Dettagli Recensione

 
L'Assommoir
 
L'Assommoir 2019-08-25 10:52:08 cristiano75
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
cristiano75 Opinione inserita da cristiano75    25 Agosto, 2019
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Compendio di psicologia umana

Mi è stato regalato anni fa da un amico di mio padre. Uno dei regali più belli e fondamentali della mia vita.
Se c'è un libro che ha indirizzato, condizionato tante mie azioni e riflessioni e questo capolavoro (spesso dimenticato) del genio francese.
Ogni volta che lo leggo, provo un godimento quasi fisico.
Apri e sfogli le pagine e in un attimo sei nella testa, nella psicologia dei vari personaggi.
Scene magnifiche, come per esempio la cena da nababbi organizzata dalla povera Gervaise che ha già in se l'anticipazione della rovina fisica e morale a cui andranno incontro i miserabili a cui vi partecipano.
Veramente credo sia una delle opera migliori per poter essere completamente nelle mente dei vari protagonisti.
Fa quasi spavento come questo scrittore riesca a rendere così viva e percettibile al lettore, la trama dei pensieri e delle azioni di questa incredibile umanità.
Il libro rientra in un filone abbastanza ampio di una serie di libri che hanno tutti un filo logico e temporale conduttore, come "Nanà" "La bestia umana" "Germinal", ma francamente credo che il vero capolavoro sia questo "Assomoir", gli altri mi hanno fortemente deluso e non si avvicinano neanche minimante alla grandiosità di questo libro.
E poi vogliamo parlare di Parigi. Ogni pagina è un dipinto alla città meravigliosa......qui tra le righe la si può avere davanti, i vicoli, i boulevards, i quartieri malfamati.
Nella vicenda tragica narrata dal libro, si può scorgere, o almeno io ho intravisto, la vicenda umana di gran parte dell'umanità, il suo inevitabile destino quando non si riesce a porre un freno alle proprie debolezze, alle proprie meschinità e soprattutto quando si vive la vita al di la delle proprie possibilità, dando fiducia incondizionata al genere umano, al proprio partner, ai propri figli senza riuscire a percepire il baratro che si sta aprendo sotto ai nostri piedi.
Certo è facile leggere un libro e giudicare i personaggi e magari berci sopra un bicchiere di vino e brindare alla propria esistenza tranquilla e beata, il problema di fondo è che proprio quando siamo sicuri di una cosa, può subentrare un fattore esterno, una casualità che può far sprofondare le nostre certezze, un po come la vita della protagonista, che aveva così tanta fiducia in se stessa e nel genere umano che alla fine.......ma scusate la fine non ve la posso narrare.......vi posso dire che questo libro è una pietra miliare tra i classici.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Nanà
I Miserabili
I Demoni
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Ho evitato questo libro perché lo temevo troppo violento. Forse mi sbagliavo.
"Therese Raquin", romanzo veramente violento, mi è però parso molto bello ; l'ho pure riletto. Mi rendo conto della contraddizione.
Avevo letto e riletto Germinal perché mi era piaciuto moltissimo a differenza di Nanà; mentre avevo apprezzato di recente Thérèse Raquin.sicuramente metto in lista questo libro, vista questa recensione mi pare molto coinvolgente!
Eccellente recensione di un libro (e di un autore ) da me amatissimo fino dalla mia lontana adolescenza. Grazie !
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

In affitto
In tribunale
Bandito
La fattoria delle magre consolazioni
Il possidente
Le torri di Barchester
Deephaven
Racconti di pioggia e di luna
La casa grigia
Il villaggio di Stepancikovo e i suoi abitanti
L'uccello nero
Il mago
Cristallo di rocca
Il racconto della vecchia balia
Casa Danesbury
Lontano nel tempo