Dettagli Recensione

 
Le lame di Myra. La saga del Dominio
 
Le lame di Myra. La saga del Dominio 2017-11-16 19:15:08 Manuela Vitale
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Manuela Vitale Opinione inserita da Manuela Vitale    16 Novembre, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Lame affilate ma non originali

Licia Troisi è una scrittrice italiana che ha avuto il suo boom pubblicando la sua prima trilogia: Cronache del Mondo Emerso con protagonista Nihal. Successivamente, ha pubblicato altre due trilogie relative al Mondo Emerso (Guerre e Leggende); ha creato altri mondi, quello della “Ragazza Drago”, di “Pandora”, dei “Regni di Nashira” e, infine, “La saga del Domino”.
La saga del Domino si apre con “Le lame di Myra” edito Mondadori nel 2016, che apre verso un nuovo mondo. La copertina è molto d’impatto: c’è una ragazza con i capelli bianchi e gli occhi cremisi che guarda indecifrabilmente il lettore, su uno sfondo graffiato rosso che esce da un bianco-grigio del resto della copertina. La ragazza in copertina è la protagonista, Myra, e lo sfondo bianco è il luogo in cui si svolgono la maggior parte delle vicende: nelle terre ghiacciate, Asgarö e dintorni.
La trama è incentrata sulle vicende di Myra, una giovane combattente già comandante dell’esercito di Acrab. Le sue caratteristiche che lasciano tutti i suoi nemici ed alleati senza parole sono la sua voce roca e le sue armi, una coppia di walud mortali. Però, come ogni eroina della Troisi che si rispetti, Myra ha dei demoni interiori che si agitano in lei: infatti, quand’era piccola, degli uomini avevano ucciso brutalmente il padre, lasciandola orfana e facendole uccidere già un uomo. Così, quando un giovane Biswadi appare nel suo esercito, i suoi dubbi ritornano a tormentarla fino a farle prendere una decisione: abbandonare l’esercito del suo amato Acrab per trovare gli assassini del padre. Nonostante Acrab non sia per nulla d’accordo, acconsente e Myra parte alla ricerca di un uomo che qualcosa avrebbe dovuto sapere. Purtroppo, le piste la portano solo a persone già morte, ma nel suo viaggio l’affiancano due personaggi molto validi: Kyllen e Marjane. Per chi ha letto Cronache del Mondo Emerso, Kyllen è un po’ il Sennar della situazione: è un giovane evocatore e si occupa di magia, compagno fedele di Myra e ben presto prova verso di lei un’attrazione crescente. È l’opposto di Myra su moltissimi aspetti: è riflessivo, calmo e controbilancia gli impeti della protagonista. Marjane è la classica aiutante, che interviene quando Myra non è in grado di combattere. Le due s’incontrano in una taverna, dove lei era una cameriera e Myra, controvoglia, la porta con sé. I tre iniziano questo viaggio a dorso di draghi fantastici, che portano il lettore a conoscere un mondo gelido e spietato. Myra andrà rincorrendo una figura misteriosa che tutti riconducono alle sue vicende: Graffiasi ma nessuno sa chi sia davvero né, tanto meno, dove trovarlo.
Grazie al fondamentale aiuto di Eileena, vecchia maestra di Kyllen, Myra capisce il perché di un fenomeno che si scatenava attorno a lei: gli elementari si avvicinano a lei in maniera strana. Infatti, i maghi si servono di questi spiriti degli elementi per fare le loro magie fino ad incatenarli a loro e ucciderli. Dopo essersi resa conto che lei è il Liberatore – o meglio, la Liberatrice – inizia a capire il perché delle parole di suo padre: “lei è mia, non vostra”. Le parole che l’avevano tormentata per anni ed anni avevano acquisito un significato differente: era lei che volevano, non la terra del padre. Scoprendo questo nuovo lato della sua storia, così intricato, violento ed oscuro, Myra si rende contro che neanche il suo amato Acrab è così pulito e puro come credeva. Dopo avere scoperto delle verità che la destabilizzeranno profondamente; dopo aver rischiato di morire, Myra dovrà mettere tutto in discussione.
Lo stile di Licia Troisi è sempre lo stesso: fluido, piacevole, scorrevole, abile nelle descrizioni. Com’è inevitabilmente, i personaggi iniziano a somigliarsi fra loro, anche se bisogna rendere evidente una cosa: Myra sembra una sintesi delle varie – altre – protagoniste della Troisi ma, personalmente, mi è piaciuta la sua caratterizzazione. La struttura narrativa creata è molto interessante: il lettore dovrebbe scoprire man mano la situazione, che s’intrica sempre di più, fino al climax finale. Purtroppo, avevo già immaginato che Acrab non era il santo che Myra descriveva e la sorpresa è stata minore.
Una cosa che ho apprezzato particolarmente sono le descrizioni dei luoghi: l’autrice mi ha fatto vedere i gelidi luoghi in cui si svolge la gran parte del romanzo. La parte finale è costruita in luoghi più miti nel sud del Domino, le città natie di Myra che sanno più di primavera.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consiglio questo libro, il target è 14-15 anni fino a salire su, almeno ai 20. È un bello scritto, si fa leggere, è interessante e non stanca. A me è piaciuto molto, anche se vi è, ormai, una pecca di originalità.
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il magico mondo di Sandy
Signora madre
Millennio di fuoco. Seija
Il pianto del corvo
The ancient melody. The oblivion lake
Dracula ed io
L'ottava confraternita
Evelyne. Una donna di nome Dio
Il fuoco di Acrab. La saga del Dominio
La regina del silenzio
Niccolò Spirito
Absence. Il gioco dei quattro
L'accademia di Anjur. Il numero trentuno
La regina rossa
Eymerich risorge
Hania. Il cavaliere di luce