Dettagli Recensione

 
L'albero della febbre
 
L'albero della febbre 2012-07-16 11:41:44 Gondes
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Gondes Opinione inserita da Gondes    16 Luglio, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'ALBERO DELLA FEBBRE

Avevo voglia di leggere un qualcosa di diverso; spaziare verso nuovi orizzonti. Ed ecco che vengo colpito dalla copertina di questo libro con un bel albero africano in primo piano. Leggo con entusiasmo la trama, che subito mi convince, e decido che questo sarà il mio prossimo libro.

Davvero un ottimo esordio per questa scrittrice che ha scelto come sfondo alla sua storia, un argomento molto delicato e complesso come il colonialismo inglese della fine del ’800. Una scelta molto coraggiosa in quanto denuncia lo sfruttamento, da parte Inglese, delle miniere di diamanti in Sudafrica. Vengono ricostruite, in maniera molto attenta, le difficili condizioni di vita della popolazione locale, sottomessa dall’uomo bianco a fare lavori massacranti e senza nessun diritto.

La storia scorre molto piacevolmente senza mai calare di ritmo, ben condita da avventura e sentimento. Anche i personaggi mi sono sembrati ben riusciti con un vera anima, spietati e caritatevoli a seconda del ruolo all’interno della storia.

Alla fine della lettura gli interrogativi rimangono, dando diversi spunti per fare un’ approfondito esame di coscienza e guardarsi allo specchio. Chi siamo veramente? E quali sono le cose da valutare prima di giudicare una persona?

Insomma un bella storia dove la protagonista Frances, una giovane ragazza mezza inglese e mezza irlandese, dopo la morte del padre dovrà decidere, per ragioni economiche, di sposare suo cugino, diventato medico e raggiungerlo in Sudafrica. In questo lontano paese il suo futuro sposo è impegnato nella cura del vaiolo, che sta decimando le popolazioni locali impegnate nell’estrazione di diamanti. Durante il viaggio in nave, (molto bella questa parte del libro), conosce un carismatico personaggio di cui si innamorerà pazzamente. Purtroppo per lei, una volta arrivata in Africa, dovrà mantenere la parola data e sposare il suo odiato cugino. La vita in questo continente sarà molto dura, aggravata dal fatto che si troverà al fianco di una persona che lei detesta. Ma purtroppo molte volte le apparenze ingannano e dovrà comunque scegliere il suo futuro basandosi sul presente, che però molte volte può distorce alcune verità nascoste. La ricostruzione dell’ambiente africano è veramente coinvolgente dando il senso della vera difficoltà di vivere in questi luoghi aridi ed impervi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Oblio e perdono
Belle Greene
La maschera di marmo
Io, Monna Lisa
Il gran mondo
L'italiano
La regina d'oro
Il botanico inglese
Gli Effinger
I demoni guerrieri
Storia di un fiore
Il prodigio
Notti al circo
La città fra le nuvole
La custode dei peccati
Barbablù