Il risveglio Il risveglio

Il risveglio

Letteratura straniera

Autore

Editore

Casa editrice

La presentazione e le recensioni di Il risveglio, opera di J. R. Ward pubblicata da Rizzoli Editore. Beth Randall, protatoginista de “Il risveglio” è una giovane cronista di nera in un giornale di provincia, a Caldwell NY. Abituata ad aggirarsi tra colleghi giornalisti, poliziotti e delinquenti che non le staccano gli occhi di dosso, ha imparato a tenerli a bada. Quando uno sconosciuto si intrufola nel suo appartamento, Beth non si impaurisce, ma viene travolta da un desiderio mai provato prima. Solo quando Wrath, l’uomo entrato in casa sua, le parla del padre che non ha mai conosciuto, e che gli ha affidato il compito di assisterla e proteggerla, la protagonista de “Il risveglio” prova paura. Il risveglio è il primo romanzo della serie che J. R. Ward ha dedicato alla Confraternita del Pugnale Nero.



Recensione Utenti

Guarda tutte le opinioni degli utenti

Opinioni inserite: 11

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.8  (11)
Contenuto 
 
3.6  (11)
Piacevolezza 
 
4.3  (11)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il risveglio 2013-05-17 12:52:13 piccicuia
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
piccicuia Opinione inserita da piccicuia    17 Mag, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

CANINI + IMPRUDENZA = CONFRATERNITA

Premetto che i vampiri della Meyer mi piacciono. O meglio mi piacevano.
Ma ero piccola e quando si è piccoli si sa.. le favole sono tutto!
Quindi mi piaceva l'atteggiamento riservato e calmo di Edward, così come quello freddo e calcolatore di tutti gli altri Cullen. Bene, i vampironi della Confraternita del pugnale nero non hanno nulla di calmo. Nè di freddo. Se viene recata loro un'offesa, state pur certi che non si fermeranno a ribadirvi che così non si fa (motto del dottor Cullen), ma più che altro sarete fortunati se la morte verrà in modo veloce e indolore.
Perchè Wrath e i suoi compagni ve le suoneranno di santa ragione!!
Si tratta di guerrieri grandi e grossi che hanno come arma non solo i canini, ma anche l'imprudenza.

-C'è Wrath, che è il vampiro per eccellenza, anche se sotto sotto è un tenerone. Tu solo.. non toccargli Beth!!!
Wrath sarebbe dovuto essere il Re con la morte del padre, ma ha rifiutato categoricamente perchè lui è un combattente, non un capo.
“Si sentiva più a suo agio in piedi con un pugnale in mano piuttosto che seduto a lasciarsi idolatrare.”
E visto che c'è lui con del sangue blu, nessuno ha il diritto di avere il trono...
-Darius, il padre della nostra Beth (le circostanze non ci hanno permesso di fare amicizia)
-Poi c'è Rhage (o meglio Hollywood): un vero dio del sesso. (In twilight mica ce n'era uno!!!). E infatti:
“Se il sesso fosse stato cibo, Rhage sarebbe stato patologicamente obeso.”
-Thorment, invece, è colui che tendiamo a definire “l'amicone di tutti”. È quello più rispettato nella Confraternita. Ha modi diversi da tutti gli altri, tanto che il nostro amico sbirro (Butch) lo trova NORMALE!
-Vishous è il vampiro più strano che io abbia mai incontrato nella mia lunga vita letteraria. Si è mai visto un vampiro che ha in testa il berretto dei Boston Red Sox?
-Ci sono poi i due gemelli: Phury e Zsadist. Phury è coraggioso, leale e non esiterebbe a dare in regalo la propria gamba per un capriccio del fratello. Zsadist invece è stato quello descritto in modo così misterioso, scabroso e orripilante che io (scusate) non ho potuto non innamorarmi!!!
Ebbene sì, a me piace Zsadist.
Il vampiro ridotto in schiavitù per anni. Il vampiro che è stato ridotto in fin di vita a furia di torture.
“Zsadist conservava ancora sulla pelle i tatuaggi da schiavo, insieme a svariati piercing che aveva aggiunto lui stesso.
Perché gli piaceva soffrire.
Zsadist era il più pericoloso dei fratelli, senza dubbio. Dopo tutto quello che aveva passato, non gliene fregava un cazzo di niente e di nessuno. Nemmeno del suo gemello. ”
E bé dopo queste frasi, per noi è stato amore folle!!!!

Il primo libro della Confraternita tratta più specificamente la storia d'amore tra Wrath e Beth. Un'umana che diventerà vampira e quando ciò accadrà, il suo primo pensiero sarà:
“D'ora in poi Halloween sarebbe stato un vero sballo”
Beth ha come hobby, mettere la caccarella al suo amato vampiro e per sfortuna di quest'ultimo, non sarà un compito tanto arduo.
Perchè vedete, Wrath è stato solo per secoli. O meglio, la sua unica compagnia era la Vendetta contro i lessen!
Ma non voglio farvi perdere altro tempo: andate e leggete ragazzi. E ditemi se è o non è Zsadist quello da ammirare!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2013-03-19 17:54:06 Rizzolini
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Rizzolini Opinione inserita da Rizzolini    19 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

apperò questi vampirelli

Sono già più di due anni che ho in camera questo romanzo. Dopo Twilight e il diario del vampiro (abbandonato all'inizio del 7° libro) non avevo più molto sprint per questo genere ed ero molto disillusa.
Poi, sotto molte insistenze da parte di fan accanite della confraternita, mi sono decisa e ho iniziato a leggerlo.
E per fortuna che l'ho fatto!!!
è assolutamente una serie diversa dalle sopracitate e credo che meriterebbe anche un pochino più di attenzione; tuttavia credo che ci siano alcuni aspetti da notare:
- lato romantico: tutte noi donnicciuole dal cuore tenero e romantico, abbiamo sospirato per l'intensa storia d'amore e io personalmente ho escogitato qualche pensiero per sostituirmi a Beth ( ;-))
- lato fantasy: finalmente non è vampiri vs umani!!
- lato erotico/comico: sebbene solitamente questi due aspetti sono bene distinti, io li considero insieme perchè è molto chiaro che la Ward è una donna e una scrittrice molto passionale, ma soprattutto è una grande ammiratrice delle "grandi" misure ed è proprio questa serie di apprezzamenti che hanno reso piuttosto comica la situazione a mio avviso.

Concludendo, sono finita pure io nel clan delle fanatiche di questi bei vampironi tutto muscoli e molto cervello!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
twilight e diario del vampiro, vi rifarete gli occhi!
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2013-02-25 09:31:57 Baobab
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Baobab Opinione inserita da Baobab    25 Febbraio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ciao ciao certezze

Avevo, fino a un paio di giorni fa, delle certezze:
• non mi piacciono le storie sui vampiri
• non mi avvicinerò mai più (dopo HP) ad una saga
Così, con questa recensione, davanti a voi tutti, ufficializzo la mia totale incoerenza!

So già che mi pentirò di aver cominciato questa lettura.
Le strade che mi si prospettano davanti sono molteplici, la più pericolosa è che io finisca tutti i 9 libri entro la settimana abbondante che mi è rimasta di vacanza.
Esco sempre ammaccata da queste scorpacciate di lettere, parole ed emozioni. Intorpidita e stordita come se avessi dormito una mese, in genere necessito di qualche oretta per riappropriarmi del mio presente e ricordarmi chi sono e cosa faccio nella vita!

Viste le premesse ho cominciato il libro super perplessa e l’impatto iniziale mi ha lasciata ancora più perplessa.
Questi vampiri muscolosi, lanciatori di shuriken, vestiti di pelle e patiti di musica rap sono lontani (anni luce!) dal mio prototipo di uomo attraente (e anche dal mio prototipo di vampiro veramente!).
Ho concesso comunque alla Ward l’opportunità di darmi prova del valore della sua penna e mi sono trovata proprio a mio agio nel suo mondo (che bello!)!
L’universo della Ward è popolato da umani, vampiri e creature senza anima chiamate lesser.
Nella comunità dei vampiri spiccano i nostri protagonisti, i guerrieri della Confraternita, occupati nella difesa della loro specie contro i lesser, assassini di vampiri per vocazione (e per mestiere!).
Mi piace molto che non ci sia una sorta di antagonismo tra umani e vampiri, mi piace che è come se fossimo due specie diverse, che volendo possono convivere tranquillamente.
Molto buoni i personaggi, dotati di zanne o no, ho accolto tutti a braccia aperte!
Ogni membro della Confraternita ha qualcosa da raccontare e, nonostante il primo libro si concentri principalmente sulle vicende del capo dei guerrieri, Wrath, la Ward ci promette che la nostra curiosità non rimarrà affamata se decidiamo di lasciarci guidare da lei anche nei prossimi volumi.
Interessanti anche i cattivi. Belle personalità! Ammetto di essere molto colpita dalle potenzialità della controparte malvagia della confraternita, credo ci riserverà parecchie sorprese!
Ma non è finita qui, c’è un bel bacino di personaggi “secondari” a cui attingere.
Josè, la Vergina Scriba, l’Omega, Marissa e il fratello medico, Darius!
Personalmente ho trovato adorabile il maggiordomo Fritz (picchiatemi pure, ma non so perché ci ho sentito un’eco del buon vecchio Dobby) e sicuramente, con la sua personalità vampiresca, da approfondire il caro Butch!

Insomma, alla fine non solo sono venuta meno alle mie certezze, ma quello che ho letto mi è anche piaciuto!!!
Ottimo.
Ovviamente, da sentimentalona quale sono, adesso sono già affezionata a tutti i personaggi e questo è un gran bel guaio se ripenso a quanto sia difficile per me accettare che queste persone non esistono nella mia realtà quotidiana e che quindi quando la storia sarà finita, non gli starò dicendo veramente addio.

La mia unica speranza è che la saga mi annoi prima di riuscire a spezzarmi il cuore, ma per ora, mi vedo spacciata!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2012-10-29 16:55:10 VALPI
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
VALPI Opinione inserita da VALPI    29 Ottobre, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La confraternita, episodio 1

Mi sono inbattuta per caso il questo romanzo mentre trascorrevo le mie solite due ore in libreria alla ricerca di un romanzo per trascorrere il week end in compagnia di vampiri.
Non mi sarei mai aspettata che la storia potesse appassionarmi così tanto. Due giorni dopo ero di nuovo in libreria per accaparrarmi il secondo volume della serie.
La Ward realizza i desideri nascosti di molte donne di sentirsi amare a 360 gradi dal proprio compagno vivendo con i protagonisti le loro vicende amorose. Si parte con la coppia "Reale ", il primo incontro, la scoperta di essere una vampira mezzosangue per una ragazza che credeva banale la sua vita, la nascita del rapporto di puro sesso e desiderio che diventa subito amore. Interessanti le vicende di sfondo che legano tutti i personaggi nella lotta alla sopravvivenza della razza vampira contro l'Omega (società che trasforma gli umani in immortali senza cuore).
Sicuramente non consiglio il romanzo per un pubblico adolescente visto che il linguaggio è molto spinto e a tratti un po' volgare.
Se cercate una via di mezzo tra il romantico genere di Twilight e il passionale morboso di Cinquanta sfumature non riuscirete a smettere di leggere

Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2012-07-04 17:09:09 rondinella
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
rondinella Opinione inserita da rondinella    04 Luglio, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Guerrieri buongustai

Ok, lo promuovo volentieri. Non è esattamente il mio genere, con questi vampiri 'alternativi' e le loro storie romantiche... ma mi piace!

La storia non è delle più originali in circolazione (ho riscontrato alcuni fatti sospetti...) ma ha i suoi punti di forza e le sue peculiarità interessanti che creano una certa curiosità. C'è la classica lotta tra creature del Bene e creature del Male, ma ovviamente è adattata al contesto alternativo, anche se devo ammettere che questa parte non mi ha molto entusiasmata, poteva essere rappresentata meglio... da qui ci vuole poco a capire che l'autrice aveva in mente tutt'altro, e questo tutt'altro tocca i campi romantici-erotici.
Avrete capito che non ci troviamo di fronte ai soliti vampiri, ma a signori guerrieri, muscolosi, estremamente prestanti che hai la certezza matematica che qualunque donna nel raggio di cento metri gli metterà occhi maliziosi addosso; e donne così belle, particolari, coraggiose che hai la certezza matematica che... beh, lo sapete, è inutile che ripeto quello che ho scritto sopra no?
Nonostante i connotati comuni comunque devo dire che i nostri protagonisti possiedono un certo carisma che li rende simpatici e accattivanti, il che rende piacevole leggere le loro avventure.
Ahimè, le descrizioni delle battaglie non sono granché visto che la Ward ha preferito decisamente mettere gli accenti sul corpo a corpo più intimo (il che mi invita a sconsigliare il presente tomo a chi non gradisce letture scottanti o a chi non vuole che il proprio patner pretenda troppo ;) ma nel complesso l'insieme è gradevole, coinvolgente e fa scappare anche qualche risata.

La penna della scrittrice non pretende nulla ma non è banale, la lettura è fluida, leggera, si presta benissimo come intrattenimento estivo (se non temete di aggiungere fuoco su fuoco...).

Ovviamente, essendo il gruppo di protagonisti ben forbito, ci si aspetta che si legga anche il seguito. Ebbene, io penso che lo farò, visto che come narrazione questa l'ho gradita molto. Non sarà un capolavoro, ma è simpatico e per me è stata quella ventata d'aria fresca utilissima per questo clima torrido.
E poi, questi vampiri sono interessanti e sono sicura che ci saranno delle sorprese, già presagite, che meritano di essere scoperte. Dunque, mi preparo per andare avanti.
Se siete in cerca di un fantasy (?) carino, leggero, romanticone, sensuale e senza troppe pretese questo fa per voi!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2012-06-25 06:45:24 piero70
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
piero70 Opinione inserita da piero70    25 Giugno, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Invidia del pene (del vampiro)

Bene, non ci potevo credere, ma ce l'ho fatta! Sono arrivato alla fine di questo libro!
Devo ringraziare alcune entusiastiche recensioni per avermi spinto ad affrontare l'impresa.
Devo ammettere che mi sono proprio divertito. Il libro mi è piaciuto e mi sono fatto un sacco di grosse risate.
Intendiamoci, non ha alcuna pretesa di pilastro della letteratura occidentale ma decisamente, relativamente ai vampiri, ho letto molto, ma molto di peggio.
Alcuni personaggi sono veramente ben riusciti, come il poliziotto duro e puro e la trama riesce ad evolversi senza intoppi.
Veniamo ora alle note dolenti (da cui il titolo della recensione): siete maschi insicuri? ansia da prestazione? complesso del minus habens? Questo libro NON fa per voi!! Astenetevi!
Questi vampironi due metri per due (per uno, credo), sono praticamente il sesso personificato, e ovviamente qualsiasi essere umano di sesso femminile (e non solo temo) nel giro di dieci chilometri non chiede altro che passare una notte di fuoco con lui. In ogni capitolo viene descritto il fisico statuario e i riferimenti ai suoi spessi attributi si sprecano, tanto che viene spontaneo chiedersi se abbia il porto d'armi per essi, giacchè non si dubita che vengano usati anche nei frequenti corpo a corpo, provocando danni maggiori che con una mazza chiodata.
Scherzi a parte, fatto questo doveroso chiarimento, vi consiglio di leggerlo, perchè ne vale davvero la pena; per farsi due risate e per rendersi conto che i vampiri della nouvelle vague non sono solo quelli della Meyer.
Wrath batte Edward tanto a poco insomma! Io nel frattempo provo a leggere il secondo libro. Vi farò sapere!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
250
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2012-03-30 11:56:37 Lady Libro
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    30 Marzo, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un ottimo inizio

Questo è il primo romanzo della saga della "Confraternita del pugnale nero" i cui protagonisti sono vampiri guerrieri che combattono per salvare la propria specie, ormai a rischio di estinzione, dai lesser, ovvero ex umani che hanno ceduto la propria anima ad una società maligna che vuole sterminare i vampiri. Ogni libro della saga, per la precisione, racconta la storia d'amore di uno dei membri della Confraternita o di una persona strettamente legata a loro. I protagonisti di questo primo volume sono il vampiro Wrath, capo del gruppo, e Beth, una mezza vampira.
Dico subito che leggendo questo libro i vampiri mi sono tornati simpatici, perchè dire che l'ho adorato è dire poco.
A differenza della maggior parte dei paranormal romance che circolano ultimamente e che puntano esclusivamente su un sesso spesso volgare e forzato trascurando la trama e l'azione, qui il sesso c'è, ma non è un sesso ossessivo e morboso, al contrario è pieno d'amore, passione e dolcezza oltre ad essere ben distribuito nella vicenda.
L'azione è presente fin dalle primissime pagine con combattimenti mozzafiato sempre pronti a tenere sulle spine il lettore che viene letteralmente divorato dalla suspense. L'immedisimazione è stata così forte che mi è parso di aver visto un film, invece di aver letto un romanzo, anche se ogni tanto la narrazione assumeva toni un po'lenti.
Essendo prevalentemente una storia d'amore, però, le scene di lotta sono un po'brevi e gran parte del libro parla delle ben descritte manifestazioni d'affetto dei due protagonisti.
Wrath e Beth hanno entrambi una personalità forte e litigano spesso, anche se l'amore non tarda a sbocciare tra loro.
Quest'ultimo aspetto mi ha lasciata un po'perplessa: continuo a rimanere scettica sul fatto di fare l'amore al primo incontro senza nemmeno un po'di confronto o conoscenza psicologica (ma essendo un fantasy, il fattore del "fascino vampiresco" ci può stare) e non sono riuscita a comprendere il momento esatto in cui i due vampiri s'innamorano, perchè tra liti, scene di gelosia, ripensamenti e sesso, si crea un po' di confusione che non permette di comprendere bene quando è scoppiata la scintilla e sarebbe stato bello inoltre sapere un po'più dettagli del passato di Beth, non completamente descritta interiormente.
Con questo non voglio dire che la storia d'amore sia brutta, tutt'altro, però è stato tutto il resto che mi ha appassionata di più.
Ho provato perfino un po'di tenerezza per Wrath, molto più sensibile e sofferente di quello che sembra, che da uomo tenebroso e freddo, diventa un impacciato romantico pur di piacere alla donna che ama e di proteggerla.
Inoltre ho amato tantissimo i personaggi secondari della storia come Butch, Marissa, tutti i cattivi e, più di tutti, i membri della Confraternita al completo: uomini grandi, grossi e muscolosi ma dal cuore d'oro e terribilmente irresistibili. Ognuno con la propria personalità, le proprie passioni e problemi ma tutti uniti da un profondissimo affetto fraterno reciproco. Mi è venuta una grandissima voglia di averli tutti quanti come amici.
Il romanzo ha un finale aperto, perciò per chi ha amato come me questo libro, la lettura dei seguiti è obbligatoria. E io non intendo certo sottrarmi a quest' obbligo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2012-03-11 07:56:20 Foschia75
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Foschia75 Opinione inserita da Foschia75    11 Marzo, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il primo impatto è fondamentale...

.....per amarlo o cestinarlo!
Ho scoperto J.R.Ward del tutto casualmente dopo aver finito la saga meyeriana! Ero in libreria e ho visto questa copertina.....e se mi fossi dovuta fidare solo delle occhiaie, sarei scappata a gambe levate!
Ho aperto il libro e....l'ho chiuso solo dopo averlo finito. E cosi' è scoccato il tanto pericoloso colpo di fulmine per la penna di questa autrice che con la Meyer non ha niente a che vedere perchè se anche i vampiri le legano, il genere è diverso. La Ward è una delle prime autrici paranormal-romance (quindi con scene hot per un pubblico meno young) approdate in Italia (i suoi libri sono stati pubblicati molto prima da Mondolibri) e dopo la crescita esponenziale delle vendite di questo genere, le case editrici si sono interessate ad altre autrici americane sue colleghe (vedi Lara Adrian, Sherrylin Kenyon, Larissa Ione, Emma Holly, ecc...). Per cui questo libro che ci presenta i confratelli, o ti piace dal primo capitolo o fai fatica a finirlo. In quest'ultimo caso consiglierei di cercare un altro genere.
Io l'ho già letto due volte. Se riesci ad entrare nella confraternita, dopo ne vorrai fare disperatamente parte libro dopo libro.
Qui i vampiri chiaramente sono bellissimi come nel 95% dei casi, ma oltre questo c' è una sana dose di sensualità, ci sono anche lo spirito di squadra, sarcasmo pungente, senso di appartenenza ad una famiglia, sete di giustizia, amore e amicizia. Insomma dietro questi sexy ragazzacci ci sono anche sentimenti del tutto umani che spesso li espongono alla morte.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi è curioso verso il genere Paranormal romance
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2011-11-22 23:33:34 Dianora
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Dianora Opinione inserita da Dianora    23 Novembre, 2011
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Amore e cazzotti

E’ una storia coinvolgente e appassionante, farcita di sesso ma mai volgare. L’autrice ha coniato un nuovo genere di vampiri: con termini originali che ci aiutano a capire meglio il loro mondo e le loro usanze. La lettura è trascinante ben alternata tra la storia d’amore e le battaglie contro i Lesser. Avventura e Amore un connubio che mantiene alta l’attenzione senza mai annoiare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Fantasy, paranormal romance.
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il risveglio 2011-11-17 14:09:16 Romy
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Romy    17 Novembre, 2011

Una bella saga!

Ho letto questo libro un pò di tempo fa e l'ho trovato bellissimo... sono stata completamente conquistata sia dalla storia, dai personaggi e dall'innovazione della figura del vampiro... un bel 10 a questo libro da parte mia.
Finalmente una storia diversa dal solito e non i soliti vampiri assetati di sangue e basta... sono invece vampiri intriganti, buoni nella giusta misura, estremamente passionali in tutto ciò che fanno e per questa volta fanno finalmente parte dei buoni contro umani perfidi che hanno venduto la loro anima al diavolo (lesser). Un'altra novità del vampiro narrato in questo libro è che si nutrono esclusivamente da altri vampiri e non dagli umani e nello specifico esclusivamente dalla loro sposa... gli uomini si nutrono dalla loro sposa e viceversa...
Anche i nomi dei vampiri sono stati scelti a pennello secondo me... hanno usato per i vari protagonisti un nome che esprimesse la loro caratteristica più evidente... come ad esempio Wrath ( ira), Phury (furia), Thorment (tormento), Zadist (sadico) e così via... io l'ho trovato geniale!
In questa nuova saga c'è la contrapposizione del bene e del male capeggiati dalla Vergine Scriba a capo dei vampiri nelle vesti della parte buona, mentre l'Omega facente parte della parte cattiva a capo dei lesser, i cacciatori di vampiri.
Sono davvero molto impaziente di leggere tutti gli altri libri che seguono perchè sono certa che continueranno ad affascinarmi anche perchè, se non ho capito male, ogni libro si soffermerà in particolare su un personaggio specifico e io sono proprio curiosa di conoscere nel dettaglio ogni singolo vampiro della saga... In questo primo libro che ho letto il vampiro in questione è Wrath e io l'ho adorato

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
consigliato agli amanti delle letture sui vampiri
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 
Guarda tutte le opinioni degli utenti
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli eletti
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Anche le pulci prendono la tosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il decoro
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita alla finestra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri