Intime promesse Intime promesse

Intime promesse

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Da oltre dieci anni li separa l’oceano: a Londra lei, a New York lui. Finora Lord e Lady Tremaine hanno goduto di un matrimonio perfetto, basato sul rispetto, la cortesia e... la distanza. Difficile trovare un compromesso più adatto alla società vittoriana. Nessuno si spiega, però, cosa possa aver messo fine a una passione così intensa. Uno scomodo segreto, l’orgoglio di parole troppo a lungo taciute, e un’ambizione spregiudicata, hanno deciso per loro. Ma ora, una richiesta di divorzio mette nuove carte in gioco. Un accordo privato e una scadenza che rimanda tutto all’anno seguente, decideranno se la coppia più invidiata di Londra riuscirà a ricucire gli strappi del tempo o dovrà separarsi per sempre. Una storia d’amore che rinasce dalle proprie ceneri, fatta di perdono, coraggio e seconde possibilità



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Intime promesse 2014-06-22 15:17:26 piccicuia
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
piccicuia Opinione inserita da piccicuia    22 Giugno, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA MITICA SIGNORA STOP

Un romance mozzafiato.
Vi è una mescolanza di meticolosità e perfezione che mentre leggevo non mi rendevo conto che le pagine venivano voltate e... terminate.
La cosa che odio di più di un libro che adoro è il fatto che quando l'adorazione finisce subentra l'odio. L'odio per averlo finito!
Ma bando alle ciance, abbiamo davanti un amore-nel-tempo. Infatti il libro procede per anni: un capitolo al presente e un capitolo al passato e così via. Perchè?
Vi sono segreti troppo "svergognati" per essere svelati, vendette non con fredde portate, ma GELIDE!, adulteri inconfessati ma bisognosi, a volte necessari. Sì, vi sono due menti, in questo romanzo, troppo orgogliose e volenterose di lasciare il passato.. nel passato appunto!
E cosa migliore di un divorzio?
Ci sono voluti anni prima che lady Tremaine -pardon, Gigi- gli chiedesse -attraverso stupidi avvocati, ovviamente- il divorzio.
E nella fine dell'Ottocento il divorzio portava innumerevoli conseguenze. Nessuna positiva. O forse sì, una ce n'era: la separazione.
Gigi ora è affezionata a un gentile giovanotto che l'adora. O meglio, adora Philippa. La stessa Philippa che più di dieci anni addietro era Gigi. Philippa è una donna diversa: matura, malinconica, cinica e... onesta? Vorrebbe esserlo, certo. Ma siamo sicuri che lo sia??
Ma anche no.
E ora arriviamo direttamente al mio affascinante Lord Tremaine, giunto a Londra per.. che cosa esattamente?

"Tremaine era in piedi appena oltre la luce diretta, le mani appoggiate contro la scrivania di mogano alle sue spalle, le lunghe gambe incrociate alle caviglie. Avrebbe dovuto essere una figura in ombra, non particolarmente visibile. Eppure lei lo vide fin troppo chiaramente, come se l’Adamo di Michelangelo fosse saltato fuori dal soffitto della Cappella Sistina, avesse derubato una sartoria su misura di Savile Row e fosse venuto a portare guai.
«Salve, Camden.»
«Salve, Gigi.»"

Sono passati molti anni dall'ultimo loro incontro: poco dopo il matrimonio. Cosa è successo di così terribile da lasciare la sua novella sposa da sola, triste e arrabbiata col mondo intero? Durante questi anni hanno vissuto come meglio hanno potuto senza interruzioni da parte dell'uno o dall'altro. A parte forse, oh ma non voglio svelare proprio tutto!!
Ma mi pare fondamentale, inserirvi un personaggio secondario ma che io ho assolutamente adorato. Ladies and gentlemen, vi presento lei, l'incorregibile e inappagabile Signora Stop (alias mamma di Gigi, tradotto sull'anagrafe: signora Rowland).
La signora stop non si arrende mai riguardo la felicità della figlia e con estrema intelligenza scambia con Lord Tremaine una fitta corrispondenza, nella quale -e qui vi è il culmine della sua intelligenza- lo informa dettagliatamente su ogni passo -giusto o falso che sia- di Gigi.

«Vostra madre mi ha scritto.» La guardava, evidentemente godendo del suo crescente sgomento. «Naturalmente, lei desiderava soltanto che io avessi un attacco di gelosia e mi affrettassi ad attraversare l’oceano per reclamarvi come mia. Sono sicuro che la perdonerete.» Se mai fossero esistite circostanze attenuanti per il matricidio, erano proprio quelle. Per prima cosa, l’indomani avrebbe scatenato due dozzine di capre affamate nella pregiata serra della signora Rowland. Poi si sarebbe accaparrata l’intero mercato delle tinture per capelli, obbligando la donna a mostrare le sue radici grigie.

Cosa mi rimane da dire?
Odio averlo finito!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Intime promesse 2014-06-05 15:47:56 Amarilli73
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    05 Giugno, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se lei gioca sporco (e vince)

Romance adocchiato dietro segnalazione di una vera buongustaia del genere, e che qui ringrazio piena di sincera gratitudine.
Perché INTIME PROMESSE è un libro che mi ha conquistata, una storia avulsa dai soliti cliché dove entrambi i protagonisti s’incontrano, s’innamorano l’uno dell’altra (ciascuno però per conto suo, e per ragioni completamente diverse) e poi fuggono, si pedinano a distanza, si fanno del male per una motivazione a dire il vero oltremodo banale: lei, una volta tanto, ha giocato sporco. Ebbene?

Io ho adorato Lady Tremaine, la ricchissima borghese spinta dalla madre a impalmare un duca, ma sempre borghese e pratica commerciante nell’anima, abile negli affari e matura conoscitrice del genere maschile. Tutto si compra, tutto ha un prezzo, persino il marito ideale ha un cartellino appiccicato dietro e basta solo leggerlo e passare alla cassa. Se poi, strada facendo, si eliminano vacue ma insidiose rivali e si ottiene pure la svendita (lui tapino che si getta ai piedi e offre il matrimonio tanto agognato), ancora meglio.
Poi, ovviamente, uno dei due contraenti cercherà sempre di fare il pulcioso e di rinegoziare, dopo aver subodorato che non è stato lui a fare l’affare ma la ben più giovane moglie, non titolata però scaltra. Ah, finalmente un’eroina che marcia a testa bassa, che si fa del male, che soffre per bene ma continua ad essere, nonostante tutto, se stessa.
E quando il marchese, davanti agli ospiti illustri la contempla pieno di desiderio e la presenta come “la mia signora moglie”, il lettore non può che pensare: finalmente, ragazzo, dopo tanto viaggiare sei diventato uomo, hai capito qual è il vero meccanismo della vita e hai aperto gli occhi.

Storia tormentata, finemente scritta, abilmente orchestrata, sinceramente consigliata per palati esigenti, per anime romantiche ma anche no, per chi non ama gli amori in discesa e le felicità troppo a portata di mano.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Romance - "Ma dal momento in cui Lord Tremaine toccò le sue labbra con le proprie, lei ne venne consumata, come un bambino che gustasse una zolletta di zucchero per la prima volta, vinto dalla sua dolcezza. Il suo bacio era leggero come una meringa, dolce come le prime note della Sonata al chiaro di luna, e nutriente come la pioggia di primavera dopo un inverno di siccità senza fine."

Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tokyo tutto l'anno
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri