Dettagli Recensione

 
Ragione e sentimento
 
Ragione e sentimento 2016-03-07 09:58:24 Queen D
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Queen D Opinione inserita da Queen D    07 Marzo, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Prima di Elisabeth e Jane c'era...

Di due anni precedente rispetto al famosissimo "Orgoglio e pregiudizio" (1813), questo romanzo della Austen, il suo primo romanzo, inevitabilmente mi porta a fare dei paragoni col fratello successivo. Essendo il suo primo sforzo letterario, e non me ne vogliano i super fan della Austen, ho trovato "Ragione e sentimento" leggermente meno maturo di "Orgoglio e pregiudizio" di cui ho maggiormente amato i protagonisti.
In questo romanzo, la Austen fa girare le vicende intorno a una piccola famiglia tutta al femminile, la famiglia Dashwood: Elinor, la sorella maggiore, Marianne, Margaret e ovviamente la signora Daswood, la madre. Le protagoniste, non assolute in questo caso, sono Elinor e Marianne, la prima spirito razionale, posato, assennato, maturo, la seconda più ribelle, vivace ed estrema in tutte le sue esternazioni emozionali, che siano nel bene o nel male. Tutto il libro si gioca sul contrasto tra il senno di Elinor e l’impulsività di Marianne che, posti su una bilancia immaginaria, cercheranno l’uno di superare l’altra. In alcuni momenti sembra vincere il sentimento, che sfugge a qualsiasi gabbia razionale, in altri la ragionevolezza di Elinor prende il sopravvento, in un’alternanza tale che alla fine non si può giudicare chi sia il vincitore.
Ho letto da qualche parte che il rapporto tra Elinor e Marianne non è altro che una trasposizione di quello reale tra Jane Austen e sua sorella maggiore, Cassandra: quest’ultima ispirò Elinor mentre la Austen prende sembianze nell’uragano Marianne ed è per questo motivo, nel romanzo, c’è quasi un equilibrio fra i diversi caratteri delle due protagoniste.
Un grande affetto le lega l’una all’altra e alla propria madre (Margaret, la sorella più piccola, è solo una comparsa) molto diversa dalla bisbetica e sciocca signora Bennet, mamma impicciona di Elisabeth e Jane in “Orgoglio e pregiudizio”.
Troviamo una madre attenta, abbastanza intelligente e dotata degli stessi identici sentimenti della sua seconda figlia Marianne: Elinor, così, deve combattere per far ragionare non una ma ben due esponenti della sua famiglia, portandovi un pizzico di sale in zucca.
La storia, e in questo punto ci avviciniamo al romanzo successivo, parla delle delusioni amorose delle due sorelle le quali, ovviamente, reagiranno in modi opposti agli eventi. Alla fine, la bilancia si capovolge e l’assennata Elinor cederà al fuoco del suo primo tenero amore, mentre Marianne, dopo varie disgrazie, sembrerà mettere la testa a posto e cederà ad un amore inizialmente respinto dalle sue sciocche e infantili idee romantiche, in un capovolgimento metaforico dei ruoli.
Ho trovato alcuni personaggi, come Edward, poco piacevoli (non me ne vogliano le sue fan): uomo di poco polso, di nessun fascino e, a mio avviso, non meritevole del finale. Ho trovato abbastanza attrattive nel colonnello Brandon ma se paragoniamo i due al signor Darcy, ahimè, il risultato è impietoso.
E’ pur vero che questo è un altro romanzo ma sfortunatamente per me il paragone è stato immediato ed automatico: in questo troviamo l'eterna lotta tra il cuore e la ragione, nell'altro tra il pregiudizio, l'opinione affrettata data solo in base all'apparenza, contro l'orgoglio, sentimento altrettanto prevenuto e tanto distruttivo quanto il primo.
Ciò non toglie che il romanzo sia, in modi diversi, un capolavoro e che chiunque, fan o no della Austen, può solo guadagnarci in senno o sentimento (a voi la scelta) leggendolo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"Orgoglio e pregiudizio"
"Emma"
"Persuasione"
"L'abbazia di Northanger "
"Mansfield Park "
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

La penso esattamente come te!!!!
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Papà Gambalunga
I misteri di Udolpho
Guerra
Il violino del pazzo
In affitto
In tribunale
Bandito
La fattoria delle magre consolazioni
Il possidente
Le torri di Barchester
Deephaven
Racconti di pioggia e di luna
La casa grigia
Il villaggio di Stepancikovo e i suoi abitanti
L'uccello nero
Il mago