Barry Lyndon Barry Lyndon

Barry Lyndon

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

L'autore della "Fiera delle vanità" rievoca le picaresche avventure di un ribaldo irlandese truffatore, spadaccino, seduttore, tanto cinico quanto affascinante. E al tempo stesso fa rivivere con sottile ironia ambienti e caratteri cari ai grandi romanzieri del XVIII secolo. Dal romanzo di Thackeray è stato tratto il celebre film di Stanley Kubrick.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Barry Lyndon 2016-05-23 08:04:53 Elisabetta.N
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Elisabetta.N Opinione inserita da Elisabetta.N    23 Mag, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mai fidarsi di Barry Lyndon

Questo libro mi ha deluso e, sì, anche annoiato.
Dai primi capitoli mi aspettavo mirabolanti imprese, attività al limite del legale... beh, in questo in parte sono stata accontentata.
Ammettiamolo apertamente, Barry Lyndon è uno che te la sa raccontare e, almeno all'inizio mi ha incantato con il suo furore e il suo amore per il nome di famiglia che non poteva in alcun modo essere disonorato. Ma poi?
Infiniti giochi di carte, duelli, imprese da sbadiglio in esercito, una corte assidua a una donna il tutto contornato da un po' di ironia e alcune episodi che facevano sogghignare... stop!

Lo stile invece è un altro discorso e, sono certa, avessi trovato uno stile scarso avrei abbandonato immediatamente la lettura.
Invece lo scrittore, al pari del suo personaggio, è riuscito, mio malgrado, a farmi inoltrare nel romanzo fin tanto che non sono arrivata alla fine e l'amarezza per questo romanzo non mi ha raggiunto.
Eh, sì, fino all'ultimo mi aspettavo qualcosa di più, qualcosa che mi facesse dire "un po' lungo, ma ne valeva la pena", mi bastava qualche pagina riccamente scritta dove le sue promesse venivano mantenute, ma non è stato così... in fondo Barry Lyndon non era proprio un uomo di parola, tenace, sicuramente, ma trovava sempre il modo di sottrarsi a ciò che non era di suo gusto..

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri