Saggistica Scienza e tecnica Scorie radioattive
 

Scorie radioattive Scorie radioattive

Scorie radioattive

Editore

Casa editrice

Riaffiora l’incubo atomico. Prove alla mano, ecco i segreti di Stato, anzi di Stati e multinazionali del crimine. I documenti riservati, le foto, e i dati che vi scioccheranno. I conti non tornano quando i primi a barare sono quelli che governano. Un’inchiesta che ritrae un’Italia-discarica tossica di mezzo mondo, eldorado di rifiuti nucleari, chimici, farmaceutici, sbarcati, atterrati, affondati e occultati da Usa e Francia in primis. Sopravvivere alla verità? Negli ultimi due anni, a causa delle sue inchieste, compresa quella sulle “navi dei veleni”, Gianni Lannes ha subito tre attentati e diverse minacce di morte alla sua famiglia: l’auto della moglie esplode, la sua viene più volte manomessa. Intimidazioni, minacce di morte. Dal 22 dicembre 2009 è sotto scorta della Polizia di Stato.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Scorie radioattive 2013-06-17 05:31:52 LuigiDeRosa
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
LuigiDeRosa Opinione inserita da LuigiDeRosa    17 Giugno, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

5 kg di plutonio sotto la Dora Baltea?

Dove sono i 5 kg di plutonio ? A Saluggia, a rivelarlo è Gian Piero Godio nel testo "Scorie Radiottive" e completa quest'informazione ,il responsabile del settore energia di Legambiente in Piemonte,fra massimi esperti italiani di tematiche legate alle scorie radioattive,che tale quantità è sufficiente ad uccidere 50 milioni di persone.Sulle rive della Dora Baltea ,dunque a Saluggia è stipato l'85% di rifiuti radioattivi italiani,in gran parte in forma liquida. millecinquecento metri più a valle c'è il più grande acquedotto del Piemonte e quando il fiume è in piena, chi sa trema.Queste sono alcune delle informazioni scioccanti contenute in questo saggio che con dati alla mano, non desidera dare adito a facili allarmismi , ma a informare le popolazioni dei rischi che possono correre e prenderne coscienza. Abbiamo assistito dalle nostre TV al disastro di Fukushima , oggi quel disastro si traduce in 420mila casi di cancro nei prossimi cinquant'anni per citare solo alcune delle possibili conseguenze di quel maledetto tsunami, secondo le ultime ricerche citate sempre in questo testo. E Chernobyl? Dopo 27 anni continua a far parlare e a produrre tumori nelle popolazioni e negli animali ,basti pensare alle radiazioni riscontrate nei cinghiali della Valsesia (La Repubblica 27 aprile 2013), mentre nell'arco di un decennio il dottor Martin Tondel ha verificato una crescita di tumori significativa , non solo in Ukraina ma nella sua Svezia a migliaia di chilometri di distanza, questo ci fa capire quanto quella nube tossica abbia inciso negativamente sulla salute di tutti gli Europei. Questo libro ha , secondo me, due pregi innanzitutto spinge gli Italiani a riflettere seriamente sul pericolo nucleare. Non solo sulle scorie di cui sopra, ma anche sugli ordigni nucleari presenti sul nostro territorio, solo ad Aviano sono stipate 50 testate nucleari americane e il dipartimento del Ministero della Difesa di Mr Barack Obama ha spesso sottolineato come le basi italiane lamentano problemi negli edifici di supporto,alle recinzioni dei depositi, all'illuminazione e ai sistemi di sicurezza, come a dire : state attenti che qualche pazzo può tranquillamente farsi il giro fra 40 o 50 testate nucleari.Il secondo punto centrale del libro è la dettagliata esposizione dell'alternativa all'atomo a favore delle energie rinnovabili, le ricerche sulla razionalizzazione del consumo di energia che spesso nei paesi industriali è sprecata. Un testo dunque che illustra pericoli e possibili soluzioni che gli autori analizzano in modo pacato cercando con tutti i lettori , quelli pro e quelli contro il nucleare un dialogo costruttivo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Decrescita felice
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Sepolcro in agguato
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Lucy davanti al mare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Buchi bianchi
Come stanno le cose
Il botanista
Invito alla meraviglia
Helgoland
Spillover
E l'uomo incontrò il cane
Ascesa e caduta dei dinosauri
Quanti
La nascita imperfetta delle cose
Essere una macchina
Il libro degli esseri a malapena immaginabili
Silicio
Mio caro Neandertal
La legge fisica
Le mie risposte alle grandi domande