Dettagli Recensione

 
Signora della mezzanotte
 
Signora della mezzanotte 2016-04-16 15:36:23 Queen D
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Queen D Opinione inserita da Queen D    16 Aprile, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Di come i Nephilim affrontino il Dio Amore..

“Ma molto era più forte il nostro amore
che l’amor d’altri di noi più grandi
che l’amor d’altri di noi più savi
e né gli angeli lassù nel cielo
né i demoni dentro al profondo mare
mai potran separare la mia anima dall’anima
della Bella Annabel Lee”.

Una vera poesia di Edgar Allan Poe, del 1894, che Cassandra Clare adatta al suo nuovo romanzo, una poesia che sarà costantemente presente all’interno della trama del libro e che celerà fra le sue righe numerosi misteri da sbrogliare, spesso anche determinanti per la risoluzione dell’enigma.
Chi è Lady Midnight, la signora della mezzanotte a cui fa riferimento il titolo?
Ci si aspetterebbe che la protagonista assoluta della trama sia questa donna misteriosa e per certi versi lo è, ma non nel senso classico del termine: non è mai fisicamente presente, nessuno sa chi è e prima che i veri protagonisti arrivino a capirlo, è solo un’ombra di sfondo che aleggia sulle pareti della vita altrui. Sospetto tuttavia, considerato il finale, che i romanzi seguenti a questo primo capitolo della nuova serie, The Dark Artifices, ne approfondiranno la conoscenza.
La storia si ambienta a Los Angeles, cinque anni dopo le vicende narrate in “Città del fuoco celeste”, ultimo capitolo della serie The Mortal Instruments: i protagonisti, quelli veri, sono Emma Carstairs e Julian Blackthorn, insieme a tutta la sua famiglia di numerosi fratelli e sorelle, ugualmente importanti ai fini delle trama quanto i primi due. Tutta la trama si concentra sulla risoluzione di un mistero e per questo motivo si colora di tinte da romanzo giallo, senza snaturare però la natura fantasy della storia. Ritroveremo quindi gli Shadowhunters, le rune, i parabatai, il Conclave, tutte le sue crudeli regole e una breve comparsa di Clary e Jace.
Lo stile è sempre quello della Clare: diretto, intuitivo, coinvolgente e per questo familiare.
Ci si aspetterebbe un romanzo d’azione e di coraggio, di lealtà e tradimenti e lo è, ma il fil rouge che tocca tutti i personaggi è l’amore: l’amore di Emma per i suoi genitori perduti, l’amore di Julian per la sua famiglia, l’amore non detto, quello nascosto, quello proibito, che ti costringe a fare delle scelte dolorose, talmente forte da non essere sopportabile, perché più è impossibile e più si accende.
E’ stato questo a colpirmi del libro, questa costante presenza di sentimenti forti, durevoli, a lieto fine in alcuni casi, irrealizzabili in altri. Questo e Mark, il personaggio che più ho amato tra quelli presenti nel libro: affascinante, originale, mai banale, il più riuscito tra quelli della Clare (non considerando Magnus Bane).
Da leggere in modo categorico se siete fan della serie e se vi è mancato il mondo dei Nephilim, ma anche nel caso in cui non siate amanti del genere fantasy: il lato umano e l’approfondimento dei sentimenti molto spesso, nei libri della Clare, prende il sopravvento rispetto a tutto il resto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
il ciclo Shadowhunters - The Mortal Instruments
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stelle minori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il cuoco dell'Alcyon
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Tutto sarà perfetto
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bugie e altri racconti morali
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ninfa dormiente
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La scuola
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al Tayar
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Delitti senza castigo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Persone normali
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Nel silenzio delle nostre parole
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
L'estate dell'innocenza
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri