Narrativa italiana Romanzi storici La banda degli uomini
 

La banda degli uomini La banda degli uomini

La banda degli uomini

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Questo romanzo ha la scrittura tenue delle lampadine da poche candele che si utilizzavano negli anni Trenta. Dove il termine tenue vuole dire ombre, vaghe certezze, il mistero del silenzio quando la sera imbrunisce. È ambientato durante il fascismo, in un regime che in queste pagine è una seccatura, una parata inutile: per tutti, anche per i gerarchi in divisa. In un quadrilatero della vecchia Milano operaia, tra via Porpora e Lambrate, un uomo, un anarchico con il vizio dell’alcol, che si è perduto nonostante figli e famiglia, muore apparentemente per cause naturali. Ma per uno dei figli la versione ufficiale non regge. E comincia a indagare, aiutato dal fratello, da alcuni amici e da un meccanico ebreo. Ne esce un racconto che ha il giallo come pretesto che è la magistrale narrazione di un’epoca di mezze tinte, di espedienti e di furbizie, di antagonismi e di invidie, di opere d’arte importanti e collezionisti senza scrupoli, di opportunisti con la vocazione al fallimento, attratti dalla rovina come fosse una fosca forma di successo. Un mondo che sfocerà nel dramma della seconda guerra mondiale, ma senza clamori, come una fredda necessità della storia.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
 
La banda degli uomini 2021-09-14 11:19:36 andrea70
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    14 Settembre, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Verità o potere

Milano 1938, il Carlin è un uomo sostanzialmente innocuo, da anni dopo il lavoro vaga per le varie osterie declamando motti rivoluzionari, diritti dei lavoratori e idee politiche che gli procurano più di un problema unitamente al fatto di bere come una spugna.
Fino a che un giorno torna a casa pesto e sofferente, dice ai familiari di essere caduto ma il mattino successivo muore ed al medico pare evidente che si è trattato invece di un pestaggio.
Siamo in anni difficili, il regime fascista imperversa e gli oppositori non lavorano (il maestro Betti) o vengono controllati dalla polizia e in qualche caso malmenati, non è quindi una situazione semplice quella in cui si mettono i due figli più grandi del Carlin che cercano di scoprire la verità sulla morte del padre.
Le loro vicende finiscono con intrecciarsi con quelle di vari disperati alla ricerca di un minimo ventaggio dal parteggiare per i forti, funzionari di vari livelli del partito fascista che godono di favori e li elargiscono in minima parte a chi si presta ai loro capricci.
Conosciamo anime inquiete e anime vili in un romanzo in cui il giallo è un pretesto, più che altro è un noir ambientato in una zona di Milano a vocazione operaia in un momento storico delicato e sofferto in cui la condizione sociale della gente è resa chiaramente dall'autore.
C'è chi ha perso tutto anche la dignità e chi mette in gioco proprio quella per avere dei vantaggi in un mondo in cui la verità sembra un intralcio e mai uno scopo.
Nel complesso un pò lento, compassato, si fa leggere bene ma manca qualcosa nella caratterizzazione dei personaggi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Una piccola pace
Gente in Aspromonte
L'Eneide di Didone
La malalegna
Come vento cucito alla terra
La fortuna
La scelta
La tigre di Noto
L'alta fantasia
Le disobbedienti
L'amante del doge
L'inverno del pesco in fiore
Trema la notte
Il cielo sbagliato
La malinconia dei Crusich
Archimede. Il matematico che sfidò Roma