Narrativa straniera Letteratura rosa I giorni del tè e delle rose
 

I giorni del tè e delle rose I giorni del tè e delle rose

I giorni del tè e delle rose

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Londra, 1888. Una città in cui convivono ladri, prostitute e sognatori, in cui i bambini giocano di giorno nelle stesse strade dove di notte Jack lo Squartatore va a caccia. Fiona Finnegan, bella e indomita, è operaia alla Burton Tea Company, la maggiore società di importazione e lavorazione del tè; è povera, ma crede in una vita migliore, lontana dalle luride banchine del porto e vuole aprire un negozio tutto suo assieme a Joe, il suo grande amore di sempre. Quando però lui tradisce la sua fiducia e il padre, la madre e il fratello maggiore muoiono uno dopo l'altro in maniera sospetta, le sue speranze vengono spazzate via, e a lei non resta che andarsene oltre oceano, a New York, a cercare fortuna.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.1
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I giorni del tè e delle rose 2018-02-05 22:33:46 lapis
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
lapis Opinione inserita da lapis    06 Febbraio, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Amore al profumo di tè

Il quartiere di Whitechapel a Londra significa da sempre povertà. Vicoli pericolosi e debolmente illuminati. Operai che vivono alla giornata, scaricando casse dalle chiatte sul Tamigi. Donne dalle mani arrossate per cui uno scellino fa la differenza tra un’aringa o un tozzo di pane. Ma nel 1888 significa anche coraggio, quello dei lavoratori del porto che si battono nelle prime lotte sindacali. E paura, per un terribile assassino che si aggira di notte e uccide le donne con agghiacciante ferocia.

Sulle rive del fiume però ci sono anche due giovani innamorati. Nei loro occhi arde l’ambizione di chi immagina un futuro migliore. La determinata energia di un’età che non ha paura di rischiare e far valere le proprie idee. E l’amore di chi è cresciuto insieme e divide per due ogni sogno e ogni sacrificio. Ma la vita non sempre concede spazio ai sogni. A volte separa e conduce lontano, fino all’altro capo dell’oceano, per sfuggire a un terribile pericolo e inseguire un imprevedibile destino.

Quella che ci propone Jennifer Donnelly non è una semplice storia d’amore ma un’avventura davvero coinvolgente, caratterizzata da un intreccio indubbiamente complesso e ben congegnato. Tensioni irrisolte, intrighi e colpi di scena sono astutamente studiati per non far calare l’attenzione del lettore nonostante la corposa mole del romanzo. Tanti i personaggi a contorno e i riferimenti storici che trovano il proprio spazio nella storia non come semplici tappabuchi ma per dare corpo ai sentimenti della vita - amicizia, egoismo, solidarietà, avidità - e per raccontare la realtà dell’epoca, approfondendone soprattutto gli aspetti sociali.

Non si tratta però di un romanzo storico. È un romanzo d’evasione, scritto in modo semplice, scorrevole e accattivante, connotato da un'appassionata cura nella descrizione del contesto e delle emozioni, che si susseguono in un'inarrestabile corsa verso il successo, la vendetta, l’amore. Profumato e avvolgente come una buona tazza di tè aromatizzato alla rosa.

Per chi cerca un buon romanzo d’intrattenimento, e non si accontenta di poco.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
I giorni del tè e delle rose 2017-01-25 10:11:25 Mian88
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    25 Gennaio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fiona

Londra, 1888. Fiona Finnegan, operaia alla Burton Tea Company, la maggiore società di importazione e lavorazione del tè, è povera ma spera nel futuro, confida nella possibilità di abbracciare una vita; sogno che può realizzarsi con l’apertura del tanto agognato negozio di tè, esercizio commerciale che, almeno ab initio, avrebbe avviato con Joe, esperto venditore nonché ladro del suo cuore. Ed è così che ogni giorno i due ragazzi risparmiano, aggiungono alla loro latta monetine su monetine, sperano e lottano per concretizzare il loro obiettivo. Nel contempo Fiona, così come il fratello Charlie, contribuisce all’economia della famiglia in cui vive, siamo infatti in un’epoca in cui gli uomini lavorano dalla mattina alla sera, in cui iniziano ad affermare i loro diritti in detto ambito e dove i figli sono numerosi tanto che ogni apporto è prezioso per poter andare avanti.
Ecco perché il tradimento di Joe, che ha iniziato a lavorare a Withechapel presso il padre della rivale per eccellenza della protagonista, seguito dalla morte dei suoi cari in circostanze tanto misteriose quanto inspiegabili, non è soltanto una delusione, ma un vero e proprio colpo al cuore. Per la temeraria Finnegan non resta altro che cercare fortuna altrove, salpare per il Nuovo Mondo e tentare la sorte.
Sullo sfondo, misteriose morti si susseguono, i corpi di innumerevoli prostitute vengono rinvenuti privi di vita; uccisi nei modi più disparati da Jack lo Squartatore, killer senza scrupoli che con il suo mietere vittime diffonde il terrore in questa Londra di fine ottocento.
Primo capitolo di una saga familiare ambientata a cavallo tra due secoli – 1800 e 1900 – “I giorni del tè e delle rose” è uno scritto che con una penna ricercata, precisa e puntuale, cattura il lettore non solo per l’aspetto emotivo dettato da questa eroina che di punto in bianco vede sgretolarsi ogni certezza, ogni sicurezza, ritrovandosi sola ed abbandonata, ma anche da quel che la circonda, da quella volontà mixata alla passione, al riscatto, all’avventura, alla tragedia, alla gioia di vivere, alla consacrazione delle proprie idee che le è propria. Fiona è mossa dal desiderio della rivincita, non tanto su chi le ha fatto del male, bensì sulla vita stessa che l’ha privata dall’oggi al domani degli affetti più preziosi. Peculiarità queste che la fanno apprezzare dal pubblico che naturalmente tende ad immedesimarvisi. Il tutto è avvalorato da un connubio di personaggi vivi, concreti che magistralmente sono incanalati in una realtà storica solida e ben ricostruita.
La narrazione è infine, accattivante, equilibrata e distribuita in modo logico e lineare talché proseguire nel conoscere delle vicende viene spontaneo. Quello che avete davanti è un romanzo stratificato, caratterizzato da elementi tipici del romance ma anche da altrettanti appartenenti allo storico, è un elaborato dove è possibile trovare l’emozione ma anche la riflessione sulla condizione umana.
In conclusione, l’opera si dimostra essere un prodotto adatto a tutti i lettori che amano mettersi in gioco.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri