Dettagli Recensione

 
Afa
Afa
 
Afa 2015-07-17 05:25:37 Emilio Berra TO
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Emilio Berra  TO Opinione inserita da Emilio Berra TO    17 Luglio, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

' Racconto d'estate '

Von Keyserling, anima baltica, aristocratico di un mondo ormai perduto, nel breve e intenso romanzo "Afa", ci offre un altro dei suoi 'racconti del castello' .
Potrebbe stupirci, eppure anche lassù nelle terre nordiche può accadere talvolta di avvertire l'afa, soprattutto se si vive in un rarefatto stato di angoscia.
Un'estate trascorsa nella loro dimora di campagna : due esponenti della nobiltà, un padre ancora giovane e sicuro di piacere ed un figlio diciottenne che deve recuperare le carenze in matematica.
L'Io narrante è il ragazzo : "Mio padre (...) pareva ignorarmi (...). Di tanto in tanto mi fissava, ma subito inarcava le sopracciglia, cosa che in lui era segno di disprezzo. (...) Mi sentivo piccolo piccolo e molto infelice".
Le risonanze interiori di un difficile rapporto sono delineate fin dall'inizio, con rara perizia psicologica.

La dimora avita presenta subito un fascino particolare: le stanze risuonano dello stridio dei grilli annidati nei muri; la natura intorno, il parco espongono l'incanto dei loro colori : "i gladioli fiammeggiavano come lingue di fuoco"; "una luce rossa, come soffusa d'oro, vibrava nell'aria"; "i gigli rilucevano bianchi nell'ombra del crepuscolo".
Keyserlig è un grande 'pittore' di paesaggi letterari.
Quei luoghi, "dove tutto era adagiato su fresche ombre verdi", paiono ideali per incontri e conversazioni all'aperto. Essi avvengono essenzialmente con le due cugine: la maggiore, enigmatica e tormentata; la più giovane, gaia e ciarliera. Quest'ultima suscita l'infatuazione del ragazzo; l'altra, amazzone altera nelle passeggiate col padre del nostro giovanotto, è scossa da un dolore di cui presto s'intuisce l'origine.

Le notti sono pregne di atmosfere sensuali: "i misteriosi suoni del bosco trascorrevano fra gli alti alberi silenziosi"; il canto di una donna che si disperde nell'aria di "quella morbida oscurità, densa di profumi"...
Le relazioni fra i due protagonisti continuano stranamente altalenanti, anche se l'Io narrante tende a cogliere ciò che più lo umilia : "il suo sguardo mi attraversava senza vedermi"...
L'epilogo presenta un colpo di scena, di cui però già si è colto qualche indizio : il fragile rumore di un piccolo oggetto d'oro, che scivola per terra, apre spiragli che proiettano una nuova luce su molti aspetti e, nel contempo, alimenta altri e inquietanti interrogativi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a tutti
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Grazie della segnalazione, Emilio!
L'anno prossimo leggo Francesi e Scandinavi e di certo aggiungo questo titolo alla mia lista!
Beh...mal comune mezzo gaudio! Solo che qui anche gli uccelli si rifiutano di cantare, non esistono fresche frasche che tengano e gigli e gladioli si piegano appesantiti.
Bel commento comunque-Ciao
Bel commento, Emilio. Non conosco Keyserling, ma da come hai descritto questo libro mi sembra uno di quegli autori che mi piacciono molto.
Grazie a te, Anna.
Anch'io sto riprendendo gli Scandinavi. C'è una letteratura molto interessante che solo recentemente è stata introdotta (tradotta) in Italia.
Buona lettura.
Ciao Lucia. Grazie comunque.
Grazie AnnaMaria.
Si tratta di un autore interessante: era un aristocratico baltico, trasferitosi a Berlino; apparteneva a quei territori nordici di lingua tedesca ma politicamente russi. Rappresenta la nobiltà di quei luoghi nei suoi brevi romanzi, denominati dai critici "racconti del castello".
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Papà Gambalunga
I misteri di Udolpho
Il violino del pazzo
In affitto
In tribunale
Bandito
La fattoria delle magre consolazioni
Il possidente
Le torri di Barchester
Deephaven
Racconti di pioggia e di luna
La casa grigia
Il villaggio di Stepancikovo e i suoi abitanti
L'uccello nero
Il mago
Cristallo di rocca