza nella mente?
Nella quarta parte Mac non farà in tempo ad accettare la sua identità, che le sue sicurezze vengono sconvolte per l'ennesima volta, rischiando di fare impazzire lei e di far impazzire anche noi. Ci chiederemo: quand'è che sarà la volta buona? Vivremo sulle montagne russe delle emozioni: la realtà e l'inganno si morderanno la coda, e noi saremo su quei vagoni a seguirli e a scontarci con esse.
La fine arriverà, ma non sarà la fine di tutto: scopriremo chi ha tradito chi, chi ama chi, e assisteremo ad un bel colpo di scena finale, in cui ancora una volta le carte verranno mescolate e il buono si rivelerà non tanto buono e il cattivo non sarà poi così tanto cattivo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
La rivelazione dell'antica carta 2013-12-24 08:33:25 Minuscola
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Minuscola Opinione inserita da Minuscola    24 Dicembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Pentalogia

E' una pentalogia...si può dire pentalogia? Spero di sì. Questo è il 5° libro della serie Fever della Moning.
Ebbene l'ho letto perchè spronata da amiche e per curiosità. (li ho letti tutti e 5).
E comunque se ce ne fosse un altro, non lo leggerei. Qui, per me, è conclusa questa serie che mi è piaciuta ma mi ha deluso molto sotto certi punti di vista.
Primo: i personaggi sono troppi e non solo, ne continuano ad arrivare di nuovi. NON è possibile ogni volta aggiungere questo, quello e gli alatri 8 amici/nemici di Barrons. Da dove spuntano?
E i principi? Ce ne sono 4...di diverse fazioni e concubine al seguito.
Secondo: le profezie: ce ne sono ben 3 senza contare quelle "false". Ma cosa vuol dire? La profezia deve essere una! Ce ne può essere una non veritiera, ma continuare ad aggiungere mi sembra davvero strano.

Mac Kyala, la ragazzina che non sa chi è e cosa fa nel mondo. Alla fine fa quello che ha sempre fatto e non ha nemmeno tanto cambiato il corso delle cose. E non si capisce se è diventata un essere fatato o no. Morirà prima o poi? boh!
Poi diventa strega, poi pri-ya e poi non lo è, poi è un re e non è vero. Non si capisce. E la insegue un libro...... Ci sono alcune parti mal tradotte a mio avviso.

Terzo:Barrons, lui è l'uomo del libro. Misterioso al punto giusto ed enigmatico. E' uan besti, oppure no? Non muore mai e non si sa come viva. A mio avviso troppo volgare: ci sono momenti intimi che un uomo non può dichiarare così.....ci voleva più romanticismo secondo me.

Quarto: Il finale affrettato (dopo 683!!! del5° libro poteva dedicare un po' di più no?) ha un po' deluso. Non si sa come sia morto chi doveva morire....(non voglio fare spoiler) e non si sa quando...bah!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
La rivelazione dell'antica carta 2013-09-19 12:21:50 Amarilli73
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    19 Settembre, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gran finale un po' faticoso

Quinto e (per ora) conclusivo capitolo della serie Fever.
Indubbiamente un romanzo corposo, perché la Moning si è degnata di rischiarare (finalmente) parecchi dei misteri di cui aveva disseminato le avventure di MacKayla Lane, americana inizialmente svampita e con ambizioni di reginetta del college, che si ritrova - suo malgrado - a fare i conti con le sue vere origini irlandesi e il suo ruolo di prescelta in una profezia apocalittica (dove l'Irlanda non è la solita isola verde smeraldo a cui siamo abituati, ma un cupo luogo di confine tra la dimensione umana e quella, per nulla positiva, dei mondi fatati).
Se già nei libri precedenti le barriere tra i mondi erano cadute e un terzo dell'umanità era stato allegramente sgranocchiato via da ombre, mostri e varie creature d'incubo, Mac e i suoi alleati stanno ancora cercando una via d'uscita contro la distruzione scatenata da Darroc e proseguita poi dal Sinsar Dubh (il libro Oscuro in cui, nella notte dei tempi, il Re Unseelie ha riversato tutto il proprio sapere). Anche se il problema, in realtà, è capire chi siano gli effettivi alleati di Mac, perché in questa serie non ci sono certezze su chi siano i buoni, e le carte in tavola continuano a cambiare.

Dal punto di vista stilistico, quest'ultimo capitolo mi è parso troppo denso e distribuito in modo confuso. Si va da interi capitoli occupati dalle riflessioni interiori di Mac (talvolta monologhi estenuanti, che finiscono per rallentare la lettura) a pagine dove sono concentrate in poche righe plurime rivelazioni, con la conseguenza che a volte rischiavo di perdere qualche spiegazione e dovevo tornare indietro a metabolizzare la scoperta. Alla fine, lo ammetto, sono rimasta incollata solo per la curiosità di conoscere i destini del sexy trio Gerico Barrons/ Christian Keltar /il principe V'lane, mentre Mac mi era divenuta quasi insopportabile.

Tirando le somme, Barrons, con quelle sue movenze da predatore e le sue battutine sarcastiche e strappacuore, resterà certamente un personaggio memorabile e l'intera serie merita di essere ricordata tra le più intense e particolari di quelle in circolazione. Tuttavia, dopo tutto il circo strepitoso piantato su dalla Moning e la fatica (mentale) che è costata la lettura di una saga così lunga, mi pare che la conclusione affrettata non abbia dato quel pizzico in più che tanto avrei voluto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
la saga FEVER (5 volumi in tutto)
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri