Saggistica Scienza e tecnica Ascesa e caduta dei dinosauri
 

Ascesa e caduta dei dinosauri Ascesa e caduta dei dinosauri

Ascesa e caduta dei dinosauri

Saggistica

Editore

Casa editrice

C'è stato un momento in cui i giganteschi rettili preistorici sono tornati in vita, lasciando la penombra dei musei di scienze naturali per andare alla conquista del mondo. Era il 1993, l'anno in cui uscì al cinema Jurassic Park. Da lì, un numero incalcolabile di bambini giurò che da grande sarebbe diventato un paleontologo; Steve Brusatte era uno di loro e oggi, a poco più di trent'anni, ha già scoperto quindici nuove specie di dinosauri ed è uno dei paleontologi più carismatici e influenti. Ascesa e caduta dei dinosauri è il frutto di anni di ricerche, innovazioni tecnologiche e intuizioni geniali: dalla comparsa dei primi proto-dinosauri, non più grossi di un gatto domestico, all'affermazione dei giganteschi sauropodi, fino all'estinzione di massa del Cretaceo, Brusatte ci mostra come questi animali straordinari siano lontanissimi dallo stereotipo del colosso goffo e incapace di adattarsi alle trasformazioni del nostro pianeta. In realtà, i dinosauri furono un successo dell'evoluzione. Per un tempo lunghissimo prosperarono, mutando di pari passo con l'ambiente, tra fiumi di lava e piogge di asteroidi, continenti alla deriva ed escursioni termiche vertiginose. Alcuni di loro diventarono enormi e terrificanti - ma i tirannosauri ci misero 80 milioni di anni per arrivare al vertice della catena alimentare - altri adottarono soluzioni più sofisticate. Alla fine i più adatti trasformarono le piume che li ricoprivano in ali e divennero gli antenati degli odierni uccelli, salvandosi dal cataclisma che aprì la strada all'era dei mammiferi. Ma Brusatte non si limita a consegnarci una nuova, rivoluzionaria storia di questo mondo perduto: controcanto alle alterne fortune dei dinosauri sono le sue avventure di paleontologo, la storia di quel sogno che l'ha portato a caccia di fossili dalla Scozia alla Cina, dai deserti dell'Argentina alle terre desolate dell'Alaska. Conosciamo così scienziati hippie, professori-cowboy che vanno alla Guerra delle Ossa, fanatici collezionisti cinesi, speleologi transilvani, esperti di tracce fossili, programmatori nerd... Tutto un esercito di sognatori come lui, convinti che studiare i dinosauri sia importante ora più che mai, oggi che l'animale dominante sulla Terra, l'uomo, ha innescato un cambiamento climatico che prepara forse la prossima grande estinzione.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuti 
 
3.0  (1)
Approfondimento 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
 
Ascesa e caduta dei dinosauri 2020-04-05 09:51:53 FrancoAntonio
Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
3.0
Approfondimento 
 
2.0
Piacevolezza 
 
5.0
FrancoAntonio Opinione inserita da FrancoAntonio    05 Aprile, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Steve rincorre i dinosauri

Alzi la mano chi non è mai stato affascinato dai dinosauri, quantomeno quand’era piccolo. Il mio innamoramento risale all’epoca in cui restai incantato dalle poche pagine dedicate all’argomento su un’enciclopedia faunistica a dispense che i miei genitori compravano quant’ero bambino. Da quel momento ho cercato sempre di entrare in possesso di tutti i libri di divulgazione scientifica in tema che riuscivo a trovare. Purtroppo, all’epoca, non erano tantissimi, così la mia sete di sapere è restata insoddisfatta e si è perpetuata sino alla mia non più tenera età. Per tale motivo continuo ad acquistare tutti i testi di paleontologia che trattino l’argomento in modo accessibile anche a chi non ha una cultura specifica al riguardo. Così spesso mi lascio catturare all’amo da libri come questo di Steve Brusatte.

Il percorso dell’A. è simile al mio, almeno nei suoi primissimi anni. Però, ha fatto la differenza che lui fosse americano, molto più giovane di me e decisamente più impudente e intraprendente. Così, invece di limitarsi a leggere libri di paleontologia lui i fossili li andava a cercare sul campo e, non appena aveva l’occasione, si recava a tutte le conferenze che poteva arrivando alla sfacciataggine di importunare eminenti professori magari solo per averne l’autografo o, più spesso, per infastidirli tentando un dibattito da neofita a luminare della scienza. In tal modo, però, Brusatte è riuscito a raggiungere le mete che si era prefisso, diventando, nonostante la sua ancor giovane età, docente di paleontologia in una prestigiosa università scozzese.
Questa è la storia che ci viene narrata nel libro il quale, in effetti, non è il resoconto della vita del mesozoico, ma un riassunto delle esperienze professionali dell’A., delle sue ricerche sul campo e delle scoperte che, assieme ad altri studiosi, son state fatte in questi ultimi vent’anni. In effetti pare strano - per una disciplina che si occupa di fatti avvenuti decine o centinaia di milioni d’anni fa - ma la paleontologia è in continua evoluzione e basta “distrarsi” per qualche anno senza restare aggiornati e si scopre che ciò che fino a poco tempo fa era considerata una verità incontestabile oggi è stata smentita da nuovi ritrovamenti e nuove teorie.
Purtroppo il libro, come detto, si occupa delle esperienze personali dell’A. piuttosto che fornire meditate informazioni scientifiche. L’evoluzione della vita nell’epoca dei dinosauri è illustrata con una panoramica abbastanza affrettata e non certo approfondita. Non è che manchino ragguagli sulle ultime scoperte, per carità, ma sono frammiste a miriadi di notizie assai meno interessanti o, comunque, risapute per chi abbia almeno una piccola infarinatura della materia. Le novità, i ritrovamenti sconvolgenti vanno ricercati con la pazienza del cercatore d’oro che setaccia e scerne le pagliuzze di nobile metallo tra le sabbie del fiume. Quindi, più che un testo di approfondimento scientifico, il libro appare come un’opera di proselitismo che tenta di irretire le giovani menti per attirarle verso il fascinoso mondo della paleontologia. Iniziativa meritoria, ma insoddisfacente per chi desidererebbe accedere a ragguagli sulle ultime frontiere di questa scienza.
Lo stile generale, poi, è fin troppo informale, da teenager che parla agli amici davanti a un hamburger e una coca, non da accademico: quindi risulta decisamente gradevole e fluido, ma assai poco approfondito. Inoltre dà abbastanza fastidio la scarsa precisione con cui vengono forniti i dati: possibile che un eminente docente non sappia che Brontosaurus e Apatosaurus sono il medesimo genere di dinosauri? Che gli unici dinosauri su cui si torna con ostinata pervicacia siano solo quelli più “gettonati” dall’immaginario collettivo? Poi l’insistito richiamo alle suggestioni della serie cinematografica Jurassic Park, e la sfrontata arroganza con cui l’A. si attribuisce sempre una parte del merito nelle scoperte anche quelle fatte quand’era solo uno studente o un dottorando al seguito di eminenti scienziati, alla lunga tediano.
In definitiva il libro risulta gradevole, ma soprattutto per chi ha poca familiarità con l’argomento. Chi cerca di approfondire la sua conoscenza lo trova insoddisfacente e incompleto e apprezza soprattutto la descrizione della tenacia e aggressività professionale del Brusatte.
Per l'angolo del pignolo ho trovato inaccettabile, poi, che nel testo (spero solo per colpa del traduttore) si confonda con troppa frequenza l’espressione “anni prima” con “anni fa”. Quando la successione cronologica è elemento essenziale per la comprensione dei fatti, una svista del genere crea non poca confusione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Come stanno le cose
Il botanista
Invito alla meraviglia
Helgoland
Spillover
E l'uomo incontrò il cane
Ascesa e caduta dei dinosauri
Quanti
La nascita imperfetta delle cose
Essere una macchina
Il libro degli esseri a malapena immaginabili
Silicio
Mio caro Neandertal
La legge fisica
Le mie risposte alle grandi domande
Lo strano ordine delle cose