Narrativa straniera Romanzi storici Storia di due anime
 

Storia di due anime Storia di due anime

Storia di due anime

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

A Parigi, una ricca collezionista incarica un uomo di rilegare insieme tre manoscritti, composti in epoche diverse e da mani diverse. A una condizione: non leggerli. Ma quando viene a sapere che la donna è morta – qualcuno dice assassinata – il rilegatore rompe la promessa. Rimane così colpito – e turbato – dalla lettura dei manoscritti che decide di pubblicarli col titolo di Storia di due anime. L'educazione di un mostro. Dopo essere stato investito da una carrozza, Charles Baudelaire viene soccorso e portato in una villa subito fuori Bruxelles. Anche se lui non l'ha mai vista, la misteriosa padrona di casa dimostra di conoscere il suo passato fin troppo bene. E gli fa una proposta inquietante... La città fantasma. A Parigi, davanti alla tomba di Baudelaire, un uomo e una donna s'incontrano per la prima volta. Lui è un rifugiato tedesco, lei – Madeleine –, un'enigmatica appassionata di poesia. Con l'esercito nazista ormai alle porte, la città viene evacuata, ma i due decidono di restare. E, in quei giorni di passione, Madeleine gli racconta una storia incredibile: la storia di due anime che si perdono e si ritrovano da quasi due secoli. E poi gli chiede di partecipare a un'asta, dove si venderà il manoscritto di un racconto inedito di Charles Baudelaire, L'educazione di un mostro. L'uomo la asseconda, rimanendo così invischiato in una serie di brutali omicidi che sembrano portare la firma dell'esclusiva – ed elusiva – Société Baudelaire... I racconti dell'albatro. È la storia di Alula, colei che ricorda, e di Koahu, colui che dimentica. Una storia che comincia al tramonto del XVIII secolo, in una sperduta isola del Pacifico, e si dipana fino ad arrivare a Parigi, nel 1940, davanti alla tomba di Charles Baudelaire, dove il cerchio si chiude. O forse no... Un romanzo nel romanzo, in cui le tre storie possono essere lette una dopo l'altra oppure seguendo una sequenza alternativa di capitoli. Due esperienze di lettura, un'unica, eccezionale avventura letteraria.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (3)
Contenuto 
 
3.7  (3)
Piacevolezza 
 
3.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Storia di due anime 2021-02-12 17:16:49 Mian88
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    12 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Letture tra divertimento e magia

«Lei teneva la guancia premuta contro il mio petto. Anch’io ero spaventato, ma lo ero da così tanto tempo che la paura era diventata parte di me, si era avviluppata intorno e dentro di me come una vite, nutrendosi della stessa linfa che teneva in vita il resto di me.»

Un manoscritto affidato e da rilegare da una prestigiosa collezionista a uno dei migliori rilegatori. Una unica condizione: non leggerlo. Passano i mesi e della donna si perdono le tracce sino a che si scopre che ella è morta, forse addirittura per mano altrui. A quel punto, che fare? Continuare a mantenere la promessa o dedicarsi alla lettura di quel testo così particolare? Resistere è impossibile così come, poi, è impossibile non pubblicare quel che tra quelle pagine è custodito.
L’educazione di un mostro” vede protagonista Charles Baudelaire che dopo essere stato investito da una carrozza viene soccorso e portato in una villa fuori Bruxelles ove una misteriosa padrona di casa dimostra di conoscerlo molto, molto, molto bene.
“La città fantasma” che ci riporta a Parigi sulla tomba di Baudelaire davanti alla quale si incontrano un uomo e una donna. Lui è un rifugiato tedesco mentre lei una donna dal passato oscuro e del quale sappiamo soltanto essere appassionata di poesia. L’esercito nazista porta la città all’evacuazione eppure loro due decidono di restare e Madeleine, la donna, racconta la sua storia incredibile a quell’uomo a cui poi affiderà un compito riguardante proprio il manoscritto dello scrittore perito e intitolato “Città fantasma”.
“I racconti dell’Albatro” ove Aula, colei che ricorda, inizia il suo viaggio da quella sperduta isola del Pacifico alla ricerca di Koahu, colui che dimentica. Un viaggio, questo, che giungerà fino a Parigi, fino al 1940.
Tre manoscritti, tre periodi storici diversi, tre storie che si uniscono e fondono tra loro in quella che è una storia caratterizzata da un unico filo conduttore e dove non mancano gli elementi più cari ai lettori e che vanno dalla storia d’amore, alla magia e al misticismo, al romanzo storico, a quel pizzico di fantasy che lo rende completo. Per quanto si tratti di narrativa d’intrattenimento il titolo richiede di essere letto con attenzione ed è caratterizzato dalla peculiarità di poter essere letto in due modi, o nella maniera canonica ovvero seguendo l’ordine delle pagine, oppure, seguendo la “lettura della Baronessa” e dunque saltando di parte in parte nel testo a seconda delle indicazioni che vengono date alla conclusione di ogni capitolo. In quest’ultima modalità le storie si intrecciano in un modo particolare tanto da fonderle tra loro e rendere la lettura non soltanto divertente ma anche più particolare rispetto a una lettura classica che rischia di trasformarlo in una raccolta di racconti.
Curioso, da scoprire e da godere.

«A volte sono proprio le persone più semplici a essere le più coraggiose.»

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
Storia di due anime 2021-01-23 22:24:33 ALI77
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    24 Gennaio, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UNA ESPERIENZA DI LETTURA PARTICOLARE

Beattie Ellingham, una ricca collezionista e bibliografa, chiede ad un rilegatore di unire tre manoscritti e l'unica condizione che gli pone è quella di non leggerli.

L'uomo la soprannomina "la Baronessa" e poco dopo avergli dato l'incarico, la donna viene ritrovata morta; sulla sua scomparsa ci sono dei forti dubbi, sembra che la sua morte non sia naturale ma che si tratti di un assassinio.

L'uomo rompe la promessa e legge i manoscritti che poi pubblicherà con il nome di "Storia di due anime".

I tre libri che compongono questa storia sono: L'educazione di un mostro, La città fantasma e I racconti dell'Albastro.

Il primo è una storia cupa con protagonista Baudelaire, ormai vecchio, stanco e malato di sifilide, il secondo racconta le vicende di un uomo ebreo e una donna durante la Seconda Guerra Mondiale in Francia e infine il terzo segue la vita di due anime Alula e Koahu che vivono tante vite diverse a partire dalla fine del Settecento fino al 1940.

Questo libro si può leggere in maniera tradizionale quindi dall'inizio alla fine oppure seguendo l'ordine della Baronessa, quindi ad ogni fine capitolo ci sarà il numero della pagina dove continuare la lettura.

Se si segue l'ordine della Baronessa, la conclusione del libro non coinciderà con la fine fisica del volume ma sarà a pagina centottanta.

Personalmente ho seguito l'ordine della Baronessa perché mi intrigava di più e mi sembrava più originale rispetto alla lettura classica di un libro.


"Voglio vivere la vita di qualcun altro. Non voglio vivere la mia. E' un doloro troppo straziante. Non capisce? Ogni volta che mi guardo allo specchio, è come se mi vedessi con gli occhi di un altro: gli occhi dell'uomo, che mi ha amato, dell'uomo che ho perduto per sempre, dell'unico uomo che potrò mai amare."


All'interno di questo libro troviamo dei generi differenti: il mistery, il fantasy e il romance anche se a mio avviso è più presente quello fantasy o meglio il paranormale.

Ho trovato questo libro originale nella struttura narrativa, l'autore però, a mio avviso, si è dilungato troppo su alcune vicende e penso che abbia puntato tutto su questo "gioco" di mescolare generi diversi e nell'incuriosire il lettore nei due modi possibili per affrontare la storia.

Tutto questo a discapito della caratterizzazione dei personaggi, che non risultano così definiti, sembrano essere molti ma in realtà ho capito essere solo due, a me è mancato un po' questo, l'autore non mi ha convinto nella descrizione dei suoi protagonisti.

La lettura è piacevole e molto scorrevole, forse manca un po' di ritmo e di pathos soprattutto verso la fine della storia.

Un libro particolare, sicuramente un'esperienza di lettura diversa dal solito con una trama accattivante e una stupenda copertina, una storia che però nel suo sviluppo presenta alcuni difetti che non si possono non considerare nel giudizio finale.

Piccola nota: la lettura della Baronessa vi porterà a leggere le tre storie andando avanti e indietro nel tempo, un continuo passaggio tra passato e presente, mentre se affronterete il libro in maniera tradizionale, leggerete i tre racconti separati.



Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Storia di due anime 2021-01-19 15:11:34 C.U.B.
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    19 Gennaio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fatta la legge, trovato l'inganno

Accade di rado che ci concentriamo a fissare una persona negli occhi in maniera fine a se stessa, senza parlare e senza scopi diversi. Non posso tacere di avere pensato in continuazione, durante la lettura, all’emozionante performance di Marina Abramovic “The artisti is present” tenutasi al MoMa di New York.

Perché quando ci ritroviamo a fissare qualcuno negli occhi, tendiamo a distogliere lo sguardo?
Viscido è l’occhio, è più semplice scacciarlo che bloccarlo.
Di questo erano convinti gli abitanti di una sperduta isoletta del Pacifico, la cui tradizione mieteva proseliti nell’arte di acquisire l’anima altrui e scambiarla col proprio corpo, attraverso gli occhi.
Così, mentre l’albatro nasce dalla fusione di due uccelli esuli, Alula - colei che ricorda - insegue nei secoli l’amore di Kohau - colui che ha dimenticato-.

Tre manoscritti collocati in periodi storici diversi ci conducono in una articolata, magica ed affascinante vicenda narrativa che mischia diversi generi. Sicuramente il romanzo d’amore prevale su un accenno al romanzo storico, generosa la frazione di mistery e una dose di fantasy guarnisce il prodotto finale. Sebbene sia un’opera di puro intrattenimento, necessita di molta attenzione perché i salti temporali e gli scambi di persona non permettono distrazioni.
Divertente l’idea di proporre due itinerari di lettura: in senso lineare oppure seguendo la paginazione della sequenza della Baronessa, ossia un indice di capitoli organizzato in modo sparso. Io ho optato per la seconda versione e credo che il punto di forza di questo romanzo non sia tanto nella qualità della scrittura, quanto nell’originalità dell’incastro e nella commistione di epoche e di luoghi tanto diversi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'uomo del porto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri