Il GGG Il GGG

Il GGG

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Sofia non sta sognando quando vede oltre la finestra la sagoma di un gigante avvolto in un lungo mantello nero. È l'Ora delle Ombre e una mano enorme la strappa dal letto e la trasporta nel Paese dei Giganti. Come la mangeranno, cruda, bollita o fritta? Per fortuna il Grande Gigante Gentile, il GGG, è vegetariano e mangia solo cetrionzoli; non come i suoi terribili colleghi, l'Inghiotticicciaviva o il Ciuccia-budella, che ogni notte s'ingozzano di popolli, cioè di esseri umani. Per fermarli, Sofia e il GGG inventano un piano straordinario, in cui sarà coinvolta nientemeno che la Regina d'Inghilterra.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il GGG 2015-05-26 14:56:07 Elisabetta.N
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Elisabetta.N Opinione inserita da Elisabetta.N    26 Mag, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

GGG

Il Grande Gigante Gentile
Questo libro contiene una storia sia per adulti che per bambini.
Badate bene, non ho scritto favola… la parola “favola” infatti rimanderebbe ad un certo tipo di storia e questo non è certo il caso.
Non esiste qui il “c’era una volta” o principi e principesse destinati ad incontrarsi, ma forse, pensandoci bene, si potrebbe parlare comunque di favola. In fondo, quello che davvero conta, è la morale, no? L’insegnamento che le parole nascoste tra avvincenti vicende, ci vogliono trasmettere… e il GGG è ricco di insegnamenti.
Bambini e adulti possono spaventarsi, emozionarsi e vivere una splendida avventura con questo libro!

Lo stile, rivolgendosi in primo luogo a una determinata fascia d’età, è semplice, ma non per questo banale. Il linguaggio del GGG è sublime e sbalorditivo. Dahl gioca con le parole e riesce a trovale la giusta combinazione per trasmettere la mancanza di istruzione.
"chiaro o scuro?"
I nomi inventati per gli altri giganti sono formidabili e non possono che incutere terrore. Inghiotticicciaviva, ciucciabudella, spellafanciulle, sono solo alcune prove dalla grande inventiva di Dahl.

Una lettura davvero preziosa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il GGG 2014-07-18 07:36:55 Yoshi
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Yoshi Opinione inserita da Yoshi    18 Luglio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il Grande Gigante Gentile

Racconta la storia di Sofia, una bambina rimasta orfana, che una notte non riesce a prendere sonno.
Così, facendo molta attenzione a non farsi scoprire, scivola vicino alla finestra per guardare la luna.
Ed è proprio in quel momento, nell'ora in cui tutti dormono, che scorge in lontananza un gigante.
Un gigante alto sette metri che tira fuori dalla sua valigia una vasetto, versa il suo contenuto dentro ad una tromba e lo soffia dentro alla cameretta di un bambino senza fare alcun rumore.
Ebbene si. E' un gigante soffia sogni e che possiede un udito finissimo.
Ed proprio così che scopre che Sofia lo sta guardando.
Il gigante si avvicina alla finestra e la porta nella sua caverna. Sofia è molto spaventata perché non vuole essere mangiata ma presto scoprirà che il gigante in questione è il GGG.
Fra loro nascerà un'amicizia incredibile in cui verranno coinvolti anche nove giganti cattivi che mangiano poppolli (umani).
Pensate un po', chiederanno aiuto anche alla regina!

Ho ripreso in mano questo libro dopo circa vent'anni dall'ultima volta che lo avevo letto, perché volevo capire come mai nella mia mente era rimasto un ricordo molto bello di questa storia.
I temi trattati da Roald Dahl sono molto semplici e diretti ma che invitano sempre ad una riflessione.
Come per esempio quando parla dell'uomo e del suo potere distruttivo.
I giganti non si mangiano e non si uccidono fra loro, come le altre specie animali.
Questa regola però non vale per gli umani che litigano, fanno le guerre e si ammazzano nei peggiori dei modi.
Fa riflettere? Direi di si.
Il GGG è un gigante buono che mangia cetrionzoli, la verdura più schifiltosa che è mai stata creata.
Lo fa perché lui non odia gli umani, non capisce perché si comportano così, ma non vuole assolutamente papparsi nessun tipo di poppollo.
La scrittura è molto diretta e lineare senza troppi intrecci.
A parer mio un libro così, al giorno d'oggi è da premiare.
Spesso leggo libri intricati che alla fine non mi lasciano nulla se non l'amaro in bocca e la voglia di resettare il cervello e andare oltre.
Questo invece ha una morale molto positiva e con molte interpretazioni.
I personaggi sono fantastici ma fantastici non inteso come NON REALI.
Fantastici inteso come ombre della nostra anima che vengono per risvegliare la nostra coscienza.
L'amicizia è un valore che più si cresce e più viene dimenticato, mentre in questo libro cerca di ricordare che nonostante le diversità, ci si può volere bene e ci si può sostenere a vicenda creando legami indissolubili e ovviamente, insieme si può modificare il corso degli eventi!
Anche questa non è una storia per bambini. I bambini sanno cos'è giusto. Siamo noi Poppolli che spesso ce ne dimentichiamo.
Leggetelo!
Merita!

Buona lettura!
Rebecca

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri