Dettagli Recensione

 
La fattoria degli animali
 
La fattoria degli animali 2019-11-19 09:19:33 C.U.B.
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    19 Novembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Qui giace la fratellanza

“ Tutti gli animali sono eguali, ma alcuni sono piu’ eguali di altri”.
Se dovessi parlare dell’opera di Orwell con una frase soltanto, senza dubbio userei questa. Perche’ la virgola fa da spartiacque al mondo che avremmo, se vivessimo di equita’ ed il mondo che abbiamo, essendo umanita’. Non c’e’ creatura che sfugga alla peggiore metamorfosi.

Il piccolo e tanto blasonato libro dell’autore inglese narra della ribellione degli animali alla tirannia umana. Ben sapendo si tratti di un’allegoria con cui si mira alla condanna politica e sociale della dittatura sovietica, devo ammettere che i personaggi del romanzo sono talmente ben descritti e perfettamente associati a chi vogliono ricondurre, che una forte zampata emotiva mi ha scalfita.
Una lettura empatica circondata da bestie, una lettura riflessiva laddove le bestie mi avrebbero condotta.

Così si schiude la narrazione sull’entusiasmo di ogni individuo che in nome dell’animalismo combatte il nemico. Non piu’ belati, latrati, muggiti e grugniti. Il canto dell’inno rivoluzionario infrange le mura e diventa un’unica voce di libertà, pregno e’ di orgoglio nella fattoria dei sovversivi.
Il duro lavoro piega comunque la schiena, piu’ esiguo e’ l’aggravio non essendo spronato a suon di scudiscio ma rivelandosi figlio dalla cooperazione e della giusta distribuzione delle fatiche.
La legge e’ scritta sui muri, DUE GAMBE MALE E QUATTRO GAMBE BENE.
Ma poi il leader diventa tiranno, ricompaiono le coercizioni, anche le zampe impugnano fruste.
E quando un guizzo di buon senso diviene squillo di allarme, ecco il belato delle pecore che snervante ribadisce ancora, ancora e ancora il motto capace di liquefare ogni senno.
E l’inganno? Bugie, astuzie e colpi di coda cancellano muri e memorie. Oh quanto e’ pratica e diffusa e brutale la fretta del piu’ abile a soverchiare il piu’ fragile, mistificando.

Esiste qualcuno che possa sfuggire alla brama di potere e ricchezza?
“Tutti gli animali sono eguali, ma alcuni sono piu’ eguali di altri”.

Breve ed intenso, sorridendo e scoraggiandomi, tenerezza ed amarezza si sono alternate inesorabilmente in una lettura che ho concluso con ciò che amo definire un vero e proprio legame affettivo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Bel commento, come al solito.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Bandito
La fattoria delle magre consolazioni
Il possidente
Le torri di Barchester
Deephaven
Racconti di pioggia e di luna
La casa grigia
Il villaggio di Stepancikovo e i suoi abitanti
L'uccello nero
Il mago
Cristallo di rocca
Il racconto della vecchia balia
Casa Danesbury
Lontano nel tempo
L'americano
Ritorno nel South Riding