Narrativa straniera Classici Il castello di Dumala
 

Il castello di Dumala Il castello di Dumala

Il castello di Dumala

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Il pastore Werner è bello, imponente, forte. Un marito amato da una moglie graziosa e dolce, un punto di riferimento per la comunità. Al castello di Dumala, che si innalza sul paese, il barone Werland è malato, e reclama la compagnia del pastore. Werner accorre più che volentieri al suo capezzale: è l'occasione ideale per trascorrere lunghe serate in compagnia della giovane moglie del barone, la bellissima Karola. Il pastore, certo, si sente in colpa verso la propria compagna, ingiustamente trascurata, e si sforza di contenere quell'"inclinazione" nei limiti del lecito, almeno nei fatti. Poi, in paese compare il barone Rast, che a sua volta diventa frequentatore assiduo del castello, e con grande scorno del pastore Werner affascina Karola.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il castello di Dumala 2016-02-25 11:46:28 Emilio Berra TO
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Emilio Berra  TO Opinione inserita da Emilio Berra TO    25 Febbraio, 2016
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un castello in Curlandia

E. von Keyserling, aristocratico baltico, scrisse questo breve romanzo nel 1907 a Monaco di Baviera, lontano dal suo castello in Curlandia, nell'attuale Lettonia.
Sappiamo che era già praticamente cieco; perciò risulta commovente leggere le belle descrizioni del paesaggio invernale nordico, splendido e riposante durante le nevicate notturne che imbiancano sentieri e boschi : le conservava nell'animo e le riviveva nella scrittura.
J. Brokken, in "Anime baltiche", ne parla come di un Proust nordico : "Descrive gli abeti, le spiagge candide, i laghi incendiati dal sole della sera come fossero le sue belle innamorate di gioventù, i parchi dietro i castelli come fossero il ritratto di sua madre".

Il romanzo, con una trama incalzante, rappresenta il mondo della nobiltà baltica nella fase di decadenza. Per questo l'autore è stato accostato a T. Mann e a J. Roth, anche se ritengo che i suoi libri non raggiungano i livelli dei grandiosi romanzi "I Buddenbrook" e "La marcia di Radeztky".

Siamo in un castello, con tre uomini (il marito, un barone delle vicinanze e un pastore d'anime) che ruotano attorno ad un'affascinante figura femminile.
Lo scrittore rappresenta quel mondo in decadenza, che sarà presto travolto dall'ondata della Storia, non come colui che ne fa parte, bensì senza compiacimenti o nostalgie. Sa cogliere l'aspetto umano dei personaggi, il disagio esistenziale, per cui quelle figure letterarie si animano vive e toccanti : il lettore resta spettatore commosso.
Il senso di solitudine e isolamento diventa palpabile; lo scorrere del tempo è tangibile nella sua dimensione crepuscolare : "Ah, tutto corre così velocemente, tutto passa così in fretta, come le immagini di una lanterna magica"; "camminiamo affettuosamente nella luce del tramonto e uno racconta amichevolmente all'altro le sue bugie". "Si crede di essere fortemente e dolorosamente legati a qualcuno, di essergli molto vicino, e poi ognuno va per la sua strada senza sapere che cosa è accaduto nell'animo dell'altro. Al massimo uno saluta l'altro dall'intimo della sua solitudine".

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri