Dettagli Recensione

 
Quaranta giorni
 
Quaranta giorni 2021-04-24 07:38:40 AndCor
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
AndCor Opinione inserita da AndCor    24 Aprile, 2021
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Salvezza, perdizione, redenzione... o confusione?

Monte Golgota, 33 d.C., ora settima.
Jeshua di Nazareth è stato condannato a morte dal governatore Ponzio Pilato per essersi proclamato Re dei Giudei e rimette lo spirito all’ora nona, dopo una lunga agonia.
Un'immagine scolpita nelle menti di tutti e raccontata in infinite maniere, ma questa volta ai piedi della croce è presente una figura misteriosa 'che era nello stesso tempo un dio, un mortale e certamente anche un eroe', invisibile ai più e capace di udire ogni cosa. Costui avrà anche il privilegio di osservare da vicino, tre giorni dopo, la risurrezione del Salvatore e deciderà di seguirlo per capire fino a che punto possa essere una minaccia per l'imperatore Tiberio. Inizia così un peregrinare infinito, fra Capri, Sefforis, Roma, il lago di Tiberiade e la distesa di Esdrelon con un unico obiettivo finale: cambiare il corso della storia e impedire che le legioni romane invadano e devastino Gerusalemme e il Tempio.

Un'opera intrisa di storia, fantasia e religione che ricostruisce i percorsi, i gesti e i pensieri del Figlio di Dio nei trentacinque giorni successivi alla sua apparizione a Maria, a Paolo e ad altre cinquecento persone dopo essere risorto: la narrazione parte letteralmente dai Vangeli per poi convergere nella voce dell'oscuro protagonista, privo di corpo e avulso dal tempo e dallo spazio, per sfociare infine in un epilogo esplosivo nella Città Santa dei giorni nostri.
Peccato che il giudizio complessivo sia sostanzialmente mediocre: il linguaggio e la lettura sono pesanti, il tempo del racconto è troppo disordinato, la trama manca di spessore e si conclude in maniera surreale.
Difficile credere che l'autore avesse le idee chiare prima, durante e dopo la stesura di questo romanzo.

Sufficienza (risicata) per l'idea di fondo e per alcune descrizioni storico-archeologiche, tutto il resto va cestinato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri