Narrativa straniera Fantasy Il grande inverno
 

Il grande inverno Il grande inverno

Il grande inverno

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


E' il secondo episodio delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, incentrato sulla dura lotta di due famiglie per il Trono di Spade. Ma il vero pericolo è costituito dagli Estranei, i morti viventi, mentre la giovane Danaerys riporta in vita i draghi per impossessarsi a sua volta del trono.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 6

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.3  (6)
Contenuto 
 
4.3  (6)
Piacevolezza 
 
4.7  (6)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il grande inverno 2015-02-06 14:21:32 Yoshi
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Yoshi Opinione inserita da Yoshi    06 Febbraio, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Impegno e dedizione

Secondo libro seconda fatica.
Fatica in senso metaforico perché in realtà è stata una passeggiata leggerlo.
La scrittura di Martin è semplice e scorrevole, i dialoghi sono fatti benissimo e le descrizioni sono spettacolari.
L'ho già detto della recensione del primo libro e lo ripeto: ha la capacità di farti provare brividi di freddo mentre sei alla barriera con i corvi o molto caldo quando stai viaggiando insieme ai Dotraki in sella al cavallo (se sei fortunato).
La violenza - insieme a tutto ciò che ne comporta - è una costante nel libro e a volte ammetto che mi ha spaventata e disgustata.
Ne ero già consapevole grazie alla serie televisiva che non risparmia nulla quindi non sono caduta dalle nuvole!
Alcuni personaggi ci abbandonano, altri arrivano timidamente ma la storia procede senza nessun inghippo con le tessere del puzzle che si uniscono magistralmente.
La morte di Ed Stark mi ha commosso, mi ha fatto disperare nel libro come nella serie televisiva.
L'ho adorato ma come dice Cersei " Quando si gioca al gioco del trono non esistono terre di nessuno... O si vince o si muore."
E per Martin gli imbecilli e i buoni colmi d'onore fanno sempre una brutta fine.
Alcuni personaggi li ho trovati interessanti: Il ragno tessitore, Tyron, Cersei, Joffrey, Jon Snow e tutto ciò che accade alla barriera, Il mastino e Roose Bolton (lo scuoiatore e sinceramente non vedo l'ora che arrivi suo figlio...)
Altri invece noiosi e che avrei voluto saltare a piè pari: Danerys (MI SPIEGATE PERCHE' DIAVOLO L'HA CREATA?) Catelyn, Lady Arryn... Mio dio a volte per colpa di questi personaggi avrei voluto gettare il libro nel cestino.
E' un libro che scorre veloce, che ti rapisce e ti intrappola in questo mondo crudele e pieno di intrighi.
E' bello conoscere il lato buono e cattivo di ogni personaggio.
E' bello poter spaziare dal caldo al freddo, dal mistero alla cattiveria.
Questa saga è completa... all'80 % perché manca il finale, ma insomma avete capito cosa voglio dire.

Una cosa mi appare strana.
Amando questa saga non sento la necessità di continuare immediatamente a leggere il terzo.
Ieri quando ho letto l'ultima parola ho fatto un sospiro di sollievo, mi sembrava di essere lentamente scesa nell'incubo e non vedevo l'ora di uscire alla luce del sole.
Forse perché per quanto fantastico possa essere mette in luce il lato umano che non è sempre così buono...

p.s.: Per chi non si è abituato alla violenza LASCIATE PERDERE QUESTA SAGA! Perché può dare fastidio e disgustare. E' anche per questo che continua a stupirmi... Io che odio queste cose in realtà lo sto apprezzando molto.

Buona lettura.
Rebecca





Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Si se avete letto Il trono di spade.
No se non volete leggere di violenza, stupri, decapitazioni, impiccagioni ecc ecc..
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il grande inverno 2014-04-09 19:00:02 F.Angeli
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
F.Angeli Opinione inserita da F.Angeli    09 Aprile, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UNA PIETRA MILIARE DEL FANTASY

SPOILERS:QUALCHE PICCOLA ANTICIPAZIONE SULLA TRAMA

Il seguito del trono di spade non delude assolutamente le aspettative, la storia continua a svilupparsi in maniera incantevole nonostante il numero dei personaggi protagonisti dell'epica vicenda, in quanto ci si abitua allo stile di Martin dopo avere letto il primo libro. I personaggi sono sempre più realistici ed in continua evoluzione: notiamo Daenerys che diventa sempre meno tollerante ai soprusi del fratello Viserys e molto più temibile e talvolta anche spietata, Robb Stark che diventa più maturo e responsabile, guidando con coraggio l'esercito degli Stark; Jon Snow che dovrà scegliere se essere fedele ai Guardiani della notte o alla sua famiglia. Tutto in un intreccio meraviglioso e azzardo dire perfetto.
La saga delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco è una delle migliori saghe fantasy mai scritte, una pietra miliare del genere che non può mancare agli appassionati del genere. Nei libri di Martin c'è un magico equilibrio di azione, realismo, e avventura, che danno vita a una epopea sensazionale, la quale si avvale di un intreccio narrativo assai intricato eppure estremamente coinvolgente, grazie anche a una delineazione dei personaggi così ben fatta che in ogni capitolo si è travolti da un vortice di emozioni e sorprese, da un senso di immedesimazione nei protagonisti impressionatamente variegati. George R. R. Martin si conferma come uno dei più grandi autori del fantasy contemporaneo e di tutti i tempi, da leggere almeno una volta nella vita. Non limitatevi alla serie televisiva, leggete i libri!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il grande inverno 2013-11-19 14:17:41 franceschita
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
franceschita Opinione inserita da franceschita    19 Novembre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Incredibile

Come sempre Martin non delude né per lo stile (scorrevole ma mai sciatto) né per la trama, che continua ad essere intelligentemente tessuta filo dopo filo in un continuo vortice di uccisioni, angherie e via discorrendo.
Non so come faccia sinceramente un'unica persona a mettere in piedi tremila storyline alla volta e riuscire a tenerle tutte insieme nella propria testa, senza mai inciampare in qualche defiance.
Molti libri fantasy che ho letto mettono su una storiella, banale magari, ci piazzano un mondo con un setting di paesaggi abbastanza limitato e creature attorno e il tutto ruota solo intorno a quello (e non voglio dire che per questo non siano buoni, per carità).
In alcuni, invece, mi succede di percepire che la storia è palesemente "forzata".
Mi spiego meglio: mi ritrovo a leggere di determinati imprevisti ed io sento proprio la mano dell'autore dietro queste vicende, vedo che c'è stato un 'intervento esterno' volto a portare la storia in una direzione piuttosto che in un'altra per adattarla magari ai gusti dei probabili futuri lettori. Chissà.
In altri addirittura so già fin dall'inizio come andranno a finire: ci sono dei cliché consolidati a cui a volte l'autore si aggrappa per mandare avanti la storia e ciò se accade è molto demerito suo per l'impostazione narrativa errata, di certo non merito mio perché vado a leggere l'ultima pagina. Spero di essermi spiegata, se non è così scusatemi.
Nel mondo di Martin comunque, se avete capito di che sto parlando, no, non si ha mai e poi mai questa impressione e bastano poche pagine per imparare a proprie spese che non si è in uno dei casi sopraccitati.
Ci si butta dentro questo universo parallelo e ci si dimentica totalmente di leggere un libro. Per me è così.
Trama MAI scontata, vicende sempre avvincenti e non sai mai dove lo scrittore ti porterà. E la scelta dei point of view multipli è azzeccatissima (anche se obbligata data la molteplicità di accadimenti continui e simultanei).
Io personalmente ne sono entusiasta e più vado avanti più rimango stupita.
Consigliatissima l'intera saga a chiunque, amanti del fantasy o no.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il grande inverno 2013-07-19 13:26:25 andrea70
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    19 Luglio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il grande Inverno

Finalmente succede qualcosa nel grande regno creato dalla fantasia di Martin, questo è due spanne sopra al precedente episodio come vivacità e coinvolgimento.
Il primo capitolo aveva introdotto personaggi, luoghi e situazioni, qui ci sono degli sviluppi. E che sviluppi !
Martin sviolina alla grande descrivendo con attenzione luoghi e personaggi, ti fa quasi affezionare a loro, non fatelo ! Muoiono come mosche !
In compenso la storia è piuttosto vivace , il livello di fornicazione scende ad un limite quasi accettabile , ci sono colpi di scena ben inseriti e qualche personaggio (quelli che riescono a scamparla) prende corpo in maniera convincente.
Tradimenti, intrighi, complotti, rancori, vendette, atti di coraggio e di stupidità, ce n'è per tutti i gusti, per ora il tutto "tiene".
Bella la struttura a capitoli alternati che ti fa rimbalzare da uno scenario all'altro per seguire gli sviluppi delle vicende.
L'universo del trono di spade è immenso , capisco perché la storia prenderà oltre dieci libri, ma se Martin si tiene su questi ritmi forse ce la posso fare...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il grande inverno 2012-08-03 08:56:22 Liliana
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Liliana Opinione inserita da Liliana    03 Agosto, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sangue del mio sangue

Alla fine de "Il Trono di Spade" Martin ci aveva lasciati un po' in sospeso, dandoci solo un assaggio di ciò che realmente stava per accadere.
Proprio in "Il Grande Inverno" comincia infatti a farci vedere le vere conseguenze delle azioni dei nostri molteplici protagonisti.
Devo dire che la storia raccontata continua ad esaltarmi e ad appassionarmi ogni pagina di più: eventi inattesi, sorprendenti, guerre che si preparano ad esplodere, conflitti che finalmente vengono a galla assieme a torbidi segreti, sembrano essere le parole d'ordine di questo libro.

Martin sceglie poi un modo di narrare i fatti che personalmente amo, ossia non usa capitoli e capitoli per dilungarsi sul paesaggio o perdersi in sottigliezze: va subito nel vivo della questione, senza però far perdere l'interesse al lettore.
Una cosa che l'aiuta molto in questo sono i dialoghi diretti tra i personaggi, che vengono da lui curati sotto ogni aspetto. Ogni singola parola è soppesata e studiata per far si che abbia senso nel contesto, che si potrebbe definire fantasy/medievale.

Lo stile è fluido e non appesantito. Spesso mi sono ritrovata a leggere decine e decine di pagine senza accorgermene neanche!

Ogni personaggio comincia ad avere molto più senso nel quadro generale e si vengono a scoprire lati nascosti, che non avremmo mai immaginato esistessero, di ognuno di loro ; si vedono i primi schieramenti nell'ambito dei sette regni.
Una cosa che mi piace delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco è che ti puoi aspettare di tutto: insomma, Martin è capace di farti morire qualsiasi personaggio!! ed essere consapevoli di questo aiuta molto a mantenerti con il fiato sospeso fino alla fine!

Che dire ancora? dopo aver letto il finale di questo libro non vedo l'ora di buttarmi a capofitto nella lettura di "Il Regno dei Lupi" (3° libro delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco)!

Buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il Trono di Spade
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il grande inverno 2012-02-06 08:34:38 enro
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
enro Opinione inserita da enro    06 Febbraio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Lunga vita a chi?

Secondo capitolo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, questo libro è il realtà la seconda parte del Trono di Spade..se siete fortunati li trovate come unico volume.

Essendo un libro diviso in due l'inzio non presenta prologhi o introduzioni, per rinfrescare la storia, ma si getta subito nel vivo!
Nel complesso l'ho trovato più avvincente del primo perchè si conoscono i personaggi e il buon Martin li fa muovere, vivere o morire in maniera inaspettata; ed anche perchè essendo la seconda parte del libro originale era logico aspettarsi un aumento di azione.
L'ambientazione è la medesima medievale con qualche bella battaglia in più!

Lo stile si mantiene asciutto, senza lunghissime descrizioni, e rapido, diciamo che le battaglie durano il giusto, non due righe ma nemmeno venti pagine che ti raccontano ogni unghia spezzata.

I personaggi non si evolvono ma essendo sempre il primo libro per l'autore di più non mi aspettavo.

Libro strano che si getta subito nella storia..la mossa di dividere i tomi da parte della Mondadori è comoda solo per quando te li devi portare in giro!
Consigliato si ma prima leggete il Trono di Spade.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il Trono di Spade
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri