Dettagli Recensione

 
Il richiamo della foresta
 
Il richiamo della foresta 2015-04-29 12:36:18 C.U.B.
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    29 Aprile, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ritorno al passato

Il corpo possente, la muscolatura elastica, un'intelligenza notevole, una grande casa e una corsia preferenziale a sua disposizione. Un re degno del titolo, cullato nel suo regno crede che la vita sia regolata dal rispetto e dall'onesta'. Non potrebbe essere diversamente del resto, se il suo destino e' nelle mani della razza suprema, quella umana.
Eppure viene ingannato, allontanato, venduto. 
Buck non ha piu' regno, Buck e' all'occhio dell'uomo solo un grosso, potente animale mezzo San Bernardo e mezzo lupo. Destinato ad essere deportato nelle terre del nord a trainare slitte, tra bastonate e frustate, fame e fatica, imparando molto velocemente la legge del bastone e delle zanne.

Sempreverde Jack London non ha età questo libro, piuttosto potremmo attribuirgli diverse sfumature a seconda della maturita' con cui viene affrontato.
Potente il richiamo della foresta che risveglia nel cane istinti primordiali, abbandonare la civilta' per riscoprire le terre degli antenati, il ritmo del branco, l'ululato del lupo selvaggio. Altrettanto radicato ed irresistibile il cuore nobile della razza canina, che aggiunge alla gratitudine la fedelta' piu' pura, il legame con cui si sfida la morte pur di garantire la salvezza dell'amato padrone. 

Non perdona la natura che ingoia e condanna gli inetti, non perdona Buck finche' giustizia non e' fatta.  E la foresta innevata tornera' a vibrare del piu' fiero e splendido capobranco.

Troppo breve per le mie necessita', avrei voluto trascorrervi piu' tempo. La penna e' semplice e piacevole e il comportamento animale e' gestito con minuzia di particolari, rendendo la narrazione quanto mai verosimile. Ambientazione scenografica ed ostile, dai ghiacci impenetrabili fino alla primavera che risveglia i sensi, l'eternita' del passato che pulsa nelle vene di Buck e' un crescendo magnifico, eccitante , vibrante.
Buona lettura.

Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Ho letto questo classico tantissimi anni fa; devo ancora averlo conservato chissà in quale angolo di libreria/scaffale...penso ci possa essere un'occasione per cercarlo e rileggerlo sotto altri punti di vista. Grazie per la tua segnalazione. Ciao.
Ferruccio
su Q c'è aria di ritorno ai classici di tutti i tempi!
veramente bello ogni tanto inserire una simile lettura all'interno delle nostre wl infinite
Bel commento cub... Mi hai fatto venire una voglia matta di rileggerlo dopo tantissimo tempo...
Bella recensione! :) Ricordo di aver letto questo libro tanto tempo fa, probabilmente alle scuole elementari e mi era piaciuto molto. I dettagli della trama non li ricordo più però ricordo la sensazione di tenerezza provata verso il protagonista e il senso generale di avventura che era riuscito a trasmettermi.. credo sia ora di rileggerlo! :)
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Papà Gambalunga
I misteri di Udolpho
Guerra
Il violino del pazzo
In affitto
In tribunale
Bandito
La fattoria delle magre consolazioni
Il possidente
Le torri di Barchester
Deephaven
Racconti di pioggia e di luna
La casa grigia
Il villaggio di Stepancikovo e i suoi abitanti
L'uccello nero
Il mago