Dettagli Recensione

 
Il bacio eterno
 
Il bacio eterno 2012-06-14 07:35:01 Amarilli73
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    14 Giugno, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

ANDREAS REICHEN, MEINE LIEBE

Sesto romanzo per la Stirpe di Mezzanotte, finalmente dedicato ad Andreas Reichen, il vampiro del Rifugio di Berlino. Questo sinora è il mio episodio preferito, anche perché si discosta finalmente dalle solite trame stile vampir-Harmony.

Il Bacio Eterno (ma trovo che, in originale, il titolo sia molto più significativo: “Ashes of Midnight”) inizia in un’atmosfera cupa: Andreas ha perso tutto, il suo Rifugio e i suoi familiari, annientati da un commando di vampiri dei servizi segreti deviati (sic) che doveva in realtà colpire lui.
Solo, braccato, pieno di rancore, Andreas si lascia andare al suo lato più oscuro, liberando uno spaventoso potere di fuoco e distruzione, che sinora aveva cercato di soffocare e nascondere agli altri. E’ solo l’ombra, ormai, del vampiro libertino ed amante dei piaceri della vita che avevamo conosciuto al tempo del viaggio di Tegan ed Elise a Berlino (terzo episodio). Ora è sull’orlo della follia e della Brama di sangue, ed ha come unico scopo la sua personale vendetta.
Quando però arriva alla casa di Roth (quello che forse è il mandante del massacro della sua famiglia) Andreas ritrova Claire, la donna che aveva amato e abbandonato senza troppe spiegazioni decenni prima.

In teoria, Claire è diventata la Compagna del suo mortale nemico, a lui ufficialmente vincolata. Ma Andreas, stremato ed assetato, finisce per commettere quello che è considerato il peccato più grande agli occhi dei vampiri, e cioè beve con la forza dalla gola di Claire, violando proprio quel vincolo che doveva essere indissolubile.

Andreas, insomma, non è il solito eroe rispettoso dei principi secolari, e non è neppure un membro dell’Ordine. Ma proprio i guerrieri dell’Ordine, considerati a loro volta dei reietti dal resto della nazione vampirica, saranno i soli in grado di offrire un aiuto concreto a lui e a Claire…

Confesso che in precedenza mi lasciava un po’ perplessa il commento entusiasta di J.R. Ward riportato sulla copertina dei romanzi della Adrian (perché, almeno nei primi episodi della serie, l’autrice, più che farsi ispirare dalla Ward, sembrava quasi “fotocopiare”…).
Invece, procedendo con gli episodi, le storie della Stirpe di Mezzanotte cominciano ad avere un più ampio respiro, e lo stile è più scorrevole e gradevole.

Trovo carina l'idea che il complesso dell'Ordine da tana di guerrieri si stia trasformando in un condominio per famiglie allargate, con compagne, bimbi in arrivo, cagnolini, ecc., ed anche le varie sorprese nei capitoli finali inducono a continuare nella lettura (la serie, nel frattempo, dovrebbe essere arrivata già a quota dieci).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
I PRIMI CINQUE VOLUMI DELLA STIRPE DI MEZZANOTTE E VUOLE SCOPRIRE COSA ACCADRA' ALL'ANTICO...
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il profumo sa chi sei
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Lockdown
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri