Dettagli Recensione

 
Dannazione
 
Dannazione 2014-07-18 14:19:08 Donnie*Darko
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Donnie*Darko Opinione inserita da Donnie*Darko    18 Luglio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

All'inferno!

Madison ha tredici anni e un grosso problema. E' deceduta per overdose di marijuana (!) e ora si ritrova dannata all'inferno.
Ovviamente gli inferi concepiti da Palahniuk, pur essendo tutt'altro che confortevoli, si differenziano di molto dall'immaginario comune in cui si viene sottoposti per l' eternità a torture indicibili.
Siamo in zona più fantasy che horror, ed il luogo in questione appare più come un campionario di variegate assurdità. Celle di prigionia, demoni più buffi che terrorizzanti, call center e uffici dagli insormontabili ostacoli burocratici (cosa che mi ha ricordato alcuni vecchi Dylan Dog) costituiscono la torrida oltretomba della giovane protagonista. Fuoco e supplizi non mancano, ma a catturare l'attenzione sono i posti attraverso i quali la prematuramente trapassata peregrinerà per raggiungere niente meno che Satana.
Ci imbattiamo in panorami buoni per la fiera del disgusto: abbiamo l'oceano di sperma sprecato, la palude dei feti abortiti, il deserto di forfora, ecc...un susseguirsi di livelli in stile videogame che Madison cercherà di superare in compagnia di un poco funzionale gruppo di adolescenti volutamente stereotipati.
Più leggero, appena ammantato di quella denuncia sociale di cui l'autore solitamente si fa carico, "Dannazione" appare come l'ennesima sperimentazione di un autore non più brillante come ad inizio carriera.
La fantasia è applicata al meglio solo a sprazzi, ci sono pene del contrappasso modellate sui tempi odierni e infinite liste -tipiche di Palahniuk, quanto la fissa per il cinema- di personaggi famosi a cui lo scrittore affida ruoli più o meno intriganti. Altro punto di rottura è la definizione della nostra eroina, tutt'altro che una perdente contravvenendo la regola del suo creatore da sempre alleato di alienati, paranoici e disillusi. Madison è una leader, durante l'ascesa nella scala gerarchica degli inferi rammenta la sua vita terrena tenendo in piedi una trama sicuramente dalla buona vis comica, anche se intrisa di una certa drammaturgia con in evidenza il menefreghismo e l'ipocrisia dei genitori.
Appena velate troviamo sfumature thriller inerenti la dipartita della nostra, sino ad un finale in cui prenderanno maggior consistenza rivelando le vere cause della morte.
Non un gran Palahniuk, in principio ci si diverte e le prime pagine scorrono bene, a lungo andare però si raggiunge un livello di saturazione e la noia inizia a far capolino, anche perché il meccanismo sembra incepparsi divenendo schiavo di trovate bizzarre abbastanza gratuite.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
221
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

14 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Ma sai che mi hai incuriosita?
Lo metto tra le future letture ;) ciao
In risposta ad un precedente commento
Donnie*Darko
19 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ma non so se ti conviene ;) Ciao!
Anch'io concordo con Lucy: il tuo commento incuriosisce... non fosse che con quest'autore ho chiuso... :-)
Ciao!
C.U.B.
19 Luglio, 2014
Ultimo aggiornamento:
19 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Morta di overdose di marijuana non si puo' sentire, si sara' fumata una piantagione ?

A me Palahniuk proprio non attira.
Secondo me è Palahniuk che si ammazza di canne... come minimo :-D
Alessandro, bella recensione: Il punto esclamativo fra parentesi dice più di tante parole.
Penso che le trovate, in letteratura, cerchino di coprire maldestramente la mancanza di idee.
In risposta ad un precedente commento
Donnie*Darko
19 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
:D non posso darti torto, comprendo che abbia avuto uno scadimento consistente.
Ciao Bruno!
In risposta ad un precedente commento
Donnie*Darko
19 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
In realtà non è proprio così, è quello che crede la protagonista. Onde evitare spoiler non approfondisco ulteriormente ;)
In risposta ad un precedente commento
Donnie*Darko
19 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Poco ma sicuro! :D
In risposta ad un precedente commento
Donnie*Darko
19 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Emilio. Come spiegavo in precedenza è quello che la protagonista pensa. La realtà però è diversa. Comunque sia concordo che alcune trovate siano puramente accessorie...
14 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri