Narrativa straniera Fantasy Rebel. Il deserto in fiamme
 

Rebel. Il deserto in fiamme Rebel. Il deserto in fiamme

Rebel. Il deserto in fiamme

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Amani è sempre stata sicura che prima o poi avrebbe trovato una via di fuga dal deserto in cui è nata. Andarsene è sempre stato nei suoi piani. Tiratrice infallibile, per guadagnare i soldi necessari a realizzare il suo sogno Amani partecipa a una gara di tiro travestendosi da uomo. Tra gli avversari, il più temibile è Jin, uno straniero sfrontato. Troppo tardi Amani scoprirà che Jin è un personaggio chiave nella lotta senza quartiere tra il sultano di Miraji e il figlio in esilio, il principe Ribelle. Presto i due si troveranno a scappare attraverso un deserto durissimo e meraviglioso, popolato di personaggi e creature stupefacenti: come i bellissimi e pericolosi Buraqi, fatti di sabbia e vento. Amani e Jin capiranno che la posta in gioco è più alta di quanto pensassero. Amani dovrà decidere se unirsi alla rivoluzione e capire se davvero quello che vuole è lasciarsi alle spalle il suo deserto.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Rebel. Il deserto in fiamme 2017-07-21 12:15:32 Mian88
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    21 Luglio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

AMANI

Amani è disposta a tutto pur di scappare. Non può continuare a vivere a Dustwalk, non se questo significa seguitare a sottostare all’egemonia dello zio, non se questo significa rischiare di diventarne addirittura la moglie. Ha perso la madre da pochi mesi, la giovane protagonista; essa è stata impiccata per aver ucciso quell’uomo che indossava i panni di “padre” della quasi diciassettenne. Da allora la sua vita è completamente mutata, e lei, che è cresciuta imparando a sparare da sola ancora prima di assimilare l’arte del leggere e scrivere, deve fare qualcosa.
Ed è in questo contesto che conosce Jin, un fuggitivo accusato di tradimento che la porterà con sé. Sin da subito ha capito che le mentite spoglie del “bandito dagli occhi blu” celavano il corpo di una ragazza, sin da subito ha capito che in quegli occhi scorreva il fuoco.
Siamo nel deserto, in un’era imprecisata dove magia e leggenda vivono di pari passo, dove il sapore dell’oriente si respira sulla pelle, dove un Sultano vuole incrementare il suo potere a discapito dei più poveri e dove un gruppo di ribelli è pronto a tutto pur di cambiare quel mondo ingiusto che ne ha visto la nascita.
Perno dell’opera sono, oltre che alle ambientazioni, i due protagonisti. Mentre Jin viene scoperto a poco a poco, Amani è ben delineata tanto nei tratti fisici quanto in quelli caratteriali. Non mancherà la sua crescita personale così come ulteriori dettagli, quali cerimonie, storie, leggende o abiti tipicamente orientali, atti a rendere ancora più concreta la palpabilità delle vicende.
“Rebel. Il deserto in fiamme” è il primo capitolo di una serie fantasy diversa dal solito essendo improntata sul folclore arabo/islamico ed è una storia che, seppur sia incappata casualmente, sa farsi apprezzare ed amare. Non ha pretese, si legge e conclude in un paio di giorni ed è caratterizzata da un linguaggio semplice e non volgare che si presta ad ogni età.
Non forse un capolavoro, ma certamente una lettura tranquilla, adatta all’estate e a chi cerca un testo “diverso” e non impegnativo con cui evadere dalla quotidianità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Rebel. Il deserto in fiamme 2015-11-15 22:49:31 Lady Aileen
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lady Aileen Opinione inserita da Lady Aileen    16 Novembre, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Meravigliosa anche la cover

Rebel. Il deserto in fiamme inaugura l'attesa serie fantasy dall'affascinante mitologia e folclore arabo/islamica.
I volumi sono strettamente collegati, pertanto per conoscere come evolverà la storia, dovreste aspettare i successivi.
Le vicende, raccontate in prima persona (unico punto di vista), vedono protagonista Amani, una ragazza di quasi diciassette anni che per sfuggire alla vita dura e faticosa del luogo in cui ha sempre vissuto, decide di scappare. Durante la sua fuga, incontra un misterioso e affascinante ragazzo di nome Jin, un fuggitivo accusato di tradimento.
Non è dato sapere in che epoca siamo, sappiamo solo di trovarci in un mondo dove c'è la magia, un deserto fatto di villaggi che cercano di resistere alla povertà, un Sultano assetato di potere e un gruppo di Ribelli che vorrebbe cambiare le cose.
La particolarità di questa serie per adolescenti sta proprio nell'ambientazione dal sapore orientale e per essere ancora più immersi in questa atmosfera, non manca l'uso di termini arabi per indicare capi di abbigliamento o le creature mitologiche che popolano il mondo della protagonista.
Mettendo al centro la figura di Amani, la sua caratterizzazione è ben delineata e interessante. E' una ragazza ribelle, coraggiosa, determinata e indipendente. All'inizio mostra anche un po' di egoismo ma messa davanti ad alcune prove, crescerà. Tiratrice esperta, abile nel mascherare la verità e... il resto lo lascio scoprire a voi.
Si tratta di un romanzo denso d'azione, intrighi, qualche colpo di scena e con un pizzico di romanticismo che non guasta.
Questo libro non si limita solo ad introdurre i personaggi e le vicende ma, anzi, il lettore è subito catapultato al centro dell'azione.
Naturalmente oltre ad essere una piacevole lettura di evasione, non mancano temi importanti: come il senso dell'amicizia, lo spirito di sacrificio, la lotta per i propri ideali, il desiderio di emancipazione (siamo in una società maschilista) e di una vita migliore.
Ho apprezzato molto questo primo volume per la sua originalità e per lo stile scorrevole, semplice e senza perdersi in descrizioni troppo dettagliate che potrebbero appesantire la lettura.
Consigliato!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri