Massime Massime

Massime

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La presentazione e le recensioni di Massime di Francois de La Rochefoucauld. Unanimamente considerata la raccolta di massime per eccellenza, capolavoro di La Rochefoucauld, questi aforismi videro la luce nel 1644: la massima, fino ad allora ritenuta poco più che un salottiero gioco di società, assurgeva così a vero e proprio genere letterario. Osservatore acutissimo e sagace, fondamentalmente pessimista, della natura umana, secco, caustico, lapidario, con la distaccata e lineare eleganza tipica di un vero aristocratico, riconduce a sottili motivi utilitaristici anche le manifestazioni più disinteressate e nobili dell'individuo, dimostrando, nelle sue affermazioni perentorie, spietate, ironiche, taglienti, più fede nello smisurato egoismo dell'uomo che nelle sue virtù.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Massime 2013-10-07 13:53:00 Pelizzari
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    07 Ottobre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Colpi di spada

Libro in pillole, fatto di vere e proprie massime, da leggere anche a spot, non necessariamente consecutive. Sono pensieri brevi ed incisivi di un uomo che dimostra con essi la propria intelligenza e la propria capacità di scavare nell'animo umano. Alcuni dei temi principali di queste riflessioni sono la falsità e l'egoismo ed alcune di queste pillole sono delle vere e proprie frecciate, dei colpi di spada, che colpiscono in profondità, rivelando un animo cinico, pessimista, che guarda alla vita con disillusione e profonda amarezza. Si leggono giudizi spietati, che colpiscono ancora oggi, non solo ai tempi in cui sono stati scritti. E quando una cosa colpisce così tanto...è un segnale che tocca nel profondo e che quindi è vera...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri