Cenere Cenere

Cenere

Letteratura italiana

Autore

Editore

Casa editrice

In un'epoca come il Seicento, che nelle pagine di questo romanzo viene così fedelmente ricostruita, colei che dall'alto del suo potere accusa un'infima serva di stregoneria può incorrere nello stesso destino di atroce martirio, se ragioni di opportunità politiche e la furia del popolo si alleano in un medesimo intento. È quanto avviene alla perfida protagonista, la contessa Stefana.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Cenere 2014-08-29 16:35:57 silvia71
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    29 Agosto, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Caccia alle streghe

Nel 2006 Tea Ranno esordiva con il romanzo, “ Cenere”.
Un romanzo già opera matura, impeccabile nella costruzione degli eventi, dei personaggi e nell'utilizzo del linguaggio.
Un grande affresco di un'epoca buia e minata da lotte tra potere temporale e spirituale, si delinea a tinte forti tra queste pagine, dominate da un ritmo narrativo incalzante; è il secolo XVII, aristocrazia e servitù, agi e miserie, tribunali e Inquisizione, giudici e prelati.
Calano le tenebre dell'intrigo, della violenza e della follia cieca in piccolo centro della provincia italica; la mano di Tea Ranno disegna con maestria una ragnatela sociale perfetta, ponendovi al centro eterne brame di potere e prevaricazione, unitamente a tanti esseri famelici siano essi principi o popolani.
L'epoca storica è quella in cui la caccia alle streghe funge da copertura politica per annullare i nemici, per vendicare le offese, per gestire scomode situazioni private e sociali.
Le vicende di Stefana e Caterina divengono specchio di un periodo storico complesso e oscuro, grazie alla capacità della scrittrice di delineare questi due volti contestualizzandoli e inserendoli in perfetta sintonia tra le pieghe della Storia.

Un lavoro di ottima fattura, degno figlio di una penna di spessore; il costrutto stilistico è estremamente ricco e ricercato, lontano dal linguaggio snello e rapido di tanta letteratura contemporanea.
Grazie alla capacità linguistica della Ranno, prendono vita immagini di luoghi e di volti fiammeggianti, lampi di luce e nicchie di buio dell'anima, cuori crudeli, miserie umane nere come la notte. Un romanzo che racchiude la vastità dei sentimenti umani, dalla misericordia alla bragia di potere. Romanzo spesso cupo per la crudezza dei fatti, eppure avvolgente e coinvolgente.

Un tassello prezioso per portare ricchezza e consistenza al genere storico, che meriterebbe di essere maggiormente conosciuto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempi duri
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
L'altra donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il teatro dei sogni
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cose che succedono la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnight sun
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jane va a nord
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una grande storia d'amore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Proprio come te
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri